Il 5G di Vodafone rivoluzionerà il settore sanitario

Il 5G di Vodafone rivoluzionerà il settore sanitario

Operazioni chirurgiche a distanza, monitoraggio remoto dei pazienti e sistemi di analisi e consulto medico da remoto... le applicazioni del 5G per il mondo sanitario sono pura fantascienza e Vodafone è in prima linea

di , Vittorio Manti pubblicata il , alle 13:41 nel canale TLC e Mobile
Vodafone5G
 

Lanciato da pochi mesi, il 5G si sta diffondendo nelle principali italiane e nel corso del 2020 la copertura si estenderà anche oltre le grandi città. Ancora oggi sono in molti a chiedersi i motivi di tutto l'hype dietro a questa tecnologia, in parte perché convinti che alla fine si tratti di un semplice 4G più veloce. In realtà la maggior velocità di trasferimento consentita dalle nuove reti è forse l'aspetto meno importante: il valore aggiunto di questa tecnologia è che permette di abilitare servizi e scenari che prima impensabili (a meno di realizzare complesse e costose linee dedicate) grazie alle bassissime latenze a all'altissima densità di dispositivi gestibili. Fra i settori che potranno trarre maggiori vantaggi dal 5G, quello della sanità è in prima linea, come è emerso durante l'evento 5G Healthcare - Vodafone Conference & Experience Day

Vodafone 5G Healthcare

L'importanza del 5G nel settore ospedaliero

Vodafone ha dato il via a numerosi progetti di innovazione basati sul 5G che interessano differenti settori: scuola, smarty city, mobilità, retaile e via dicendo. L'impegno nell'ambito sanitario è molto elevato e Vodafone ha già dato il via a 9 sperimentazioni in questo settore.

5GHealth

Fra queste, la più interessante e intrigante è sicuramente la chirurgia a distanza, la possibilità di effettuare operazioni chirurgiche a un paziente da remoto. Sì, se ne parla da tempo, ma questa volta Vodafone non si è limitata alle parole e il Professor Matteo Trimarchi, otorinolaringoiatra dell'IRCCS San Raffalele ha simulato un intervento chirurgico remoto in diretta, operando davanti ai giornalisti presenti al Vodafone Village su una laringe sintetica che si trovava in ospedale, a qualche chilometro di distanza. Un'operazione delicata che col 4G sarebbe stata impossibile a causa delle latenze troppo elevate

ChirurgaRemota

La telechirurgia, realizzato insieme all'Ospedale San Raffaele, è solo uno dei progetti ai quali Vodafone sta lavorando in ambito healthcare. L'azienda sta collaborando con Exprivia-Italtel e l'Istituto Clinico Humanitas a un progetto di telegestione e teleconsulto concepito per il mondo della radiologia. Grazie all'infrastruttura 5G i medici potranno scambiare in tempo reale video e immagini radiologiche DICOM a risoluzione elevatissima, garantendo anche la privacy delle informazioni. Un aspetto particolarmente innovativo è che i dottori potranno osservare da remoto non solo le immagini DICOM ma anche la strumentazione, potendo così controllare la consolle della macchina che viene utilizzata per la TAC o la risonanza magnetica, potendo così offrire indicazioni di metodo durante gli esami. 

Vale la pena di notare che anche non si tratta di un progetto sulla carta, ma di una soluzione concreta, che già oggi consente ai medici e i tecnici radiologi di condividere informazioni fra le due sedi di Humanitas, Rozzano e San Pio X

Insieme a Politecnico di Milano e Humanitas, Vodafone sta lavorando a un progetto di telemedicina per curare da remoto i pazienti, in questo caso specifico quelli affetti da problemi respiratori come asma e BPCO (BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva). Ai pazienti viene applicata una fascia "smart" che rileva in tempo reale tutta una serie di informazioni sullo stato fisico, dati che vengono inviati in tempo reale ai medici che possono avere il controllo della situazione e prevenire riacutizzazioni della malattia. Integrando il sistema con un sensore ambientale il medico potrà confrontare i dati inviati dalla fascia con quelli relativi alla qualità dell'aria, così da avere un quadro più completo.  

Il vantaggio di questa soluzione è un miglioramento della vita del paziente, che non deve recarsi frequentemente in ospedale per analisi, il contenimento dei costi per il sistema sanitario e la privacy, garantita dall'infrastruttura 5G. 

Non è finita qui: ambulanze connesse, wearable per lo sport e robotica di servizio

I tre progetti che abbiamo approfondito non sono gli unici a sfruttare il potenziale del 5G in ambito medico. La collaborazione di Vodafone con San Raffaele, Croce Rossa Italiana, Regione Lombardia e Altran ha permesso di realizzare un progetto di ambulanze connesse, tramite le quali i medici potranno monitorare lo stato del paziente in ogni istante, anche durante il trasporto: le videocamere installate sull'automezzo consentiranno di velocizzare l'identificazione dei soggetti, così da recuperarne la storia clinica, mentre la mappa digitale interattiva verrà usata per lo scambio di informazioni e la collaborazione delle varie professionalità coinvolte nell'emergenza

Insieme a L.I.F.E. Politecnico di Milano e Qualcomm Vodafone sta poi lavorando su dei wearable per atleti, che permettono di controllare da remoto le sessioni di allenamento degli sportivi così da dargli indicazioni su come migliorare le performance basandosi sui dati raccolti in tempo reale. 

La collaborazione con ITT (Istituto Italiano di Tecnologia), IBM e Ospedale San Raffaele ha permesso di sviluppare un progetto di robotica di servizio mirato a far interagire il robot umanoide R1 di ITT con i pazienti dell'ospedale: il piccolo robot potrà fornire indicazioni sulla struttura ma anche intrattenere gli ospiti, anche leggendo libri e giornali ai degenti

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
canislupus08 Ottobre 2019, 14:48 #1
Basta vedere le nuove fantastiche tariffe disponibili sul sito Vodafone per capire che il 5G ce lo faranno pagare a noi.
Sono veramente folli.
Partono da 19 euro al mese fino a 40 euro (certo GB illimitati... fino al limite che decidono loro)
polkaris08 Ottobre 2019, 15:13 #2
Vodafone propone una tariffa unica che include sia il 5G che la linea fissa? Se si, quanto costa? Sarebbe bello avere un'unica uscita mensile che includa tutto senza sorprese.
canislupus08 Ottobre 2019, 15:52 #3
Senza sorprese con Vodafone? Sono i maestri indiscussi delle rimodulazioni.
CatSitway08 Ottobre 2019, 16:41 #4
... cioè insegneranno a medici e strutture varie come rimodulare le parcelle in corso d'opera? ...
biometallo08 Ottobre 2019, 16:54 #5
Originariamente inviato da: canislupus
Senza sorprese con Vodafone? Sono i maestri indiscussi delle rimodulazioni.


Beh ma proprio per questo non c'è nulla per cui essere sorpresi se "Rimodulafone" ti aumenta la bolletta anzi, la cosa più sorprendente sarebbe non ricevere aumenti periodici.

C'è da dire che per il fisso pare che in caso di rimodulazioni basti provare a chiamare l'ufficio commerciale (attenzione non il 190 ma proprio l'ufficio commerciale) e lamentarsi degli aumenti per farsi abbassare la tariffa, e credo che valga anche per altri operatori... il successo non è assicurato (varia ovviamente da caso a caso, e credo anche da chi ci si ritrova dall'altra parte della linea) ma provare non nuoce.


comunque si può fare eccome, dico avere in un unica bolletta sia fisso che mobile, anzi ora con happy family o come caspita di chiama ti danno dai 50GB ai 100GB per ogni sim se leghi fisso e mobile assieme.
CatSitway08 Ottobre 2019, 17:24 #6
i miei operatori non devono essere chiamati da nessuno se non per i guasti, perchè se già l'amministrazione ti prende per i fondelli immagina il tecnico che mette le mani...
e cmq prima o poi inizieranno a gestire meglio il backoffice o peggio, avranno un monopolio talmente forte che la vena della retention si chiuderà.
tallines08 Ottobre 2019, 18:04 #7
Originariamente inviato da: canislupus
Senza sorprese con Vodafone? Sono i maestri indiscussi delle rimodulazioni.

Poco........ma sicuro............
Saturn08 Ottobre 2019, 18:06 #8
Quando sei sicuro di essere rimodulato infatti non è più una sorpresa.
Per questo si va sul sicuro, appunto senza sorprese...
kiprio09 Ottobre 2019, 11:20 #9
Originariamente inviato da: Saturn
Quando sei sicuro di essere rimodulato infatti non è più una sorpresa.
Per questo si va sul sicuro, appunto senza sorprese...


Punti di vista... comunque gli basta aprire bocca e la gggente corre ad attivare a 50euro a sim.

Mi ero dimenticato che in Italia avevamo ancora una compagnia di nome vodafone, il loro marketing mi attraversa non mi trasmette niente, mi lascia indifferente.
nello80009 Ottobre 2019, 11:36 #10
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://edge9.hwupgrade.it/news/tlc...ario_84822.html

Operazioni chirurgiche a distanza, monitoraggio remoto dei pazienti e sistemi di analisi e consulto medico da remoto... le applicazioni del 5G per il mondo sanitario sono pura fantascienza e Vodafone è in prima linea

Click sul link per visualizzare la notizia.




Che dire, proprio il trionfo del buon senso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^