Quale soluzione SPID scegliere per accedere al sito dell'INPS e non solo

Quale soluzione SPID scegliere per accedere al sito dell'INPS e non solo

Con l'annuncio dell'eliminazione del PIN per accedere ai servizi dell'INPS, lo SPID è diventato uno strumento quasi indispensabile. Scopriamo come creare un'identità SPID e quale provider scegliere fra i tanti che erogano il servizio

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Innovazione
SPID
 

Ci si lamenta spesso dall'arretratezza dell'Italia in ambito digitale, soprattutto da parte della Pubblica Amministrazione che, oggettivamente, non è sempre efficace come si vorrebbe. C'è da dire che da tempo il Paese ha iniziato un lungo lavoro di trasformazione digitale della PA e sebbene questo percorso sia ancora lungi dall'essere completo, i cittadini hanno già a disposizione una serie di strumenti per facilitare il rapporto con le amministrazioni pubbliche, come lo SPID. 

SPID, un servizio sottovalutato dai cittadini

Lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un sistema nato per semplificare l'accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti. Ha iniziato a essere operativo verso la fine del 2015, e a giugno 2016 avevano già aderito 14 amministrazioni, fra cui l'Agenzia delle Entrate, INAIL, le Regione Lazie, Regione Piemonte. Col tempo l'utilizzo è stato esteso anche ad altre PA. 

Il suo vantaggio è che il cittadino non deve impazzire dietro a procedure lunghe e complesse per accedere ai vari servizi: pensiamo per esempio al PIN per accedere al sito dell'INPS, che per essere attivato richiede due codici, uno inviato via e-mail e il secondo tramite snail mail, la posta tradizionale. Praticamente, per accedere al sito INPS erano necessarie due settimane, durante le quali si doveva attendere l'arrivo di una lettera nella cassetta della posta contenente la seconda parte del codice. 

EntraConSpid


Un problema non da poco, soprattutto quando il tempo scarseggia, tanto che durante il lockdown il Governo è stato costretto a rivedere questa procedura, semplificandola per l'occasione e garantendo l'accesso ai servizi INPS con un solo codice, quello inviato in maniera digitale. E allo stesso tempo spingendo i cittadini a usare lo SPID, che fino a questo momento non ha avuto la diffusione che merita. I motivi sono vari, e sicuramente il rapporto non proprio idilliaco fra gli italiani e il digitale ha giocato il suo ruolo, così come il fatto che non tutte le PA, in particolare quelle locali, hanno seguito un percorso di trasformazione digitale. Un peccato, perché per alcuni servizi lo SPID è uno strumento incredibilmente comodo e, soprattutto, sicuro. 

A breve - il 1° ottobre - il sito di INPS dismetterà il PIN come metodo di identificazione e per accedere ai servizi del sito sarà necessario dotarsi di nuovi strumenti (ne abbiamo parlato qui): la CIE (Carta di Identità Elettronica), la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o lo SPID. Quest'ultimo è quello più semplice da ottenere e utilizzare: in teoria già molti dovrebbero avere una Carta di Identità Elettronica (il Governo parla di 14 milioni in circolazione), ma sono in tanti ad avere un vecchio documento di identità cartaceo valido. E farselo sostituire con quello nuovo non è così immediato, e potrebbe richiedere anche parecchie settimane in alcune città. Creare un'identità SPID, invece, è molto veloce e in molti casi anche gratuito. E non richiede di collegare un lettore di smart card al PC, al contrario di CIE e CNS. 

Esistono tre livelli di sicurezza dello SPID. Il primo permette di accedere attraverso una semplice combinazione di username e password. Il secondo aggiunge a questo un codice OTP, ottenibile via app (anche tramite autenticazione biometrica, come le impronte digitali) o tramite SMS, mentre il terzo, quello più sicuro, si appoggia un'autenticazione basata su certificati elettronici e - più avanti - potrà essere utilizzato per accedere anche a servizi di pagamento online convenzionati

Come ottenere lo SPID

Per dotarsi di SPID è necessario rivolgersi a un identity provider e avere a disposizione i seguenti documenti:

  • Un indirizzo di e-mail
  • Numero di cellulare 
  • Un documento di identità
  • La tessera sanitaria

Si può registrare uno SPID recandosi di persona negli uffici dell'Identity Provider oppure seguire una procedura online, che richiede l'utilizzo di una webcam per la verifica dell'identità oppure un lettore di smard card, nel caso si possieda già una CIE o un CNS. 

SPID: gli Identity Provider 

Al momento sono 9 gli Identity Provider cui rivolgersi per ottenere un accesso SPID. L'elenco aggiornato si trova a questo indirizzo. Non tutti sono uguali: alcuni non consentono di effettuare la procedura online, e bisogna quindi recarsi fisicamente per completare le pratiche. Alcuni offrono il servizio gratuitamente, almeno tramite webcam, mentre altri richiedono il pagamento di una piccola cifra. 

Aruba.it

Aruba_spid

Aruba offre tutti e tre i livelli di sicurezza SPID e permette di effettuare la procedura di registrazione sia online, usando una webcam, sia di persona, prendendo appuntamento presso gli uffici abilitati. Il servizio costa 14,90 euro.

InfoCert

InfoCert_SPID

InfoCert offre due livelli di sicurezza dello SPID (non offre il servizio di autenticazione tramite smart card, che comunque non è fondamentale per accedere ai servizi) e permette di gestire la procedura di persona, gratuitamente, recandosi in uno dei 4.000 InfoCert Point convenzionati )che includono anche alcune tabaccherie) oppure online. Chi ha già attivato una firma digitale o una CNS (carta nazionale dei servizi) potrà eseguire la procedura online senza alcuna spesa. Tramite webcam, invece, bisognerà pagare 13,90 euro, IVA esclusa.

IntesaID

Intesa_SPid

Chi abita a Torino può effettuare la registrazione di persona, recandosi presso la sede di Intesa in Strada Pianezza 289. La procedura può in ogni caso essere effettuata online, al prezzo di 24,99 euro. Intesa offre i primi due livelli di sicurezza SPID.

Lepida

lepida_spid

Il servizio di Lepida abilita i primi due livelli di sicurezza SPID e permette di effettuare la registrazione sia recandosi di persona nelle sedi Lepida, sia tramite webcam. Il servizio online sarebbe a pagamento, ma per tutta la durata dell'emergenza Covid è stato reso gratuito.

NamirialID

namirial-id-spid

Per registrarsi di persona bisogna recarsi presso la sede di Namirial, a Senigallia (provincia di Ancona). La procedura online tramite webcam, invece, costa 13,90 euro + IVA. Namirial garantisce i primi due livelli di sicurezza SPID.

PosteID

Poste SPID

PosteID è uno dei pochi Identity Provider a offrire tutte e tre i livelli di sicurezza SPID. Per attivarlo, basta recarsi in qualsiasi ufficio postale (gratuitamente) o, caso quasi unico, richiedere l'intervento di un operatore che si recherà a domicilio. In questo caso il prezzo è di 14,50 euro, IVA inclusa. La procedura online, gratuita, richiede invece la CIE e un passaporto. Non è possibile ottenere SPID tramite webcam con PosteID.

SielteId

SielteID

Sielte offre tutti i livelli di sicurezza e permette di effettuare la procedura sia di persona, prendendo appuntamento presso una sede Sielte, oppure online, tramite webcam, gratuitamente.

SpidItalia

SPIDITALIA

A meno di recarsi a uno degli eventi organizzati da SpidItalia, l'unico modo di registrare lo SPID tramite questo provider è la procedura online, al costo di 15 euro IVA esclusa. Abilita i primi due livelli di sicurezza.

TIMid

Timid_Positivo

Per effettuare la procedura di persona è necessario recarsi presso gli uffici TIM di Pomezia (in provincia di Roma). Altrimenti, la procedura va effettuata online, tramite webcam, al prezzo di 8,12 euro + IVA. Sono supportati due livelli di sicurezza.

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo14 Settembre 2020, 17:04 #1
Posteid spid level 2
TorettoMilano14 Settembre 2020, 17:08 #2
Originariamente inviato da: gd350turbo
Posteid spid level 2


offre pure il livello 3. immagino sia gratuito attivarlo
Svelgen14 Settembre 2020, 17:17 #3
@Toretto
Se non operi con pagamenti elettronici, il level 2 basta ed avanza.


A breve, giusto per restare in tema SPID, per ottenere il famoso e tanto agognato "bonus bicicletta", sarà bene munirsi di questo benedetto SPID perché per accedere all'applicazione fornita del ministero dell'ambiente, ci sarà appunto bisogno dello SPID.
Ad oggi, non mi risultano altri sistemi per l'accesso.
Marko_00114 Settembre 2020, 17:23 #4
"il 1° ottobre - il sito di INPS dismetterà il PIN come metodo di identificazione e per accedere ai servizi del sito sarà necessario dotarsi di nuovi strumenti"
ma solo per i nuovi utenti, per gli altri continueranno ad essere validi, e
rinnovabili, i PIN - le modalità e i termini dello switch-off dal PIN non sono
ancora stati resi noti.
CYRANO14 Settembre 2020, 17:26 #5
Originariamente inviato da: TorettoMilano
offre pure il livello 3. immagino sia gratuito attivarlo


infatti a me hanno dato il codice per lo Spid 3 tramite sms e non ho pagato nulla...



Csjlmhvknsjsljskslkss
Yramrag14 Settembre 2020, 17:40 #6
Se si ha una Tessera Sanitaria attivata come Carta Nazionale dei Servizi (e si ha un lettore per la tessera), è possibile attivare anche con aruba a costo zero, almeno fino al livello 2.
fraussantin14 Settembre 2020, 17:57 #7
Scusate se lo richiedo alle poste online é gratuito per sempre o poi fanno pagare in canone annuo?
Sam6414 Settembre 2020, 18:15 #8

Grande Italia

Ti Obbligano a passare al digitale (soldi compresi9 ma devi pagare.
Svelgen14 Settembre 2020, 18:22 #9
Originariamente inviato da: Yramrag
Se si ha una Tessera Sanitaria attivata come Carta Nazionale dei Servizi (e si ha un lettore per la tessera), è possibile attivare anche con aruba a costo zero, almeno fino al livello 2.


Sempre se rientri tra quelli che hanno la tessera compatibile, il browser compatibile, il sistema operativo compatibile e, non ultimo, il lettore di smarcard compatibile.
Perché tra formati, browser, driver e altro, è davvero un vero casino!

Originariamente inviato da: fraussantin
Scusate se lo richiedo alle poste online é gratuito per sempre o poi fanno pagare in canone annuo?


Per ora è gratis.
In futuro, spero che a differenza della posta elettronica certificata (sempre di poste), rimanga tale.
susetto14 Settembre 2020, 18:54 #10
Sono anni che utilizzo la tessera sanitaria con relativo lettore per fare molte cosette
con Kubuntu e Firefox, non ho mai avuto problemi

Quelli dell'INPS, non potevano fare un accesso impostato in maniera simile? ...

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^