Acronis Cyber Protect 15 protegge anche le videoconferenze

Acronis Cyber Protect 15 protegge anche le videoconferenze

Acronis ha lanciato Cyber Protect 15, soluzione sicurezza a tutto tondo dedicata al mondo B2B. Include funzioni di backup, disaster recovery, antimalware, cybersecurity e strumenti di gestione degli endpoint

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Security
Acronis
 

Acronis Cyber Protect 15 è una soluzione di sicurezza pensata per il mondo aziendale pensata per far fronte a tutte le necessità di sicurezza tipiche di un'azienda, e include strumenti sia per bloccare gli attacchi informatici, sia per il backup e il disaster recovery, oltre che una serie di strumenti per la gestione degli endpoint. Acronis si è concentrata in maniera particolare sulla protezione delle videoconferenza, soluzioni che quest'anno hanno visto un'impennata nell'utilizzo. 

Acronis Cyber Protect 15: installazione semplificata

Trattandosi di un prodotto dedicato al mondo aziendale, il processo di installazione è stato studiato per andare incontro alle esigenze dei team IT e non richiede di effettuare la procedura su ogni singolo endpoint. Cyber Protect 15 è infatti in grado di trovare automaticamente tutte le macchine connesse alla rete locale o alla Active Directory e procedere in autonomia. Una volta installato sui vari dispositivi, questi potranno essere controllati dal team IT da una console centralizzata, Acronis Cyber Protect Web Console, tramite la quale si potranno controllare tutte le funzioni, incluso backup e discovery. 

Acronis_Cyber_Protect_15_Dashboard

Fra le novità di questa edizione si segnala la Continuous Data Protection, che effettua il backup ogni volta che viene effettuata una modifica alle applicazioni critiche - anche fra un backup programmato e l'altro - così da garantire la protezione in caso di malware: se qualcosa andasse storto, si può tornare velocemente alla versione precedente. Per una maggiore sicurezza, prima di ripristinare un backup, Cyber Protect esegue sempre scansione per assicurarsi dell'assenza di minacce. 

Acronis ha introdotto anche il Forensic Mode, che genera degli snapshot dei processi attivi, dello spazio su disco inutilizzato e dei memory dump e aggiunge queste informazioni a ogni backup, così da semplificare un'eventuale analisi nel caso si renda necessaria. 

"Le tradizionali soluzioni antivirus e di backup autonome non sono più efficaci contro le sofisticate minacce odierne e in uno scenario che cambia a una velocità straordinaria" - ha dichiarato Serguei "SB" Beloussov, fondatore e CEO di Acronis - "Le organizzazioni che invece rinnovano il proprio stack scegliendo protezione dati e cybersecurity integrate ottengono una maggiore sicurezza, oltre alla riduzione dei costi e ad altri vantaggi su larga scala. "Automazione e gestione ottimizzata costituiscono le fondamenta di Acronis Cyber Protect 15 e consentono a ogni azienda di ridurre i rischi, evitare i tempi di fermo e aumentare la produttività dei team IT".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^