Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video
In collaborazione con Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia

La digitalizzazione delle imprese italiane è arrivata a uno stallo?

La digitalizzazione delle imprese italiane è arrivata a uno stallo?

Secondo la ricerca dell’Osservatorio Digital B2b della School of Management del Politecnico di Milano, presentata recentemente durante un convegno, sembrerebbe di sì. L’e-commerce B2B italiano del 2022 è infatti cresciuto solo del 3% rispetto all’anno precedente

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale Innovazione
Wolters Kluwer Tax and Accounting Italia
 

468 miliardi di euro. Questo il valore dell’eCommerce B2B italiano nel 2022. Un importo rilevante che però potrebbe essere più corposo e potrebbe dare uno slancio maggiore alle imprese italiane, soprattutto alle PMI. L’incidenza sul totale del transato B2B italiano è ferma al 21%. Per la prima volta dal 2015, questa percentuale rimane stabile rispetto all’anno precedente, indicando forse l’avvio di una fase di consolidamento degli investimenti realizzati durante la pandemia, quando diverse aziende hanno introdotto nuovi strumenti e canali digitali. Nonostante un livello di adozione mediamente alto delle tecnologie per le transazioni digitali (EDI – electronic data interchange, portali, piattaforme e marketplace B2B oltre a siti B2B propri), la penetrazione dell’eCommerce B2B risulta ancora bassa, con appena un ordine su cinque scambiato tramite strumenti digitali. Sempre secondo la ricerca degli Osservatori tra i processi amministrativo-contabili delle imprese, le attività interne sono le più digitalizzate, anche se il livello raggiunto non è ancora soddisfacente. Il 65% delle imprese possiede un software gestionale ERP, il 60% certificati di firma informatica, il 53% software di conservazione digitale e sempre il 53% software per la gestione elettronica documentale.

Nel mondo PMI poi si registra una diffusione di mediamente 24 punti percentuali in meno delle grandi imprese.

Il paniere di tecnologie a disposizione delle imprese è sempre più ampio e con logiche sempre più vicine a quelle B2C, ma la penetrazione dell’eCommerce B2B è ancora troppo bassa” – spiega Paola Olivares, Direttrice dell’Osservatorio Digital B2B –. “Il principale ostacolo alla digitalizzazione è spesso culturale. Infatti per permettere una maggiore diffusione del digitale nelle relazioni tra imprese, è importante coinvolgere le aziende, in particolare le PMI, in piani formativi per il top management che spingano verso una modifica strutturale della cultura aziendale”.

Wolters Kluwer - Arca Shop Connector

Automatizzare la gestione dell’e-commerce con Arca Shop Connector

Servono soluzioni digitali che siano innanzitutto semplici, d’immediata leggibilità e intuibili. Tra le diverse tecnologie che abilitano l’integrazione tra aziende, nel 2022 oltre ventimila imprese italiane hanno utilizzato l’EDI, sistemi interscambio dati in formato elettronico strutturato attraverso un canale informatico che automatizza la gestione diretta dei documenti commerciali e amministrativi.  Ancora secondo la ricerca degli Osservatori, il 17% delle imprese italiane possiede un portale B2B per connettersi con i propri partner e scambiare i principali documenti del ciclo dell’ordine. L’11% delle imprese invece adotta piattaforme B2B, che permettono di integrare in maniera flessibile in un’unica interfaccia diversi moduli e servizi esterni quali, ad esempio, suite di gestione documentale.

Tra le innovazioni digitali in questo campo si colloca la recente introduzione del modulo Arca Shop Connector da parte di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia.

Arca Shop Connector è un modulo dell’ERP Arca Evolution che consente di integrare, in tempo reale, la gestione del processo di vendita online con il gestionale aziendale. Si semplifica e si automatizza così la gestione delle informazioni relative agli articoli e ai clienti, la gestione dell’ordine e del processo di vendita, l’aggiornamento della disponibilità dei prodotti rispetto alle giacenze.

La connessione delle piattaforme di e-commerce con il gestionale incrementa la produttività e la precisione. La sincronizzazione automatica e in tempo reale elimina infatti errori di trascrizione e consente una visione sempre aggiornata delle giacenze di magazzino.

Arca Shop Connector gestisce e sincronizza i dati fra sito e-commerce e il gestionale direttamente all’interno dell’interfaccia Arca. Tra le funzionalità l’esportazione del catalogo articoli e le caratterizzazioni web da Arca Evolution al sito di e-commerce piuttosto che il trasferimento degli ordini dal sito e-commerce nel gestionale.

L’obiettivo è quello di facilitare un approccio più favorevole alle innovazioni digitali grazie alla semplicità d’uso, all’automazione e all’ottimizzazione. “Ispiriamo le nostre innovazioni costantemente a due principi fondamentali: l’incremento dell’efficienza operativa e la creazione di nuovi strumenti a valore” sottolinea Pierfrancesco Angeleri, managing director di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia.

 
^