Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Big G potenzia Google Ads: arriva l'esperienza conversazionale basata su IA

Big G potenzia Google Ads: arriva l'esperienza conversazionale basata su IA

Realizzare gli annunci sulla rete di ricerca Google sarà più semplice: basterà inserire l'indirizzo della pagina da promuovere e l'IA si occuperà di generare titolo, descrizione pertinente e immagini. Tenendo anche conto delle parole chiave

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale data
GoogleBig del Cloudintelligenza artificiale
 

Google sta iniziando a rendere disponibili le integrazioni di Gemini, il suo più recente modello di IA generativa. Fra le prime a essere rese disponibili quella con Google Ads, lo strumento per la programmazione e la gestione degli annunci pubblicitari sulla rete di ricerca Google. 

Da oggi, 24 gennaio, la multinazionale ha iniziato la fase di roll-out, che inizialmente interesserà gli utenti negli USA e nel Regno Unito e che verrà estesa nelle prossime settimane anche agli altri Paesi, anche se inizialmente solo in lingua inglese. 

L'IA di Google Ads? Fa tutto lei!

Il funzionamento dell'IA è estremamente semplice: basterà inserire l'URL del sito da pubblicizzare e Gemini si occuperà di generare una serie di annunci pertinenti. Suggerirà titolo, la descrizione, le immagini da inserire, i link più adatti e anche le parole chiave più efficaci. L'utente avrà poi la possibilità di personalizzare queste informazioni secondo i suoi gusti e le sue necessità prima di avviare la campagna di sponsorizzazione. 

Performance_Max_Generate asset

Quanto sono efficaci questi annunci? Per misurarlo, Big G si affida ad Ad Strentgh, un indicatore che valuta la qualità dell'annuncio (da "scarso" a "eccellente") sulla base della qualità delle immagini, del testo e della pertinenza dell'annuncio stesso. Secondo Google, gli inserzionisti di piccole imprese che utilizzano l'esperienza conversazionale in Google Ads hanno il 42% di probabilità in più di pubblicare campagne sulla rete di ricerca con una Ad Strength "Buona" o "Eccellente". "Questo è significativo perché abbiamo trovato una forte correlazione tra la Ad Strenght e le conversioni", viene spiegato sul blog del colosso. "Ad esempio, gli inserzionisti che migliorano la propria Ad Strenght da "Scarso" a "Eccellente" per gli annunci adattabili della rete di ricerca registrano un aumento medio delle conversioni del 12%".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hiei360024 Gennaio 2024, 17:42 #1
Non capisco questa roba di usare parole per rappresentare singoli numeri.... invece di dirmi "Scarso" perché non mi dai un numero, tipo 24% ?, perché "Scarso" è troppo vago, e quando si tratta di numeri bisognerebbe utilizzare gli stessi per comunicare, non le parole

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^