Nuove CPU Xeon ogni 12 mesi da Intel: per il 2020 debutto a 10 nanometri

Nuove CPU Xeon ogni 12 mesi da Intel: per il 2020 debutto a 10 nanometri

Cascade Lake, Cooper Lake e Ice Lake: questi i nomi in codice delle future generazioni di processore Xeon che Intel renderà disponibili tra fine 2018 e 2020. Con Ice Lake al debutto la tecnologia produttiva a 10 nanometri

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Private Cloud
IntelXeon
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
HwWizzard10 Agosto 2018, 14:09 #21
Originariamente inviato da: OttoVon
attaccarsi ad una slide del 2012...


Eh ma quando le faceva AMD tutti a fare I brillanti sul forum.... Era intel che faceva la sborona finché non le ha prese sui denti e puff magicamente si può vendere anche un 6 core a 250$ invece di 660$.... e continua a propinare slide sui 10nm che non si sa bene se arriveranno mai
paolo.oliva212 Agosto 2018, 10:31 #22
Originariamente inviato da: OttoVon
Non mi segui ed io sono stato, volutamente, poco specifico... preferirei che amd proponesse, nel prossimo futuro, cpu 8 core come base di partenza tra i 100-150 euro.
Certo che se a 300€ na hai 16 e a 600€ 32... tutto molto fico, ma per i giochi ed i programmi di tutti i giorni non servono.


Beh, finchè Intel vendeva solamente gli X4+4, gli X6 e X8 AMD erano inutili... poi Intel commercializzò l'8700K X6 e, coincidenza, gli X4+4 di colpo sono diventati insufficienti e 6 core servivano (ma non gli 8 di AMD). A settembre uscirà l'X8 Intel, e di colpo gli X6 (8700K) saranno insufficienti. Beh... è una continua bandiera a seconda di cosa fa Intel.

In ogni caso, aumentare l'offerta di core, non vuole dire che ci sarà assenza di proci con meno core, soltanto che si pagheranno molto meno.
Un X4 Zen è un riciclo di un die X8 fallato, ma se AMD fa pagare un X8 meno di un X6 Intel, è ovvio che tutti i tagli inferiori (X8 --> X6 e X4) costeranno di meno dell'X8 AMD e molto di meno di X& e X4 Intel.

Meglio sfruttare il pp sempre più piccolo per consentire a noi poveri gamers di poter usare case contenuti, senza dover comprare 100€ di dissipatore...
50€ per i non abbienti.


Allora in ogni caso dovresti comunque comprare AMD... parlare di proci freddi di marca Intel, è incongruente .
calabar12 Agosto 2018, 13:14 #23
Originariamente inviato da: OttoVon
attaccarsi ad una slide del 2012...

Dato che si sta parlando di un ritardo di cinque anni, mi pare molto difficile riferirsi ad una slide più recente. Il ritardo va calcolato rispetto alle prime roadmap in cui si è fissato il periodo di uscita del prodotto.
Insomma, stai facendo un commento senza alcun senso logico.

Originariamente inviato da: paolo.oliva2
Beh, finché Intel vendeva solamente gli X4+4, gli X6 e X8 AMD erano inutili...

Visto che nel tempo il software cambia, non ci vedo nulla di strano che man mano che passano gli anni la situazione possa cambiare. Quindi se sei anni fa era più difficile sfruttare otto core, oggi l'evoluzione del software ti consente di farlo meglio di prima.

Oltretutto dipende anche a quali 8 core AMD ti stai riferendo. L'architettura CMT di AMD con Bulldozer era nata per competere con l'HT di Intel, quindi un octa core AMD avrebbe dovuto competere con un Intel 4c/8t (non a caso l'octa core BD aveva solo 4 FPU, come il quad core Intel), purtroppo senza riuscirci realmente (ma questo è un altro discorso).
Differente il discorso se si parla di octa core Zen, li in effetti c'è una sovrabbondanza di core rispetto alle offerte precedenti e si parla di una situazione molto più recente (quindi è meno valevole il discorso del software, a meno di improbabili grandi cambiamenti nel breve periodo).

Originariamente inviato da: paolo.oliva2
Allora in ogni caso dovresti comunque comprare AMD... parlare di proci freddi di marca Intel, è incongruente .

Beh, ora però non diciamo sciocchezze.
Un'affermazione del genere potevi farla per i vecchi BD si AMD, i cui consumi (e il conseguente calore prodotto) erano molto superiori alle controparti Intel, ma anche se oggi i processori Intel sono un po' più caldi (essenzialmente per l'uso della pasta termica) non mi pare sia affatto giustificata un'affermazione del genere.
LMCH12 Agosto 2018, 14:29 #24
A proposito di questo:
https://semiaccurate.com/2018/08/02/intel-guts-10nm-to-get-it-out-the-door/
I "10nm" di Intel in arrivo a fine 2019 non saranno quelli promessi, al punto che sarebbero da classificare come 12nm sotto vari aspetti.

Mi sa che come successo con i P4, faranno leva sul marketing per resistere il tempo necessario per avere una proposta davvero competitiva a livello di PP ed architettura.

Il problema è che questa volta non è solo di AMD che devono preoccuparsi.
Nel senso che AMD può cambiare foundry con meno problemi di Intel.
paolo.oliva212 Agosto 2018, 17:24 #25
Originariamente inviato da: calabar
...Visto che nel tempo il software cambia, non ci vedo nulla di strano che man mano che passano gli anni la situazione possa cambiare. Quindi se sei anni fa era più difficile sfruttare otto core, oggi l'evoluzione del software ti consente di farlo meglio di prima.

Si ma non parliamo di anni, bensì di giorni.
Cioè, il giorno prima alla commercializzazione 8700K, gli X4+4 andavano benissimo ed erano più che sufficienti, il giorno dopo, gli X4+4 non andavano più bene.
Oltretutto dipende anche a quali 8 core AMD ti stai riferendo. L'architettura CMT di AMD con Bulldozer era nata per competere con l'HT di Intel, quindi un octa core AMD avrebbe dovuto competere con un Intel 4c/8t (non a caso l'octa core BD aveva solo 4 FPU, come il quad core Intel), purtroppo senza riuscirci realmente (ma questo è un altro discorso).

Beh, dai... la discussione è sul 10nm che Intel avrà disponibile fine 2020, Zen è uscito nel 2017, mi sembra ovvio che non stia parlando di una architettura uscita nel 2012, dai.
Per quanto riguarda il discorso architettura, BD ha pagato il silicio più dell'architettura, perchè se ben ricordi, tutti i discorsi sull'efficienza dell'architettura Intel, sono andati a finire nel cesso, visto che la stessa Intel dichiara e ha dichiarato che il suo processo 14nm è del 20-25% superiore a qualsiasi altro processo (GF compresa), quindi per arrivare al punto di perdere quel 20/25% di superiorità silicio e perdere ancora (per le prestazioni che Intel deve cavarci dalla sua architettura, e non parlo di 1 TH su 1 core ma di tutto il procio, l'efficienza si è andata a far benedire), tutta sta gran efficienza sull'architettura Intel era una bufala, e se oggi regge, lo è solamente per il tiramento di capelli estremo del suo silicio (ma vs il 7nm TSMC/GF sarà una ecatombe).
Differente il discorso se si parla di octa core Zen, li in effetti c'è una sovrabbondanza di core rispetto alle offerte precedenti e si parla di una situazione molto più recente (quindi è meno valevole il discorso del software, a meno di improbabili grandi cambiamenti nel breve periodo).

Come detto parlavo di Zen... ma il 10nm non sarà la panacea per Intel, perchè per contrastare AMD, non c'è solamente un discorso di core ma anche (e soprattutto) il modo di produrli sti core... ed Intel con il mono-die, è in braghe di tela... perchè al più il 10nm, teorizzando una resa simile al 14nm, abbasserebbe del 40% il costo di produzione, ciò vorrebbe dire in linea di massima portare un X18 dai 2000$ attuali a 1200$, ma con AMD che sul 14nm è già a 1500$ per un X32, con il 7nm ci sarà più divario rispetto all'attuale.
Beh, ora però non diciamo sciocchezze.
Un'affermazione del genere potevi farla per i vecchi BD si AMD, i cui consumi (e il conseguente calore prodotto) erano molto superiori alle controparti Intel, ma anche se oggi i processori Intel sono un po' più caldi (essenzialmente per l'uso della pasta termica) non mi pare sia affatto giustificata un'affermazione del genere.


Ti ricordo che ALMENO AMD ha venduto la coerenza di vendere un 9590 a 220W TDP, ed ancora oggi AMD vende un procio con un TDP dichiarato che non si può superare... mentre Intel ha preso la via di dichiarare un TDP valutato su un carico di lavoro "normale", che vuol dire? Che dal TDP dichiarato al TDP effettivo ci può essere una differenza del +50%.

Ora... se tu per un po' più caldo intendi un procio che da 90W TDP arriva a 135W TDP vs un altro che è venduto a 105W e rimane a 105W, io lo intendo molto più caldo, visto che quando AMD vendette i Phenom I 125W, con il modello successivo a 140W, per +15W sembrava una catastrofe. .

Magari toccherebbe pure rimarcare che un X6 a 95W ed un X8 a 105W, non vuole assolutamente dire che l'X8 consuma di più, anzi, totalmente il contrario, perchè con un carico sull'X6 massimo, avremo l'X6 al 100% e quindi 95W TDP, mentre l'X8, con il +33% di core, non sarà assolutamente al 100%, ma poco sopra al 75%, e quindi vorrebbe dire ~75% di 105W TDP, ben meno dei 95W dell'X6.

Quindi mi pare più che ovvio che Intel, già partendo da un TDP che è inferiore al reale massimo, per di più riferito ad un procio ben più facile saturare in quanto ha meno core di un modello di pari fascia AMD, di certo vuol dire tutto tranne che sia colpa della pasta.

Il TDP so bene che non è il consumo, ma riguarda specifiche di alimentazione e di temperatura, ma essendo il procio un componente elettronico con nessuna parte meccanica, le temperature raggiunte saranno proporzionali alla corrente/tensione necessarie al proprio funzionamento, quindi di per se, è un metro sufficiente per avere una idea di massima del consumo e temperature del procio. Ed infatti è proprio per questo che Intel valuta il TDP per un carico di lavoro "normale" a suo uso e consumo.

Dai... se si sta a credere a quello che dice, sarebbe riuscita a passare da un 7700K X4+4 93W, ad un 8700K con +50% di core e frequenze def e massime superiori, cosa che manco sarebbe difficile da ottenere conn un salto di miniaturizzazione silicio... il bello è che il 9900K, con +33% di core rispetto all'8700K e frequenze probabilmente ancora più tirate, avrà lo stesso TDP... quindi Intel immagina di produrre l'8700K già sul 10nm dichiarando quel TDP ed il 9900K già sul successore... LOL
calabar12 Agosto 2018, 19:12 #26
Originariamente inviato da: paolo.oliva2
Beh, dai... la discussione è sul 10nm che Intel avrà disponibile fine 2020, Zen è uscito nel 2017, mi sembra ovvio che non stia parlando di una architettura uscita nel 2012, dai.

Mica tanto ovvio... la questione degli "otto core sono troppi" risale ai tempi di Bulldozer, anche se spesso se ne parlava un po' a sproposito proprio per le differenze architetturali tra le due soluzioni.

Per inciso BD è stato fallimentare in ambito consumer non solo per il silicio ma perchè i suoi punti di forza non erano ben sfruttabili e perchè la microarchitettura era troppo votata al multithread.

Originariamente inviato da: paolo.oliva2
Ora... se tu per un po' più caldo intendi un procio che da 90W TDP arriva a 135W TDP ...

E questi numeri da dove saltano fuori? Spero non siano la voce di qualche utente che spara qualche sciocchezza su un forum.
Ad ogni modo il fatto che arrivi a quel TDP in condizioni particolari (per esempio utilizzando un certo set di istruzioni che oltretutto può accelerare notevolmente certe operazioni) non significa nulla se il processore nel complesso si comporta bene.
Al momento non mi pare ci siano differenze di efficienza così significative e non mi pare che AMD non sfori mai il valore dichiarato con il TDP (anzi... farlo per periodi di tempo limitato è una caratteristica dei nuovi sistemi "turbo".

L'unica cosa su cui concordo è che al momento AMD, con la sua architettura modulare ha un vantaggio nella produzione, e Intel dovrà farci i conti. Ma ricordiamo che Intel ha fonderie proprie, quindi è difficile fare un paragone diretto.

Originariamente inviato da: paolo.oliva2
... perchè con un carico sull'X6 massimo, avremo l'X6 al 100% e quindi 95W TDP, mentre l'X8, con il +33% di core, non sarà assolutamente al 100%, ma poco sopra al 75%, e quindi vorrebbe dire ~75% di 105W TDP, ben meno dei 95W dell'X6.

Ora però non mettiamoci a fare i conti della serva, che non funziona affatto in questo modo
E non sto contestando l'assunzione, ma il metodo.
paolo.oliva216 Agosto 2018, 11:15 #27
E' la stessa Intel che riporta che il TDP nominale può essere sforato sino al +50% (ovviamente la mette in modo che sembri sia una possibilità remota, ma per Intel probabilmente la definizione di carico "normale" è molto.... partigiano).

Comunque, io non contesto il fatto che il silicio Intel sia nettamente migliore di quello GF in frequenza massima, ed in questo ovviamente faccio tutte le mie lodi ad Intel. Contesto unicamente ad Intel di voler nascondere che le frequenze massime raggiunte sono al prezzo di una perdita di efficienza.

Leggi sto articolo:

https://www.ginjfo.com/actualites/c...tiques-20180816

Un salto di miniaturizzazione consente di abbassare il consumo a parità di transistor, diciamo che a parità di bontà PP si può arrivare ad un -40% di consumo. Quindi già passare da un 8700K X6 ad un 9900K X8 (+33% di transistor), sarebbe alla portata di un salto di miniatura mantenendo le stesse frequenze di un X6.
Ma qui parliamo che da un X6 @4,3GHz su tutti i core e @4,7GHz di frequenza massima su 1 core, si passa a @4,7GHz SU TUTTI I CORE... già sarebbe un miracolo da ottenere con 1 salto di miniaturizzazione... Ottenerlo sullo stessa miniaturizzazione è pura fantascienza... [U]quindi è per questo che non credo assolutamente ai 95W TDP.[/U]

Poi è ovvio, se i 95W TDP sono sforabili del 50% ed in più Intel ci marcia ancor più sul peso del carico che lei giudica "normale", beh... lo può anche dichiarare 65W TDP... ma per me, ripeto, è una colossale bufala cercare di far credere che da un 7700K @4GHz def @4,2GHz Turbo 91W dalla stessa miniaturizzazione è riuscita a raddoppiare i transistor e aumentare le frequenze del >17% il tutto con 4W TDP in più, io non ci credo perchè non è assolutamente fattibile fisicamente...

Il 6900K era efficiente, e se ti ricordi AMD stessa aveva orgogliosamente presentato un ES Zen che riusciva ad essere (LEGGERMENTE) più efficiente prima a 3GHz e poi a 3,2GHz (che era la frequenza def del 6900K).
Quello che salta all'occhio, è che Intel con gli Skylake-X ha addirittura diminuito il TDP dichiarato (il 6900K X8 era 140W TDP, il 7900X X10 è passato a 135W se non sbaglio), nonostante aumenti di frequenza di 1GHz e anche più, a tal punto che il 7900X (X10), arriva a consumare quanto un 1950X (X16), ma AMD dichiara il 1950X 180W TDP, mentre Intel abbondantemente meno.
E' ovvio che non essendoci una normativa in vigore, Intel può dichiarare il TDP come vuole, ma non arriviamo ad illuderci che prenendo il dissi ad aria stock di un 2700X che ha 105W TDP, saremmo in grado di far funzionare un 7820X (X8)... perchè qualsiasi rece di sta terra ha dichiarato che per permettere il funzionamento di qualsiasi Skylake-X è necessario almeno un AIO 240 e di ottima fattura... altro che i 250W di un X32 2990x raffreddabile (ed occabile) pure ad aria.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^