Intel annuncia i processori Xeon Cooper Lake: fino a 56 core con focus sull'intelligenza artificiale

Intel annuncia i processori Xeon Cooper Lake: fino a 56 core con focus sull'intelligenza artificiale

Intel ha annunciato il lancio nel 2020 dei nuovi processori Xeon con la nuova architettura Cooper Lake, pensata per arrivare fino a 56 core e dotata di nuove istruzioni per gestire aspetti specifici delle applicazioni per l'intelligenza artificiale

di pubblicata il , alle 20:01 nel canale Cloud
IntelXeon
 

Intel ha annunciato la prossima architettura destinata alla famiglia di processori Intel Xeon Scalable: si chiama Cooper Lake e offrirà fino a 56 core per socket. La nuova architettura vanterà nuove istruzioni create appositamente per supportare carichi di lavoro basati sull'intelligenza artificiale.

Intel Cooper Lake: 56 core per socket per l'intelligenza artificiale

I nuovi processori Intel con architettura Cooper Lake offriranno fino a 56 core, una banda per la memoria più elevata e una migliore capacità di gestire l'addestramento delle reti neurali rispetto alle attuali soluzioni sul mercato.

L'offerta attuale di Intel prevede già un processore con 56 core:lo Xeon Platinum 9282, parte della piattaforma Intel Xeon Scalable Processor 9200 già sul mercato. Tale processore è però un unicum in più di un senso, dato che  è venduto esclusivamente come parte del modulo S9200WK ed è saldato ad esso, mentre i nuovi processori saranno su socket. L'aumento nel numero di core dei nuovi processori della futura serie Xeon Platinum non avviene grazie a un processo produttivo completamente nuovo: Intel ha infatti utilizzato il processo a 14nm++, miglioramento di quello già in uso per la serie precedente (14nm+) e in grado di garantire consumi inferiori. Proprio l'affinamento del processo produttivo ha permesso a Intel di aumentare il numero di core offrendo il processore in un formato standard. Sarà comunque garantita la compatibilità a livello di piattaforma con la futura architettura a 10 nm.

Oltre al numero di core aumentato, la novità principale dei nuovi processori Cooper Lake sta nelle nuove istruzioni bfloat16: tali istruzioni sono utili per gestire più semplicemente lo sviluppo di alcune funzioni e per ridurre il consumo energetico in tali casi.

Scendendo più nel dettaglio tecnico, bfloat16 permette di rappresentare numeri in virgola mobile di 16 bit con una base più piccola e un esponente più grande rispetto alle istruzioni tradizionali per i numeri in virgola mobile a 16 bit. Gli esponenti vengono rappresentati come nei numeri a 32 bit, fatto che porta ad avere la stessa granularità nei numeri rappresentabili: ciò semplifica nettamente il passaggio da una tipologia all'altra, semplificando dunque lo sviluppo.

I primi processori con l'architettura Cooper Lake saranno immessi sul mercato nella prima metà del 2020 e non sono ancora noti dettagli sulle configurazioni disponibili e sui prezzi. Vista l'attuale strategia di Intel, è lecito però aspettarsi che le versioni con un numero maggiore di core siano destinate esclusivamente ai sistemi multiprocessore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
raxas08 Agosto 2019, 11:06 #1
immagino siano processori che non riguardino la normale utenza, sia desktop o meno, destinati a qualche centro di ricerca e sviluppo dispositivi di AI, IoT, o di gestione dispositivi automatizzati... quanti ne venderanno, qualche migliaio o più? o meno?
non lo dico per sminuire, ma per capire meglio la destinazione di queste cpu...
amd-novello08 Agosto 2019, 11:52 #2
ma questa ossessione coi laghi quando finirà?
raxas08 Agosto 2019, 12:02 #3
il nome lago è prefigurativo della situazione in cui stanno subentrando, e lo dice uno non esperto, come quando si dice di qualcuno che "si trova in un lago di m---a"...
e questo non lo dico per sminuire ma per considerazione dei soldi che si sono dovuti uscire, che quelli, esperto o non esperto li si sono dovuti uscire comunque
coschizza08 Agosto 2019, 14:22 #4
Originariamente inviato da: raxas
immagino siano processori che non riguardino la normale utenza, sia desktop o meno, destinati a qualche centro di ricerca e sviluppo dispositivi di AI, IoT, o di gestione dispositivi automatizzati... quanti ne venderanno, qualche migliaio o più? o meno?
non lo dico per sminuire, ma per capire meglio la destinazione di queste cpu...


ne venderanno centinaia di migliaia come per la serie attuale. Considera che il lotto minimo e di 1000 cpu
Slater9108 Agosto 2019, 18:55 #5
Originariamente inviato da: raxas
immagino siano processori che non riguardino la normale utenza, sia desktop o meno, destinati a qualche centro di ricerca e sviluppo dispositivi di AI, IoT, o di gestione dispositivi automatizzati... quanti ne venderanno, qualche migliaio o più? o meno?
non lo dico per sminuire, ma per capire meglio la destinazione di queste cpu...


Sono processori Xeon, quindi destinati al mercato server. In teoria coprono tutte le fasce di mercato, fino al modello di punta da 56 core che costerà presumibilmente più di 5000$. Facile prevedere vendite consistenti, considerando che hanno quasi il 90% del mercato (per quanto in calo).
raxas08 Agosto 2019, 22:34 #6
ok grazie delle risposte... ma... con quelle risorse cpu destinate ad AI chi si comprerebbe un cpu per un server non destinato a inferfacciarsi con dispositivi e/o software del campo?
ripeto ancora...: non sono cpu da destinazione specifica?

oppure integrano il nuovo set di istruzioni per AI ma ovviamente non disdegnao i calcoli precedenti... quindi presumo che quel set di istruzioni possa essere incluso nelle cpu a venire seguenti...
o no?
ilario309 Agosto 2019, 11:29 #7
Originariamente inviato da: raxas
ok grazie delle risposte... ma... con quelle risorse cpu destinate ad AI chi si comprerebbe un cpu per un server non destinato a inferfacciarsi con dispositivi e/o software del campo?
ripeto ancora...: non sono cpu da destinazione specifica?

oppure integrano il nuovo set di istruzioni per AI ma ovviamente non disdegnao i calcoli precedenti... quindi presumo che quel set di istruzioni possa essere incluso nelle cpu a venire seguenti...
o no?


Non ho ben capito la domanda. Queste CPU mi sembrano una risposta ai processori AMD EPYC con Zen 2 che hanno il top di Gamma con 64 Core Vs 56 di questa CPU Intel, ma fanno la stessa cosa rivolti allo stesso mercato Server. Poi uno se vuole può comprarsi anche uno XEON e montarselo a casa, ma non ne vedo l'utilità se non svolgi deterimanti lavori o calcoli per cui ti possa servire uno XEON o un Epyc
Slater9109 Agosto 2019, 14:16 #8
Originariamente inviato da: raxas
ok grazie delle risposte... ma... con quelle risorse cpu destinate ad AI chi si comprerebbe un cpu per un server non destinato a inferfacciarsi con dispositivi e/o software del campo?
ripeto ancora...: non sono cpu da destinazione specifica?

oppure integrano il nuovo set di istruzioni per AI ma ovviamente non disdegnao i calcoli precedenti... quindi presumo che quel set di istruzioni possa essere incluso nelle cpu a venire seguenti...
o no?


Ok, penso di aver trovato l'inghippo: credo tu non abbia chiaro come funzionano i processori x86. Quando si parla di processori x86 si parla sempre di CPU general purpose, sono gli ASIC o gli FPGA a essere specifici per alcuni compiti. Le istruzioni bfloat16 presenti sulle CPU Cooper Lake vanno ad aggiungersi a quelle presenti. L'architettura x86 di base rimane invariata, nel senso che rimane la compatibilità con tutte le istruzioni rilasciate dalla nascita dell'architettura negli anni '70 fino ad oggi (con qualche eccezione, ma non entro troppo nello specifico). Quindi questo significa che le CPU Cooper Lake vanno bene per tutti i carichi di lavoro dove le CPU Xeon sono attualmente impiegate, ma in più possono gestire meglio, e non in esclusiva, carichi di lavoro che riguardano l'IA. Le nuove istruzioni saranno poi incluse in tutte le CPU che saranno annunciate in futuro per mantenere la retrocompatibilità.
Simone Mesca09 Agosto 2019, 21:23 #9
Originariamente inviato da: Slater91
Sono processori Xeon, quindi destinati al mercato server. In teoria coprono tutte le fasce di mercato, fino al modello di punta da 56 core che costerà presumibilmente più di 5000$. Facile prevedere vendite consistenti, considerando che hanno quasi il 90% del mercato (per quanto in calo).


I modelli di punta, a 28 core, costano attualmente dai 13.000 ai 17.000 euro.

https://s21.q4cdn.com/600692695/fil..._Price_List.pdf
raxas09 Agosto 2019, 22:04 #10
Originariamente inviato da: Slater91
Ok, penso di aver trovato l'inghippo: credo tu non abbia chiaro come funzionano i processori x86. Quando si parla di processori x86 si parla sempre di CPU general purpose, sono gli ASIC o gli FPGA a essere specifici per alcuni compiti. Le istruzioni bfloat16 presenti sulle CPU Cooper Lake vanno ad aggiungersi a quelle presenti. L'architettura x86 di base rimane invariata, nel senso che rimane la compatibilità con tutte le istruzioni rilasciate dalla nascita dell'architettura negli anni '70 fino ad oggi (con qualche eccezione, ma non entro troppo nello specifico). Quindi questo significa che le CPU Cooper Lake vanno bene per tutti i carichi di lavoro dove le CPU Xeon sono attualmente impiegate, ma in più possono gestire meglio, e non in esclusiva, carichi di lavoro che riguardano l'IA. Le nuove istruzioni saranno poi incluse in tutte le CPU che saranno annunciate in futuro per mantenere la retrocompatibilità.

più o meno ho un'infarinatura sulle cpu, mooolto diluita, che è una parola ancora grossa, e avevo detto dimostrando di conoscere che integrassero le nuove istruzioni per IA (rimanendo ogni tornata di cpu con nuove istruzioni anche retrocompatibile) istruzioni dalle cpu non così nuove per ora aggirabili (questo il termine più esatto, presumo)
E, ovvio, visto i prezzi che chi se le compra ne avrà bisogno nei campi specifici IA, il resto degli "utenti" resterà come sta ora con tutto il resto, con le prossime cpu, non so quando e quali, si avranno integrate queste nuove istruzioni di competenza copper lake, quello che in realtà non avevo capito è che queste nuove istruzioni saranno integrate nelle future cpu... mi sembravano quasi delle cpu molto specializzate e quasi monche...
comunque tutto è bene quel che finisce bene, dai (a parte la sistemazione dei periodi, spero che si capiscano )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^