Secondo GSMA gli apparati di rete 5G di Huawei sono sicuri

Secondo GSMA gli apparati di rete 5G di Huawei sono sicuri

Le apparecchiature per le reti 5G di Huawei, incluse le componenti core, hanno superato i test indipendenti Network Equipment Security Assurance Scheme (NESAS) di GSMA così come quelli proposti dal gruppo cinese IMT-2020 (5G) Promotion Group

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale TLC e Mobile
5GHuawei
 
27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GTKM26 Agosto 2020, 13:08 #11
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Basterebbe rendere completamente open i propri dispositivi, fixed.


Così che qualunque scappato di cassa possa reimplementare a basso costo sistemi che, magari, hanno richiesto anni di studi.
SpyroTSK26 Agosto 2020, 13:17 #12
Originariamente inviato da: GTKM
Così che qualunque scappato di cassa possa reimplementare a basso costo sistemi che, magari, hanno richiesto anni di studi.

cisco:
https://www.cisco.com/c/en/us/about...responsive.html
dlink:
https://tsd.dlink.com.tw/downloads2...load&OS=GPL
huawei:
https://consumer.huawei.com/en/opensource/
samsung:
https://opensource.samsung.com/main

attento, con l'opensource si muore eh!
GTKM26 Agosto 2020, 13:23 #13


Mi mostri un repository in cui posso scaricare tutto il software usato da CISCO, compresi, magari, schemi circuitali dell'hardware in questione?

O facciamo come Google, che si è fatta un nome blaterando di open quando è la societá col codice più closed dell'universo?
SpyroTSK26 Agosto 2020, 13:41 #14
Originariamente inviato da: GTKM
Mi mostri un repository in cui posso scaricare tutto il software usato da CISCO, compresi, magari, schemi circuitali dell'hardware in questione?

O facciamo come Google, che si è fatta un nome blaterando di open quando è la societá col codice più closed dell'universo?


I link sono quelli che ti ho postato.
Mancano gli schemi elettronici ma il software c'è
GTKM26 Agosto 2020, 13:45 #15
Originariamente inviato da: SpyroTSK
I link sono quelli che ti ho postato.
Mancano gli schemi elettronici ma il software c'è

Originariamente inviato da: Cisco
To request a copy of source code that you may be entitled to receive under the applicable open source license(s) (such as the GNU L/GPL), please contact [email]external-opensource-requests@cisco.com[/email]. Your request must relate to a product release that was distributed by Cisco within the past 3 years (or in the case of GPLv3 only, a product release for which Cisco still provides support and/or spare parts) and should include as much information as possible about the specific product or open source components you are interested in (including the reference number from the product’s open source documentation file if available). Requests that are missing information may take longer to process. For large requests or request covering multiple products, we may charge you a fee equal to the physical cost of providing you the source code.


E senza schemi circuitali, chi mi dice che gli apparati di Cisco non abbiano una backdoor in hardware?
E chi mi dice che Huawei non scriva una cosa e modifichi leggermente ciò che viene effettivamente implementato nel suo apparato di rete?

Open vuol dire tutto e niente eh.
SpyroTSK26 Agosto 2020, 13:52 #16
Originariamente inviato da: GTKM
E senza schemi circuitali, chi mi dice che gli apparati di Cisco non abbiano una backdoor in hardware?
E chi mi dice che Huawei non scriva una cosa e modifichi leggermente ciò che viene effettivamente implementato nel suo apparato di rete?

Open vuol dire tutto e niente eh.


se c'è una backdoor in hw e l'hai scovata, la puoi in qualche modo isolare via software (mal che vada, ti ritrovi il firmware cambiato se la backdoor lo consente e quindi non ti funzionerà nulla, nemmeno all'hacker/società di turno)
Se il firmware huawei non ti convince, scarichi i sorgenti, ricompili e esegui il flash del firmware sul tuo dispositivo.
GTKM26 Agosto 2020, 14:19 #17
Originariamente inviato da: SpyroTSK
se c'è una backdoor in hw e l'hai scovata, la puoi in qualche modo isolare via software (mal che vada, ti ritrovi il firmware cambiato se la backdoor lo consente e quindi non ti funzionerà nulla, nemmeno all'hacker/società di turno)
Se il firmware huawei non ti convince, scarichi i sorgenti, ricompili e esegui il flash del firmware sul tuo dispositivo.


A meno che il firmware debba comunque avere una firma, o comunque che sia possibile fare il flash del firmware.

Per di più, parliamo di infrastrutture di telecomunicazione, non dell'editor di testo da usare sul PC.
Mparlav26 Agosto 2020, 15:36 #18
Originariamente inviato da: Unrue
Lo so che non fanno nulla in casa, ma hanno le potenzialità per farlo. Cisco, tanto per fare un esempio, figuriamoci se non hanno le competenze per fare tutto in casa. E' che fino ad ora non c'era problema affidarsi alle aziende europee, dato che la Cina non aveva nulla in quel campo, fino ad ora...


Partire da zero con il 5G per cui ormai è troppo tardi?
Ci provassero.

Ma ormai da 10 anni, 4G prima e 5G poi, gli USA dipendono dall'estero per questa tecnologia.
Forse se incominciano a pianificare, all'avvento dello standard 6G, possono muoversi e vedere se sono in grado di competere con gli altri.

Originariamente inviato da: Unrue
Una società del tuo paese la controlli meglio.


Non penso.
In caso di spionaggio ti muovi come meglio credi, i fondi non mancano mai in quel settore.
Unrue26 Agosto 2020, 16:03 #19
Originariamente inviato da: Mparlav
Partire da zero con il 5G per cui ormai è troppo tardi?
Ci provassero.

Ma ormai da 10 anni, 4G prima e 5G poi, gli USA dipendono dall'estero per questa tecnologia.
Forse se incominciano a pianificare, all'avvento dello standard 6G, possono muoversi e vedere se sono in grado di competere con gli altri.


Sono indietro, ma non a zero... Tanto per fare un esempio:

https://www.cisco.com/c/en/us/solutions/service-provider/5g-transformation.html

Quindi se ci si mettono hanno tutto per recuperare in fretta. E infatti Trump fa pressioni:

https://www.proiezionidiborsa.it/trump-invita-cisco-a-contrastare-huawei-sul-5g-ma-il-ceo-robbins-prende-tempo/

E a dirla tutta, non capisco come gli USA possano essere rimasti indietro in un settore così strategico.
Mparlav26 Agosto 2020, 16:19 #20
Originariamente inviato da: Unrue
Sono indietro, ma non a zero... Tanto per fare un esempio:

https://www.cisco.com/c/en/us/solutions/service-provider/5g-transformation.html

Quindi se ci si mettono hanno tutto per recuperare in fretta. E infatti Trump fa pressioni:

https://www.proiezionidiborsa.it/trump-invita-cisco-a-contrastare-huawei-sul-5g-ma-il-ceo-robbins-prende-tempo/

E a dirla tutta, non capisco come gli USA possano essere rimasti indietro in un settore così strategico.


Continuano a produrre quello che sanno fare meglio: switch e hub di rete.

Ma quando si parla di 5G per i provider, ci si riferisce principalmente ai ripetitori.
Recuperare in fretta il terreno perduto è molto relativo, considerato che la maggior parte dei contratti sono già stati stipulati dalla concorrenza.

E dall'articolo che hai postato, Ericsson e Nokia non sono in una buona situazione finanziaria e potrebbero essere alla portata per una fusione/acquisizione, ma evidentemente il CEO preferisce non allineare la sua strategia societaria a quella dell'attuale amministrazione, a questo punto, tanto vale aspettare l'esito delle elezioni presidenziali.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^