Posticipato il debutto delle cpu Itanium Tukwila

Posticipato il debutto delle cpu Itanium Tukwila

Intel comunica di voler posticipare il lancio della nuova generazione di processori Itanium, così da poter implementare nuove funzionalità

di pubblicata il , alle 14:10 nel canale Private Cloud
Intel
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Crystal198806 Febbraio 2009, 16:41 #11
Originariamente inviato da: SwatMaster
1) Netbook: Intel probabilmente sta maledendo il giorno in cui ha tirato fuori l'Atom, che gli sta letteralmente mangiando via fette di mercato coperte da altre soluzioni. In poche parole si son tirati la zappa sui piedi, a Santa Clara, perchè Atom fa volume di vendita, ma profitti risicati. Meglio che AMD stia alla larga.
2) Notebook: AMD si sta inserendo bene con il Neo nel mercato degli ultrasottili, mentre nelle altre fasce concordo sul fatto che si debba imporre di più. Sopratutto perchè l'unione cpu+gpu non teme assolutamente le controparti Intel.
3) Server/Workstation: l'Opteron invece si fa ancora rispettare. Fatti un giro sulla notizia dell'altro giorno, in cui si parlava del supercomputer Sequoia, e guarda chi è che affianca i Cell.
4) Desktop: ti sei dimenticato di questa fascia, forse la più importante e quella che garantisce il maggior margine di guadagno e notorietà. Dovrebbe stipulare più accordi con più case distributrici di preassemblati, per guadagnare terreno su Intel. Attualmente, i Phenom II non hanno nulla da invidiare ai Core 2; quindi puntare sul marketing non sarebbe poi una cattiva idea, data la bontà dei suoi proci.

Il tutto imho.


Concordo in toto.. Tuttavia, se i7 i920 ti costa poco meno di 300€... un i5??? Rispetto agli attuali Phenom, potrebbe anche essere che gli i5 siano comunque più prestanti dei Phenom II...e il prezzo, in proporzione a i7, dovrebbe essere molto basso... quindi AMD in questo ambito.. o se ne esce fuori con HKMG e Ultra Low-K e comincia a piazzare procioni dal clock bello alto, consumi bassi e ancora maggiore tolleranza a tensioni alte + un bell'esacore attorno ai 3 ghz per workstatione/server ( e poi portarlo su desktop).... oppure se la vede brutta.
Ma visto che l'esacore è già stato annunciato per metà anno, almeno il mercato server lo vedo molto bene... bisogna poi vedere nel desktop quando arriveranno effettivamente gli i5.
Fx06 Febbraio 2009, 16:54 #12
SwatMaster: mah, i dati di vendita in realtà dicono che il netbook tende ad essere un di più e non un'alternativa, tant'è che si parla sempre di "nuovo mercato"

per quanto concerne gli ultrasottili, al di là delle nicchie nella nicchia normalmente vedo usare ancora core 2 con package custom

per quanto concerne gli opteron: non reggono assolutamente il passo già con gli attuali xeon (quelli con il core derivato dal core 2, per intenderci), figurarsi con quelli nuovi. l'unico ambito in cui effettivamente danno un vantaggio è sul floating point. per quanto riguarda l'esempio che hai fatto lascia il tempo che trova perchè quel supercomputer nasce dalla stretta partnership con ibm e non da questioni tecniche (poi tra l'altro ci sarebbe da discutere quando conviene mettere dei cell e quando conviene usare gpgpu, approccio più moderno)

per concludere, il fatto che i phenom ii non abbiano niente da invidiare ai core 2 mi fa capire che la tua posizione è frutto di una (legittima) tifoseria nei confronti di AMD. i phenom II hanno sicuramente ridotto di molto il divario tra amd e intel, però ometti il particolare che stiamo parlando di un processore nuovo contro un processore vecchio. il confronto nel 2009 dovrebbe essere tra phenom ii e core i7: il fatto che in realtà i paragoni si è costretti a farli con il processore uscente di intel è sintomatico di come AMD non sia riuscita a capitalizzare il suo momento d'oro, ai tempi dei pentium 4 e pentium D...

al tempo quando tutti s'esaltavano per ogni nuovo step dell'athlon 64 c'era qualcuno, tra cui il sottoscritto, che si chiedeva quando AMD avrebbe pensato alle nuove architetture al posto che ottimizzare quella attuale: la risposta è arrivata... tardi, molto, troppo tardi
SwatMaster06 Febbraio 2009, 16:55 #13
Originariamente inviato da: Crystal1988
Concordo in toto.. Tuttavia, se i7 i920 ti costa poco meno di 300€... un i5??? Rispetto agli attuali Phenom, potrebbe anche essere che gli i5 siano comunque più prestanti dei Phenom II...e il prezzo, in proporzione a i7, dovrebbe essere molto basso... quindi AMD in questo ambito.. o se ne esce fuori con HKMG e Ultra Low-K e comincia a piazzare procioni dal clock bello alto, consumi bassi e ancora maggiore tolleranza a tensioni alte + un bell'esacore attorno ai 3 ghz per workstatione/server ( e poi portarlo su desktop).... oppure se la vede brutta.
Ma visto che l'esacore è già stato annunciato per metà anno, almeno il mercato server lo vedo molto bene... bisogna poi vedere nel desktop quando arriveranno effettivamente gli i5.


Fuffa o verità, si dice che gli i5 avranno frequenze basse, quindi porteranno vantaggio solo ad applicazioni che sfruttano al meglio il multicore (l'HT c'è. I prezzi dovranno perforza essere -molto?- minori dell'i7 920, altrimenti non ne venderanno manco mezzo. Poi useranno un socket differente dal LGA 1366, ossia il 1160.
Adesso siamo OT, e non voglio continuare ad inquinare il thread, ma imho la mossa sbagliata di Intel è quella di creare socket differenti, rendendo difficoltosi gli upgrade. Quindi o la gente punterà direttamente agli i7, oppure rimarrà sui Core 2 per ancora molto tempo. AMD deve approfittare di questi passi falsi e tirar fuori le unghie, oppure rischia davvero d'esser tagliata fuori dai giochi.

Originariamente inviato da: Fx
SwatMaster: mah, i dati di vendita in realtà dicono che il netbook tende ad essere un di più e non un'alternativa, tant'è che si parla sempre di "nuovo mercato"

per quanto concerne gli ultrasottili, al di là delle nicchie nella nicchia normalmente vedo usare ancora core 2 con package custom

per quanto concerne gli opteron: non reggono assolutamente il passo già con gli attuali xeon (quelli con il core derivato dal core 2, per intenderci), figurarsi con quelli nuovi. l'unico ambito in cui effettivamente danno un vantaggio è sul floating point. per quanto riguarda l'esempio che hai fatto lascia il tempo che trova perchè quel supercomputer nasce dalla stretta partnership con ibm e non da questioni tecniche (poi tra l'altro ci sarebbe da discutere quando conviene mettere dei cell e quando conviene usare gpgpu, approccio più moderno)

per concludere, il fatto che i phenom ii non abbiano niente da invidiare ai core 2 mi fa capire che la tua posizione è frutto di una (legittima) tifoseria nei confronti di AMD. i phenom II hanno sicuramente ridotto di molto il divario tra amd e intel, però ometti il particolare che stiamo parlando di un processore nuovo contro un processore vecchio. il confronto nel 2009 dovrebbe essere tra phenom ii e core i7: il fatto che in realtà i paragoni si è costretti a farli con il processore uscente di intel è sintomatico di come AMD non sia riuscita a capitalizzare il suo momento d'oro, ai tempi dei pentium 4 e pentium D...

al tempo quando tutti s'esaltavano per ogni nuovo step dell'athlon 64 c'era qualcuno, tra cui il sottoscritto, che si chiedeva quando AMD avrebbe pensato alle nuove architetture al posto che ottimizzare quella attuale: la risposta è arrivata... tardi, molto, troppo tardi


Ho sbagliato io a non citare, nel mercato Netbook, anche i Nettop ed i vari mediacenter/muletti/serverini personali. Fatto sta che l'Atom viene spesso preferito al Celeron e/o ad altre soluzioni come i Core 2, ed è palese che ciò svantaggia il portafogli di Intel.

Il Neo, se non sbaglio, è entrato da poco nel settore, ma io lo vedo come una grande opportunità. Sempre ammesso che non mi stia confondendo, AMD ha già una sua evoluzione in cantiere.

Sinceramente non sono molto informato sul mercato Server, quindi mi fido di quel che dici tu. Ammetto di parlare un po' per sentito dire, più o meno quel che so lo devo alle varie discussioni leggiucchiate qui sul forum.
Comunque, partership o meno con IBM, sta di fatto che i supercomputer più prestanti fanno ampio uso degli Opteron, e questo mi fa pensare che Big Blue abbia fiducia in questi processori.

No, non ho nessun tipo di predilezione per AMD, anzi ho sempre avuto Intel. Oggettivamente hai ragione tu: il divario è stato ampiamente colmato dai Phenom II, ma sbagli a volerli confrontare con gli i7. Sono processori appartenenti a due fasce di mercato completamente differenti; prezzo e prestazioni ne sono le prove. E' evidente che AMD sta adottando la stessa tattica di ATI (ATI è di AMD, ma ci siam capiti): coprire dalla fascia medio-alta del mercato in giù, così da assicurarsi un maggior numero di potenziali clienti senza sprecarsi troppo per la nicchia alta. Phenom I ha floppato tantissimo per molti motivi, ma con Phenom II AMD si è dimostrata all'altezza della sua rivale.
Gli i7 fanno fatica ad ingranare, non so se hai letto la notizia di qualche giorno fa. La gente non ha bisogno di tutta quella potenza, perchè i software non riescono nemmeno a sfruttarla a pieno, a parte particolari ambienti pofessionali. E poi, diciamola tutta: togliendo il 920, i prezzi sono davvero proibitivi; e mettendo in conto l'intera piattaforma, si è costretti a sborsare una cifra non indifferente.
Metti insieme tutti questi fattori, più la difficile situazione economica mondiale, e capirai che la mossa di AMD è stata più che azzeccata.

Per quanto riguarda gli Athlon 64, è vero che son stati dei veri e propri gioiellini, ma devi contare che AMD non gode della stessa "fama" di Intel. Nessuno, o quasi, sa che esiste. Il marketing fa miracoli.
LMCH06 Febbraio 2009, 17:53 #14
Originariamente inviato da: Notturnia
itanium fa storia a se.. è un processore che faceva concorrenza con i risc dell'epoca e adesso vive in un mondo tutto suo per supercomputer.. probabilmente (se non sbaglio sennò correggetemi) è concorrente dei cell di ibm per i blade e applicazioni fini a se stesse..

dal vivo credo di non averne mai visto uno di itanium..


L'Itanium ha fatto concorrenza ai RISC ... solo perche Intel ci ha investito sopra cosi' tante badilate di soldi che ha fatto paura gli altri produttori.
La SGI aveva letteralmente abbandonato lo sviluppo dei MIPS "di fascia alta" e
si era schierata con Intel.
La Compaq che aveva acquisto quel che restava di DEC (incluse le cpu RISC Alpha), prima ancora di essere assorbita da Hp aveva "suicidato" lo sviluppo
delle cpu Alpha (perche Hp era schierata con Intel e per evitare problemi
con l'antitrust era meglio se ad eliminare la cpu "concorrente" fosse stata
Compaq stessa).
Poi invece quando e' uscito il primo Itanium a morire dalle risate sono stati
quelli che non si erano fatti intimorire (ma specialmente la IBM).
Il Merced (la prima generazione di Itanium) era cosi' scarso che le prendeva
da una cpu "morta e sepolta" (l'ultima serie delle cpu Alpha) e veniva
superato in prestazioni dagli Opteron di AMD.
La seconda generazione non e' stata un granche' ed anche questa ultima
serve solo a tener impegnate le fab "vecchie" di Intel.
Per ora l'unico vero motivo per cui Intel continua a produrre gli Itanium
e' che deve rispettare i contratti con Hp ed altri produttori che avevano
puntato su di esso.
Crystal198806 Febbraio 2009, 18:03 #15
EDIT: mi ero scordato che i Beckton sarebbero 8 core...
wolfnyght06 Febbraio 2009, 18:48 #16
mi han sempre affascinato gli itanium

ancora oggi sogno un mulo con 4 od 8 itanium


sbav!

nel calcolo distribuito spaccano ancora i vecchi modelli eheheheh


SO a 64bit e via

16gb di ram

lo accendi e lo spegni tra qualche anno
MenageZero06 Febbraio 2009, 22:07 #17
Originariamente inviato da: Crystal1988
Nel mercato server, dato che i processori che la fanno da padrone sono i Multi Processor e non i Dual Processor, direi che AMD è ancora la migliore scelta, in quanto i Beckton sono attesi per il Q3/Q4 e quindi ci sono ancora molti mesi per cui AMD, almeno nei server, non avrà problemi. Inoltre a metà hanno arriverà Istanbul a 6 core, che, se non ho fatto malaccio i calcoli, con frequenza a 3 ghz, dovrebbe essere alla pari con un Nehalem a 3,2 ghz con HT attivo (ma è una previsione fatta con dati in regressione..per altro, con pochi dati.. quindi, fate come se non avessi detto nulla :P). Inoltre, per un Nehalem, paghi 8 licenze, per un Shanghai ne paghi 4, per un Istanbul ne paghi 6... anche questo è da considerare attentamente..

Invece per il mercato workstation, è un pò problematica la faccenda AMD visto che per 5 mesi non potrà contrastare il Nehalem di forza pure.. certo, ha dalla propria i consumi generali del sistema e il fatto che si paga meno il discorso licenze, ma i sistemi AMD sono nettamente più lenti con lo Shanghai.
Fino all'Istanbul, dovrà sudare..


scusa come fa instanbul ad essere alla pari con nehalem(con clock leggermentre maggiore poi) quando fin'ora gli i7 hanno sempre mostrato performance, prima di trutto in termini di ipc sostanzialmente, mediamenete nettamente maggiori sia rispetto a c2 che ai k10(phenom2 compresi) ?

forse intendi un confronto tra un "k10-2" a 6 core con un i7 a 4 core in un test che preveda almeno 6 thread/processi cpu-intensive, ma non mi parrebbe il setup migliore per confrontare due arch. di cpu

a meno che non ricordi mali e istanbul non sia della famiglia k10 o sia un "k10-3" che implementi un grosso balzo prestazionale, nel caso sarebbe tutto un'altro discorso
Dreadnought07 Febbraio 2009, 02:17 #18
Gli itanium hanno mercato nei sistemi enterprise con partizioni hardware o virtuali, le macchine più famose che li montano sono i Superdome HP, con sistema operativo HP-UX.

Dove serve poter scalare da 2 a 128 CPU senza troppi problemi le architetture che usano itanium sono lì, quasi tutti gli itanium installati nel mondo sono per Database che richiedono elevate variazioni di carico, penso ad un database di una catena di distribuzione che di notte alle 3 ha si e no 4-5 ordini al minuto mentre il 24 di Dicembre ha 500 ordini al secondo e altrettante fatture.
Oppure qualche server di messaggistica SMS e/o Database transazionali di Banche.

Per fare la stessa cosa con un x86 devi passare ad un cluster o ad un sistema distribuito, con tutti i problemi del caso (programmazione MPI, difficoltà nella comunicazione tra nodi etc...), dopo 16-24 core già hai difficoltà a "omogeneizzare" un sistema.
Crystal198807 Febbraio 2009, 15:45 #19
Originariamente inviato da: MenageZero
scusa come fa instanbul ad essere alla pari con nehalem(con clock leggermentre maggiore poi) quando fin'ora gli i7 hanno sempre mostrato performance, prima di trutto in termini di ipc sostanzialmente, mediamenete nettamente maggiori sia rispetto a c2 che ai k10(phenom2 compresi) ?

forse intendi un confronto tra un "k10-2" a 6 core con un i7 a 4 core in un test che preveda almeno 6 thread/processi cpu-intensive, ma non mi parrebbe il setup migliore per confrontare due arch. di cpu

a meno che non ricordi mali e istanbul non sia della famiglia k10 o sia un "k10-3" che implementi un grosso balzo prestazionale, nel caso sarebbe tutto un'altro discorso


Stai parlando da un punto di vista architetturale, e sono d'accordo.
Ma parlando di mercato server (cioè quello di cui parlavo) non va guardato l'IPC single Thread ma quello Multi Thread essendo praticamente sempre utilizzate applicazioni che sfruttano il multi core.. A quel punto un Istanbul con la sola aggiunta dei 2 core, a 3 ghz dovrebbe raggiungere un Nehalem a 3,2 ghz con 4 core fisici (8 logici attivi)... ma tutto ciò senza contare il passaggio da ddr2 a ddr3, il probabile aumento del clock dell'NB ed il possibile utilizzo di HKMG e Ultra Low-K... queste 2 tecnologie (la prima già utilizzata da Intel) permettono di velocizzare le cache anche del 30% (minimo 15% con la sola ultra low-k)... ora, un programma come Cinebench, come gran parte dei rendering.. è palesemente velocity cache dependent per AMD... difatti i processori Shanghai e Phenom II hanno la possibilità di eseguire 9 operazioni contemporanee al proprio interno, cosa che non si può neanche in Nehalem.. ma uno dei problemi per cui ciò non avviene è proprio la lentezza della cache...

Ecco perché nel mercato Server un Nehalem a 4 core non sarebbe conveniente..discorso diverso invece per il Beckton, Nehalem a 8 core... Di per sé sarebbe più conveniente nonostante le licenze, grazie all'enorme potenza di calcolo... se non ci fosse il piccolo problema della banda:

Un Nehalem a 4 core, con 3 canali di ddr3 a 1600 mhz.. dopo i 3ghz di clock ha una calo dell'accrescimento dell'IPC..che è sempre più vistoso all'aumentare del clock. Ora un ipotetico Beckton a 2,4 ghz (perché a 45 nm è IMPOSSIBILE tenerlo più su... al massimo arriveranno a 2,66 ma dubito) utilizza 4 canali di ram... ma FB-DIMM.. 4 canali con moduli di FB-DIMM a 800mhz (non c'è di meglio per ora) danno la stessa banda dei 3 canali di ddr3 a 1600 mhz.. ma affinché non facessero da collo di bottiglia, ci vorrebbero 6,5 canali di FB-DIMM! Come faranno a sopperire a questo problema?
MenageZero07 Febbraio 2009, 16:10 #20
Originariamente inviato da: Crystal1988
Stai parlando da un punto di vista architetturale, e sono d'accordo.
Ma parlando di mercato server (cioè quello di cui parlavo) non va guardato l'IPC single Thread ma quello Multi Thread essendo praticamente sempre utilizzate applicazioni che sfruttano il multi core.. A quel punto un Istanbul con la sola aggiunta dei 2 core, a 3 ghz dovrebbe raggiungere un Nehalem a 3,2 ghz con 4 core fisici (8 logici attivi)... ma tutto ciò senza contare il passaggio da ddr2 a ddr3, il probabile aumento del clock dell'NB ed il possibile utilizzo di HKMG e Ultra Low-K... queste 2 tecnologie (la prima già utilizzata da Intel) permettono di velocizzare le cache anche del 30% (minimo 15% con la sola ultra low-k)... ora, un programma come Cinebench, come gran parte dei rendering.. è palesemente velocity cache dependent per AMD... difatti i processori Shanghai e Phenom II hanno la possibilità di eseguire 9 operazioni contemporanee al proprio interno, cosa che non si può neanche in Nehalem.. ma uno dei problemi per cui ciò non avviene è proprio la lentezza della cache...

Ecco perché nel mercato Server un Nehalem a 4 core non sarebbe conveniente..discorso diverso invece per il Beckton, Nehalem a 8 core... Di per sé sarebbe più conveniente nonostante le licenze, grazie all'enorme potenza di calcolo... se non ci fosse il piccolo problema della banda:

Un Nehalem a 4 core, con 3 canali di ddr3 a 1600 mhz.. dopo i 3ghz di clock ha una calo dell'accrescimento dell'IPC..che è sempre più vistoso all'aumentare del clock. Ora un ipotetico Beckton a 2,4 ghz (perché a 45 nm è IMPOSSIBILE tenerlo più su... al massimo arriveranno a 2,66 ma dubito) utilizza 4 canali di ram... ma FB-DIMM.. 4 canali con moduli di FB-DIMM a 800mhz (non c'è di meglio per ora) danno la stessa banda dei 3 canali di ddr3 a 1600 mhz.. ma affinché non facessero da collo di bottiglia, ci vorrebbero 6,5 canali di FB-DIMM! Come faranno a sopperire a questo problema?


non ho idea
ma ipotizzando solo per logica, se questo problema dovesse affossare tanto il beckton da rendere conveniente anche prestazionalmente una soluzione amd al suo posto, si può pensare che in intel qualcosa facciano lato memoria, in fondo il progetto nehalem già comprende un controller ddr3, e se usare ddr3 non fb-dimm anche sul fronte server può essere conveniente per amd, può darsi che lo diventi anche per intel ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^