SGBox punta all'internazionalizzazione con l'ingresso di Arrow come distributore

SGBox punta all'internazionalizzazione con l'ingresso di Arrow come distributore

L'azienda specializzata nell'omonima soluzione SIEM estende la presenza in Europa e medio-oriente, oltre ad entrare in Turchia e nel mercato africano. A spingere l'adozione è soprattutto la conformità normativa

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Security
SGBox
 

Alla fine dello scorso anno avevamo fatto il punto della situazione su SGBox, azienda che realizza l'omonimo SIEM. Dopo un anno positivo, con risultati in crescita, l'azienda ci aveva spiegato che per il 2021 intendeva puntare sull'espansione del mercato estero e proprio su questo sta concentrando gli sforzi. Anche con l'ingresso di un nuovo partner per la distribuzione, Arrow.

SGBox sceglie Arrow come partner per la distribuzione

Massimo%20Turchetto_CEO%20e%20Founder%20di%20SGbox.JPG

Arrow è un distributore focalizzato su prodotti per la cybersecurity e di conseguenza un partner ideale per SGBox. Come ci spiega Massimo Turchetto, CEO e fondatore dell'azienda, "Arrow è un distributore valido sia come supporto, sia per la parte di onboarding, grazie alle ottime competenze di cui sono dotate le sue risorse per la pre-vendita. E ha anche una parte di education, per noi molto importante". Arrow, infatti, non si limiterà alla mera distribuzione del prodotto ma si occuperà di gestire i corsi di certificazione al canale, che per SGBox rappresentano una parte fondamentale. Per l'azienda di cybersecurity l'orientamento attuale è quello ci concentrarsi sempre più nel vendere servizi, non software. Come, del resto, chiedono i clienti: "Sono pochissime le aziende che acquistano solamente il SIEM, circa il 10%", spiega Turchetto. Le altre si affidano a servizi gestiti, che SGBox insieme ai suoi partner eroga in due modalità. La più utilizzata, adottata da circa il 60% dei clienti, è il managed SIEM, e prevede di affidare la gestione del SIEM a un partner che si occuperà della configurazione e della successiva evoluzione. Altri clienti, circa il 20/30%, aggiungono a questo ulteriori servizi, come l'analisi degli incidenti e la successiva remediation.

SGBox guarda oltre i confini italiani (ed Europei)

La partnership con Arrow  ha permesso a SGBox di rafforzare la sua presenza in UE, ma l'azienda sta estendendo la sua presenza sul mercato del medio-oriente e si sta aprendo anche in Africa, appoggiandosi ad altri partner locali. SGBox è presente anche sul mercato turco e presto annuncerà il distributore per questa area. 

A guidare la crescita sono due fattori: da un lato la sempre maggiore importanza che le aziende danno alla cybersecurity, ma sicuramente il driver principale è quello della conformità normativa. In Europa il GDPR ha dato una notevole spinta all'adozione di questo tipo di soluzioni e ora che il resto del mondo sta seguendo la stessa linea, SGBox vuole cogliere ulteriori occasioni. L'espansione in Africa, per esempio, permetterà all'aziende di cogliere le opportunità che si stanno aprendo nella regione grazie al framework di cybersecurity in vigore nel paese, che impone specifici obblighi alle imprese che operano nell'area. 

L'impatto del cloud sul mondo SIEM

Cosa ha cambiato la massiccia diffusione del cloud per gli realizza SIEM? Secondo Turchetto, la principale differenza è da ricercare nell'interlocutore, che oggi è sempre più il service provider, in particolare nelle piccole aziende. Ma il cloud ha avuto un impatto anche sul modo di sviluppare, tanto che SGBox ora sta aggiungendo sempre più funzionalità destinate a chi offre il prodotto in modalità as-a-Service. 

SchemoL

Soprattutto, il cloud ha resto prodotti come il SIEM più accessibili, eliminando i CAPEX e permettendo alle aziende di avere solo spese operative, più facilmente gestibili. Questo vale anche per le realtà più strutturate, che per armonizzare i costi, sia di licenza sia di personale, stanno spostando la soluzione che avevano già acquistato e installato on-premise sulla nuvola.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^