La crescita aziendale ai tempi del Covid: per Oracle diventa centrale il ruolo del CFO

La crescita aziendale ai tempi del Covid: per Oracle diventa centrale il ruolo del CFO

Per guidare le aziende nel percorso verso la ripresa è fondamentale la figura del Chief Financial Officer, che deve gestire la liquidità, i rischi finanziari e guidare per la crescita. Ecco cosa è emerso durante una tavola rotonda organizzata da Oracle

di , Vittorio Manti pubblicata il , alle 09:54 nel canale Innovazione
Oracle
 

Durante una recente tavola rotonda organizzata da Oracle si è discusso del tema del CFO (Chief Financial Officer) resiliente. In questo difficile periodo, è proprio questa figura che è chiamata a elaborare le strategie per minimizzare l'impatto economico dovuto al Covid e a guidare la ripresa del business. Per capire come le aziende stanno affrontando l'emergenza, Oracle ha invitato al confronto Marco Frecchio, Chief Purchasing & Supply Chain Officer di UFI FILTERS, e Tony Dalla Costa, Chief Financial Officer di 3Zero2 TV, due figure che operano in mercati molto differenti.

Cosa deve fare il CFO per combattere la crisi? L'opinione di Frecchio e Dalla Costa

Secondo Marco Frecchio, che opera nel settore dei sistemi di filtrazione, la ricetta per uscire dalla crisi è abbattere i silos, così da avere un management più coeso e con una visione più ampia, e agire rapidamente, gestendo in maniera proattiva, cioè adottando strumenti tecnologici in grado di offrire visibilità su tutta la filiera e permettere di prendere decisioni basate su informazioni sempre puntuali e aggiornate. Una visione condivisa anche da Tony Dalla Costa, che insiste soprattutto sul concetto di rapidità: la pandemia ha costretto le aziende a reagire molto velocemente, proponendo soluzioni alternative ai clienti e dando una brusca accelerata ai processi di trasformazione digitale già in atto. In questo contesto, secondo Dalla Costa la cultura finance deve pervadere tutta l’azienda, ed è fondamentale pianificare sia gli investimenti sia la comunicazione interna, stravolta dalle nuove modalità di lavoro. 

Alessandro Evangelisti

"Il ruolo del responsabile finanziario si è evoluto e oggi non è più quello di stabilire i budget ed effettuare i controlli che le procedure richiedevano, ora può essere l’artefice del cambiamento aziendale e della ripresa"- ha commentato Alessandro Evangelisti Mid-Market ERPM Leader di Oracle di Oracle - "Il suo compito è quello di una vera e propria orchestrazione delle varie attività per mantenere gli obiettivi di business. Il CFO è diventato la figura di riferimento per tutta la prima prima linea aziendale, per capire l’evoluzione del business e per comprendere l’impatto di determinate scelte, perché è probabilmente l’unico che può avere una visione d’insieme. Ma mai come in questa fase riuscire a creare degli scenari è diventato complicato: le situazioni cambiano repentinamente e non è così facile prevedere cosa riserva il futuro per ogni singolo comparto aziendale o di mercato”.

Le tecnologie a supporto dei CFO

Durante la tavola rotonda, abbiamo chiesto ad Alessandro Evangelisti e Tony Dalla Costa come la tecnologia può essere di supporto al CFO, e in generale a tutta l’azienda, per supportare le difficili scelte aziendali che a tutti i livelli devono essere prese in questo periodo così complesso. Per Alessandro Evangelisti è indispensabile modificare i processi aziendali affinché siano allineati ai modelli di funzionamento della tecnologia, come ad esempio i sistemi ERP Oracle, per poterne sfruttare tutte le potenzialità. Elemento questo ormai indispensabile per affrontare le sfide di un ambiente complesso che impone tempi di reazione immediati e grandissima flessibilità. Anche Tony Dalla Costa concorda sulla necessità di definire nuovi processi, che siano strettamente legati ai KPI aziendali e che superino l’utilizzo di sistemi non condivisi da tutta l’azienda, come i “vecchi” file di Excel. Passando a sistemi come quelli offerti da Oracle, secondo Dalla Costa, si ottengono grandi vantaggi in termini di diminuzione dei tempi, consolidamento dei dati e la possibilità di dedicare più attenzione all'analisi dei dati rispetto alla raccolta dei dati stessi.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^