Dal Garante della Privacy arriva il via libera allo SPID senza operatore

Dal Garante della Privacy arriva il via libera allo SPID senza operatore

Il Garante della Privacy ha approvato la nuova modalità di rilascio dell'identità digitale, che non richiede la mediazione di operatori umani. Ottenere lo SPID sarà ora più semplice e più veloce, ma il servizio è ancora a pagamento

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Innovazione
SPID
 

Pochi giorni fa avevamo spiegato come per accedere al sito INPS dal primo ottobre sia necessario dotarsi di SPID. Per semplificare ulteriormente il rilascio del e l'attivazione dello SPID, sarà a breve possibile appoggiarsi a una nuova procedura che non richiede la presenza di un'operatore e dovrebbe snellire ulteriormente le pratiche. 

SPID senza operatore: arriva il via libera dal Garante della Privacy

card-spid

Dato che lo SPID è a tutti gli effetti una sorta di documento d'identità digitale che permette, fra le altre cose, di accedere ai servizi della pubblica amministrazione, per ottenerlo è necessario autenticarsi di fronte a un operatore umano. I gestori certificati all'emissione di SPID, infatti, chiedono di recarsi nei loro uffici o, nel caso lo si faccia da remoto, di attivare la webcam così da poter essere visti dall'operatore, che certificherà l'identità. A breve anche questa necessità verrà meno, dato che il Garante della Privacy ha autorizzato il riconoscimento da remoto anche in assenza di operatore

Come funziona la nuova procedura per ottenere lo SPID in assenza di operatore?

La nuova modalità di emissione dello SPID prevede che il richiedente si registri sul sito del gestore, sul quale avvierà una sessione audio/video tramite la quale esibirà i documenti (carta d'identità e codice fiscale). Successivamente, riceverà un codice OTP (via SMS o app sul cellulare) che dovrà indicare come causale sul bonifico che andrà effettuato dal conto del richiedente, o da uno a lui cointestato. Una scelta, quella dell'OTP, mirata a evitare furti di identità. Dalle dichiarazioni del Garante, sembra che il bonifico sia l'unico metodo accettato: una soluzione decisamente curiosa, e forse non comodissima rispetto ad altre alternative. 

Tolta la parte dell'OTP, la procedura non è molto differente da quella attualmente in vigore, anche se c'è una differenza sostanziale: dall'altra parte dello schermo non ci sarà un operatore. Il flusso video verrà semplicemente registrato. Chi poi emette lo SPID sarà tenuto a far verificare le informazioni da un suo dipendente, anche se non in tempo reale. Il Garante ha anche stabilito che i gestori dovranno sottoporsi a dei controlli a campione, facendo verificare nuovamente l'audio-video a un secondo operatore così da minimizzare il rischio di abusi. Al termine di un periodo di test di sei mesi delle nuove procedure, l'Agid dovrà trasmettere al Garante un report con l'esito di queste verifiche, così da valutare l'efficacia del controllo di secondo livello.

L'Agid sarà anche tenuta a inviare al Garante i report settimanali (redatti dai gestori Spid) relativi alle richieste di rilascio respinte per profili critici connessi al trattamento dei dati personali. quelle configurabili come tentativi fraudolenti. 

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LORENZ001 Ottobre 2020, 20:38 #1
Fatto per tre familiari ben sei mesi fa: tutto online senza operatore e gratis (Poste Italiane). Per assurdo uno dei tre aveva già un account disponendo di PostePay, ed è stato quello che ha dato più grattacapi. Gli altri due fatti in circa 10-15 minuti ciascuno senza intoppi.
Therinai01 Ottobre 2020, 21:09 #2
Io l'ho fatto a inizio settembre e l'unico modo di farlo senza operatore era avere una firma digitale o una carta di identità elettronica, senza di esse al momento è necessario passare da un operatore, di persona o tramite webcam.
Poste fa solo verifica di persona, non tramite webcam.
E almeno quando l'ho fatto io l'unico operatore capace di fare istantaneamente la procedura via webcam è stato namirial.
Tutti gli altri richiedevano di prendere un appuntamento nei giorni successivi.
Inutile dire che con SIELTE (l'unico a fare lo spid via webcam gratis) i tempi di attesa erano nell'ordine dei 20 giorni ...
qaz01 Ottobre 2020, 21:29 #3
Fatto ormai da tempo con LepidaID, tutto on line senza problemi, con carta di identità elettronica.
aled197401 Ottobre 2020, 22:14 #4
secondo me dovrebbe farsi carico lo Stato di fornire una identità digitale a tutti i propri cittadini in modo gratuito ed univoco

sarebbe più semplice e sicuro, senza demandare questa o quell'altra società (privata o semi tale) a gestire qualcosa che serve molto (principalmente?) nei rapporti tra Stato e cittadino

ad ogni persona la propria identità: il suo codice fiscale @ qualcosa.stato

per i minori o chi incapacitato assegnazione dell'accesso al tutore legale demandato

fine di tutti i problemi da qui all'eternità


non che un organo dello Stato decide e delibera ma poi forse è soggetto a revisione da parte di un'altra parte dello Stato perchè quel servizio offerto da quel provider non rispetta il cavillo del sottopunto del punto del paragrafo di quanto regolamentato da una terza parte dello Stato stesso.... perchè se oggi va bene, conoscendo come funziona la burocrazia domani è facile che si incancrenirà tutto quanto

ciao ciao
ginogino6501 Ottobre 2020, 22:27 #5
L'identità digitale l'ho fatto un paio di mesi fa con le poste, senza nessun problema, ma mi chiedo adesso come farlo, per mia madre che ormai causa alzheimer avanzato non è più in grado di ragionare, senza considerare poi che attualmente sta in una rsa e causa coronavirus, sicuramente non la fanno uscire per andare alle poste o in altro luogo.
Senza considerare poi il problema smartphone, che naturalmente mia mamma, purtroppo non sa più che farsene, quindi dovrò usare il mio, ma con lo stesso numero di telefono è possibile gestione più di una identità digitale.
Therinai01 Ottobre 2020, 22:46 #6
Originariamente inviato da: aled1974
secondo me dovrebbe farsi carico lo Stato di fornire una identità digitale a tutti i propri cittadini in modo gratuito ed univoco

sarebbe più semplice e sicuro, senza demandare questa o quell'altra società (privata o semi tale) a gestire qualcosa che serve molto (principalmente?) nei rapporti tra Stato e cittadino

ad ogni persona la propria identità: il suo codice fiscale @ qualcosa.stato

per i minori o chi incapacitato assegnazione dell'accesso al tutore legale demandato

fine di tutti i problemi da qui all'eternità


non che un organo dello Stato decide e delibera ma poi forse è soggetto a revisione da parte di un'altra parte dello Stato perchè quel servizio offerto da quel provider non rispetta il cavillo del sottopunto del punto del paragrafo di quanto regolamentato da una terza parte dello Stato stesso.... perchè se oggi va bene, conoscendo come funziona la burocrazia domani è facile che si incancrenirà tutto quanto

ciao ciao


Ci hanno provato con la PEC, ai tempi, quando fu istituita questa fantastica invenzione (sono sarcastico, a scanso di equivoci), e il risultato è stato che dopo 2 o 3 anni hanno chiuso il servizio di stato, così, a cazzo de cane
Per quanto riguarda i servizi digitali lo stato non ha alcuna capacità, per questo delega delle aziende per erogarli.
Scarfatio01 Ottobre 2020, 22:52 #7
Originariamente inviato da: ginogino65
L'identità digitale l'ho fatto un paio di mesi fa con le poste, senza nessun problema, ma mi chiedo adesso come farlo, per mia madre che ormai causa alzheimer avanzato non è più in grado di ragionare, senza considerare poi che attualmente sta in una rsa e causa coronavirus, sicuramente non la fanno uscire per andare alle poste o in altro luogo.
Senza considerare poi il problema smartphone, che naturalmente mia mamma, purtroppo non sa più che farsene, quindi dovrò usare il mio, ma con lo stesso numero di telefono è possibile gestione più di una identità digitale.


Fatto per mia nonna di 97 anni. Chiami il postino a casa, paghi 15 euro e fa tutto lui. Ti serve però una email e uno smartphone per l'app. Altrimenti sulla tua devi fare sempre login-logout.
Scarfatio01 Ottobre 2020, 22:53 #8
Originariamente inviato da: LORENZ0
Fatto per tre familiari ben sei mesi fa: tutto online senza operatore e gratis (Poste Italiane). Per assurdo uno dei tre aveva già un account disponendo di PostePay, ed è stato quello che ha dato più grattacapi. Gli altri due fatti in circa 10-15 minuti ciascuno senza intoppi.


Con la carta d'identità elettronica sicuramente è facile. Viceversa o vai alla posta (gratis) o viene il postino da te (15 euro).
elgabro.01 Ottobre 2020, 23:17 #9
Io l'ho richiesto a poste e sto impazzendo perché la procedura non va a buon fine, quelli del call center continuano a non capire una mazza e ogni volta cade la linea e devo rispiegare il problema, adesso mi hanno passato ad un livello di assistenza superiore, che però ho dovuto rispiegare tutto il problema da capo e mi hanno detto che mi ricontatteranno tra 48 ore.

Insomma lasciamo perdere, esperienza estremamente negativa.
WarDuck01 Ottobre 2020, 23:21 #10
Originariamente inviato da: aled1974
secondo me dovrebbe farsi carico lo Stato di fornire una identità digitale a tutti i propri cittadini in modo gratuito ed univoco

sarebbe più semplice e sicuro, senza demandare questa o quell'altra società (privata o semi tale) a gestire qualcosa che serve molto (principalmente?) nei rapporti tra Stato e cittadino

ad ogni persona la propria identità: il suo codice fiscale @ qualcosa.stato

per i minori o chi incapacitato assegnazione dell'accesso al tutore legale demandato

fine di tutti i problemi da qui all'eternità


non che un organo dello Stato decide e delibera ma poi forse è soggetto a revisione da parte di un'altra parte dello Stato perchè quel servizio offerto da quel provider non rispetta il cavillo del sottopunto del punto del paragrafo di quanto regolamentato da una terza parte dello Stato stesso.... perchè se oggi va bene, conoscendo come funziona la burocrazia domani è facile che si incancrenirà tutto quanto

ciao ciao


Perfettamente d'accordo con te. Così come lo Stato emette dei documenti cartacei potrebbe fare la stessa cosa con questi servizi online, specie se poi ad un certo punto diventeranno obbligatori.

Ad esempio non ci vuole nulla a rilasciare una firma digitale gratuita (CA governativa) collegata all'identità di ogni cittadino di età maggiore ai 15/18 anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^