Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Missione italiana delle startup: le soluzioni per il business in mostra all'Eureka Park del CES

Missione italiana delle startup: le soluzioni per il business in mostra all'Eureka Park del CES

In questo articolo abbiamo concentrato l'attenzione sulle startup presenti al CES 2022 che sono al lavoro su prodotti e servizi dedicati al mondo del business. Soluzioni per la gestione dell'identità digitale, la certificazione di documenti, per stipulare assicurazioni on-the-go

di pubblicata il , alle 15:51 nel canale Startup
MadeinITArea Science ParkInnovation Factory
 

Fra le oltre 40 startup italiane portate da Italian Trade & Investement Agency (ITA) e Area Science Park tramite l’acceleratore Innovation Factory alla Missione italiana delle startup al CES alcune si occupano prevalentemente di soluzioni destinate al mondo B2B. Come Monokee, che si occupa di soluzioni per la gestione dell’identità digitale, o Traxit, che permette di stipulare assicurazioni al volo, anche per una sola giornata. Vediamo quali sono e come si distinguono.  

Monokee, gestione dell’identità decentralizzata

monkee-logo-sito

La startup di Trento Monokee ha portato al CES una soluzione per la gestione decentralizzata dell’identità digitale, con l’obiettivo di garantire agli utenti un’identità unica e persistente che può essere esposta ad applicazioni e servizi per mezzo di attributi certificati da fonti autorizzative. Cosa significa, in termini pratici? A oggi, i sistemi per l’identità digitale salvano tutte le informazioni in un unico database centralizzato, che può essere un punto vulnerabile dal momento che potrebbe essere violato tramite un attacco informatico; costituirebbe insomma un single point of failure.

CES 2022 monokee

La soluzione di Monokee fa leva sulla blockchain per minimizzare questo rischio: le informazioni sull’identità vengono infatti salvate su un wallet sicuro e protetto tramite crittografia. Quando è necessario condividerle per accedere a un servizio, basta un singolo clic per attivarlo, condividendo solo le informazioni necessarie. Attualmente Monokee supporta oltre 2.000 applicazioni, incluse Office 365, Salesforce, Sap e Workday, e può essere integrato facilmente con quelle non supportate. Offre funzionalità di SSO, Single Sign On, per l’accesso con un singolo clic e supporta l’autenticazione a più fattori.

Traxit, assicurazioni on the go grazie alla blockchain

traxit

Da tempo le assicurazioni propongono ai loro clienti l’installazione di speciali black box che misurano una serie di parametri, dalla posizione geografica ai sensori presenti su auto e moto, così da ottenere maggiori informazioni sul cliente e sul suo stile di guida e offrire così sconti sul premio. La black box Galileo della startup Traxit, a differenza delle altre, fa affidamento sull’omonimo sistema di posizionamento europeo, un’alternativa al classico GPS. I vantaggi di questo sistema sono molteplici, e spaziano da una maggior precisione nella localizzazione a una maggiore resistenza ai tentativi di jamming, usati per bloccare il segnale. La soluzione è pensata per adattarsi a differenti applicazioni, non al solo settore automobilistico, e può essere utilizzata per il tracking della merce in spedizione così come ai droni, così da assicurarli contro danni causati da terzi. La black box galileo comunica costantemente col cloud per trasferire i dati, e può essere connessa a una webcam, così da registrare ulteriori dati in caso di un incidente. Il vero vantaggio di questa soluzione, però, è la possibilità di stipulare velocemente contratti istantanei, anche per brevi periodi, come una sola giornata.

Tolemaica: certificazione istantanea di documenti tramite lo smarpthone

tolemaica

Per i lettori di Edge9 la startup Tolemaica non rappresenta una novità assoluta: ne abbiamo infatti parlato qui. La soluzione proposta dall’azienda di Napoli fa leva sulla tecnologia IAC (Instant Automatic Certification) per consentire ai suoi utenti di certificare in maniera istantanea dati come foto, filmati, registrazioni audio, posizione geografica, appoggiandosi a un comune smartphone. Trova applicazione in ambiti come quello assicurativo, per esempio per semplificare le procedure di certificazione dei danni derivanti da un sinistro, ma anche in ambito legale, per certificare lo stato di avanzamento dei lavori di un’opera o eventuali abusi edilizi. Fra i clienti Sky, che la usa per certificare la trasmissione illecita delle sue trasmissioni nei locali pubblici.

Genuino, la startup che vuole connettere gli NFT al mondo fisico

Quella degli NFT è una tecnologia che sta facendo molto discutere. Fondamentalmente, gli NFT garantiscono la proprietà di un oggetto immateriale come può essere un “terreno” all’interno di un metaverso, un oggetto speciale in un mondo virtuale, come un videogioco, e molto altro. L’idea della startup Genuino è quella di connettere i Non Fungible Token al mondo reale combinando blockchain e IoT e si applica a settori come lo sport, l’arte e la moda.

Genuino7MatchWorn_legend

Al momento, i primi esempi concreti sono nel mondo dello sport: una serie di carte collezionabili, l’equivalente di figurine alcune delle quali danno il diritto a possedere fisicamente un oggetto, come la maglia di un giocatore, che verrà spedito direttamente a casa. Il concetto è proprio quello delle figurine: si comprano dei pacchetti e si spera di trovare le carte più rare, che appunto danno diritto al possesso dell’oggetto. Il sistema include elementi di gamification che permetteranno di sbloccare ulteriori NFT, sia digitali sia fisici, e un sistema di aste, dove poter rivendere tramite asta i collezionabili di cui si è in possesso.

DOTS, il modulo GPS intelligente di Connectlab

Connect Labs

Connectlab è una startup milanese che ha sviluppato DOTS, una serie di moduli GPS portatili pensati per differenti scenari. DOTS.you, per esempio, è pensato per tracciare oggetti personali, come zaini e valige: include sensori per il rilevamento del movimento e delle cadute, e in questi ultimi casi è in grado di inviare un avviso a un contatto fidato. DOTS.bike invece sembra una semplice luce posteriore per biciclette, ma include un modulo GPS e attiva automaticamente la luce di posizione quando inizia a fare buio, oltre che quella di stop quando si frena. Anche in questo caso, i sensori integrati permettono di rilevare cadute e collisioni e, in tal caso, mandano un avviso di aiuto.

In caso di furto o smarrimento, basta aprire l’app per verificare la posizione della bicicletta. DOTS.moto è pensato per i motociclisti mentre i possessori di animali domestici hanno a disposizione DOT.Pets, che monitorerà costantemente la posizione del proprio cane o gatto. L’applicazione in questo caso supporta il geofencing, avvisando i proprietari quando i loro pet si trovano al di fuori di un’area considerata sicura (come il giardino di casa).

Alcune startup che fanno parte della missione italiana non erano fisicamente presenti all’Eureka Park. Le difficoltà legate all’emergenza sanitaria non hanno permesso ad alcuni imprenditori di andare a Las Vegas, ma ci è sembrato comunque giusto citare tutte le startup che hanno seguito il percorso di crescita organizzato da Innovation Factory e ITA.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^