Cisco vuole rendere i meeting più produttivi con la Cognitive Collaboration

Cisco vuole rendere i meeting più produttivi con la Cognitive Collaboration

La piattaforma per le videoconferenze Cisco Webex diventa più "smart". Usa l'intelligenza artificiale per rendere più naturale l'interazione fra uomo e macchine e rendere più produttivi i meeting a distanza

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Cloud
intelligenza artificialeCiscoCisco Webex
 

Quando Cisco parla di Cognitive Collaboration si riferisce a una serie di tecnologie raccolgono informazioni sull'ambiente e sulle persone presenti e semplificano la collaborazione, offrendo suggerimenti e in certo senso anticipando le necessità. Il collante è l'intelligenza artificiale, che ha il compito di riconoscere i volti, associarli a dei profili e di comprendere il linguaggio naturale. 

Possono sembrare sistemi dedicati solamente al mondo enterprise, ma si tratta soluzioni scalabili e adatte anche alle realtà di piccole e medie dimensioni, in particolare gli ambienti di co-working o smart-working, dove semplificare la gestione degli spazi comuni è fondamentale. 

Cisco Webex diventa un assistente virtuale per le aziende

Cisco non vuole competere con colossi come Amazon nel settore degli assistenti virtuali, ma ha aggiunto alcune funzioni tipiche di queste tecnologie nella sua piattaforma di videoconferenza Cisco Webex. Poter comandare il sistema con comandi vocali è sicuramente comodo ma la funzione più intrigante è People Insights, che fornisce informazioni puntuali su chi abbiamo di fronte, indicando il nome, il ruolo e ulteriori dati pertinenti al contesto. I dati dei dipendenti saranno acquisiti dai database aziendali e, come quelli degli utenti esterni all'organizzazione, potranno essere integrati da ulteriori fonti, per esempio LinkedIn, su base volontaria: sarà l'utente a specificare di volere aggiungere queste informazioni. 

Ulteriori funzioni, Proactive Join e First Match, sono abilitate da Webex Assistant. Proactive Join riconosce l'utente presente nella stanza e, se registrato per una riunione, la fa partire al tocco di un pulsante, senza alcuna configurazione necessaria. Per aggiungere una persona, per esempio Elisa, al meeting basterà il semplice comando "aggiungi Elisa" e First Match si occuperà di capire in base al contesto e alle abitudini quali fra le tante Elisa in rubrica sia quella desiderata. 

"Cognitive Collaboration è una svolta per i clienti Cisco in tutti i settori industriali" - ha dichiarato Amy Chang, SVP e GM, Collaboration Technology Group di Cisco - "Quando permettiamo alle persone di collaborare ovunque si trovino in un modo intuitivo, facile e intelligente, rendiamo le loro esperienze di lavoro e di vita migliori e più produttive".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200619 Giugno 2019, 16:54 #1
Nella speranza che cosi' il manager / direttore di turno non faccia la figura di manco sapere il nome di chi ha davanti...

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^