Microsoft rende open source ESE, il motore di database (anche) dietro Exchange

Microsoft rende open source ESE, il motore di database (anche) dietro Exchange

Microsoft ha reso open source il motore di database Extensible Storage Engine, utilizzato negli scorsi 25 anni in numerosi prodotti: da Windows a Exchange, arrivando ad Active Directory e alla posta di Office 365

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Innovazione
Microsoft
 

Microsoft ha pubblicato i sorgenti del suo Extensible Storage Engine (ESE), rendendo dunque il progetto open source. ESE è il motore di database non-SQL utilizzato dall'azienda sin da Windows NT 3.51 e Microsoft Exchange 4.0 per raccogliere e indicizzare dati di vario tipo.

Microsoft rende open source un nuovo prodotto: Extensible Storage Engine

Sulla pagina GitHub del progetto, Microoft fa notare che ESE "è una di quelle rare basi di codice che ha più di 25 anni di servizio attivo. Dapprima fornito con Windows NT 3.51 e poco dopo in Exchange 4.0, riscritto due volte negli anni '90, e pesantemente aggiornato nelle due decadi successive, rimane un asset chiave di Microsoft tutt'oggi." ESE è infatti integrato in Windows 10, fa funzionare le caselle di posta elettronica di Office 365 in cloud ed è il database dietro Active Directory.

Al momento il progetto è poco più che un dump del codice per scopo informativo, dato che è senza alcun commento e senza la possibilità di effettuare la compilazione. I commenti verranno aggiunti dopo una fase di revisione volta a evitare la diffusione di segreti industriali (o di commenti inappropriati, molto diffusi nel mondo della programmazione), così come verranno aggiunti i file di build e i test. In futuro Microsoft prevede la possibilità di contribuire con il proprio codice al progetto, ma ci vorrà del tempo prima che ciò avvenga.

È ancora presto per dire se ESE diventerà un progetto open source con una vita a sé stante, diffuso al di là dell'ambiente Windows e dei suoi strumenti. Microsoft sembra però impegnata a continuare ad "aprire" il suo codice, sebbene a piccole porzioni alla volta.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo03 Febbraio 2021, 19:52 #1
si ma quindi a che serve?
Marko_00103 Febbraio 2021, 20:38 #2
as we have only JUST launched for reading
That will change once we enable build/test and begin accepting contributions.
jepessen03 Febbraio 2021, 22:06 #3
Originariamente inviato da: acerbo
si ma quindi a che serve?


Capisco che effettivamente andare alla pagina di GitHub e leggere il README e' troppo faticoso...
Jack.Mauro03 Febbraio 2021, 22:09 #4
ricordo notti insonni passate a sperare che ESEUTIL recuperasse qualche mailbox store schiantato di exchange prima che, al mattino, gli utenti iniziassero a lavorare...
dontbeevil04 Febbraio 2021, 10:23 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Capisco che effettivamente andare alla pagina di GitHub e leggere il README e' troppo faticoso...


quoto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^