Huawei annuncia Microelectronics Innovation Lab, progetto di ricerca realizzato in collaborazione con l'Università di Pavia

Huawei annuncia Microelectronics Innovation Lab, progetto di ricerca realizzato in collaborazione con l'Università di Pavia

Huawei investirà nei prossimi 3 anni 1,7 milioni milioni di euro su Microelectronics Innovation Lab, laboratorio di ricerca nel campo della microelettronica e delle tecnologie ad alta frequenza realizzato insieme all'Università di Pavia

di , Vittorio Manti pubblicata il , alle 17:21 nel canale Innovazione
Huawei
 

Huawei sta investendo molto in Italia, sia in ricerca e sviluppo, sia in comunicazione. Un esempio è la mostra su Leonardo, ospitata al Castello Sforzesco di Milano, di cui il colosso delle telecomunicazioni è sponsor. È proprio in questa cornice che l'azienda ha tenuto una conferenza stampa durante la quale Thomas Miao, CEO Huawei Italia, ha illustrato il piano di investimenti. Oltre a spendere un totale di 1,2 miliardi di dollari in marketing e operation e 1,9 miliardi in procurement, Huawei investirà 50 milioni nei prossimi tre anni per ricerca e sviluppo. Parte di questi, 1,7 milioni di dollari, sono stati destinati al  Microelectronics Innovation Lab, progetto di ricerca e sviluppo realizzato in partnership con il Centro di Ricerca di Milano e l’Università di Pavia

Thomas Miao Huawei

"Questa nuova collaborazione con l’Università di Pavia è un’ulteriore conferma della centralità dell’Italia nella strategia globale di Huawei, testimoniata della forte volontà di investire nel Paese e nelle competenze presenti sul territorio" - ha commentato Thomas Miao, CEO di Huawei Italia - "Vogliamo fornire nuove opportunità per favorire l'attrattività dell’Italia e frenare la cosiddetta ‘fuga dei cervelli’ che ha contribuito alla creazione del divario digitale oggi esistente con gli altri Paesi dell’Unione Europea".

Microelectronics Innovation Lab, il nuovo laboratorio di ricerca sulla microelettronica e le tecnologie ad alta frequenza

Huawei Leonardo

La scelta dell'Università di Pavia come partner per il Microelectronics Innovation Lab non è casuale. L'ateneo pavese è un polo di eccellenza nella microelettronica, ambito in cui si concentrerà la ricerca sponsorizzata da Huawei. La guida del laboratorio sarà affidata al Professor Rinaldo Castello, che inizialmente si concentrerà sulla ricerca per lo sviluppo di nuove generazioni di dispositivi per applicazioni ottiche coerenti e non coerenti nelle tecnologie CMOS (Complementary Metal-Oxide Semiconductor) e FinFET (Fin-shaped Field Effect Transistor). L'obiettivo per i prossimi 3/5 anni è di estendere gli studi anche all'innovazione tecnologica nel campo dei semiconduttori per applicazioni wireless nel contesto del 5G. Renato Lombardi, (Direttore Huawei Milan Research Center), avrà il compito di coordinare il centro ricerche. 

"La partnership tra Università di Pavia e Huawei è parte di una alleanza destinata a disegnare il futuro del mondo" - ha affermato Fabio Rugge, Rettore dell’Università di Pavia - "Si tratta dell'alleanza tra università e impresa, tra intelligenza speculativa e sistematica, da un lato, e intelligenza produttiva e trasformativa dall'altro. L'incontro tra Unipv e Huawei non è dunque casuale. Si incontrano due realtà che si muovono all'interno di questa più grande dinamica e la interpretano entrambe nel segno della innovazione e della qualità pregiata. È da episodi come questo che si irradia l'energia di cui hanno bisogno il nostro Paese e il nostro pianeta".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan15 Luglio 2019, 22:16 #1
2.75 miliardi di euro sono tanta roba.
Unrue16 Luglio 2019, 15:24 #2
Immagino che tutto ciò che verrà prodotto avrà il brevetto Huawei. Giusto?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^