Il Parlamento Europeo contro la sospensione dei servizi Internet

Il Parlamento Europeo contro la sospensione dei servizi Internet

Una votazione del Parlamento Europeo esprime la contrarietà verso l'adozione di misure contrarie alle libertà individuali

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale TLC e Mobile
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
VEKTOR14 Aprile 2008, 11:36 #11
Originariamente inviato da: Apocalysse
Io non sarei cosi contento: 314 a 297 sono pochissimi voti ... E' molto, molto preoccupante la cosa


Hai colto il punto: la differenza è veramente minima.
Per Sarko: ma cosa vi aspettate, che faccia il progressista?
Kivron14 Aprile 2008, 11:41 #12
Originariamente inviato da: WarDuck
Stai scherzando vero? Addirittura siamo arrivati alla violazione dei diritti dell'uomo? L'europa dovrebbe occuparsi di altro che di queste cose, tra l'altro non è vincolante, ogni paese potrà fare giustamente come vuole.

Se è illegale è illegale, inutile fare i paladini del peer2peer se poi sappiamo benissimo che al 90% circola robba protetta dal diritto d'autore.


Allora perchè non arrestiamo tutti gli Zingari/ExtraComunitari senza permesso di soggiorno, "se poi sappiamo benissimo che al 90% commetteranno dei reati?"
E' un discorso un pochettino troppo generico, non ti pare?
E' come dire (enfatizzando): "Hai commesso troppi reati in auto, ed io ti vieto anche di andare in Auto/Taxi/Autobus/Treno"... non mi pare logico.
Marci14 Aprile 2008, 12:47 #13
Originariamente inviato da: WarDuck
Stai scherzando vero? Addirittura siamo arrivati alla violazione dei diritti dell'uomo? L'europa dovrebbe occuparsi di altro che di queste cose, tra l'altro non è vincolante, ogni paese potrà fare giustamente come vuole.

Se è illegale è illegale, inutile fare i paladini del peer2peer se poi sappiamo benissimo che al 90% circola robba protetta dal diritto d'autore.


Originariamente inviato da: misocurdo
Dipende....
In linea di principio è giusto... Se si chiudono i negozi che vendono materiale tarocco non vedo perché programmi che si basano proprio sullo scambio di materiale teoricamente protetto debbano essere liberamente utilizzabili.
Questo è un problema che va risolto all'origine cambiando il concetto di diritti d'autore.... Ma se le regole che lo organizzano rimangono queste, una norma del genere ne sarebbe la naturale conseguenza...
Ovviamente si può fare lo stesso mettendo filtri molto pesanti all'utente, senza andare a privarlo totalemente della linea, in modo tale che possa unicamente usufruire di applicazione "legali"...
Ora ditemi su... Non mi interessa... Io sono il primo a dire che bisognerebbe rivedere il concetto di diritti d'autore.... Ma non bisogna difendere ad oltranza chi non compra MAI software originale... Sono come quelli che non pagano le tasse...


queste non sono cazzatine, in linea di principio non c'è nulla di giusto, e come se ad uno preso a rubare un cd in un negozio venisse vietato di mettere piede in tutti i negozi del mondo! è una violazione bella e buona dei diritti umani!
qui si parla di togliere internet tuout court e non di bloccare solo i software p2p
firestormrudy14 Aprile 2008, 13:03 #14
ma è una cosa inquietante! nel 200 quando si vuole instaurare una dittatura la prima cosa da fare è tagliare l'accesso a internet, in un secondo tempo aereoporti e porti.. ma prima di tutto internet...
( la tv e i giornali sono così manipolabili danon dover nemmeno essere chiusi..)
è mooolto inquietante...
OT: sako non ha la faccia uguale a tommy vercetti di gta?
misocurdo14 Aprile 2008, 13:06 #15
Originariamente inviato da: Kivron
Allora perchè non arrestiamo tutti gli Zingari/ExtraComunitari senza permesso di soggiorno, "se poi sappiamo benissimo che al 90% commetteranno dei reati?"
E' un discorso un pochettino troppo generico, non ti pare?
E' come dire (enfatizzando): "Hai commesso troppi reati in auto, ed io ti vieto anche di andare in Auto/Taxi/Autobus/Treno"... non mi pare logico.


Semplicemente perché non è così. Il 90% dei clandestini stranieri lavora in nero... Solo un 10% delinque. E in ogni caso per arrestare una persona devi provare la sua colpevolezza.
Non devi vietare l'uso del p2p devi solo controllare che non venga usato in modo illecito...
E' togliere una connessione a un utente recidivo serve solo come prevenzione al suo futuro uso in maniera illecita del p2p...
Comunque sono d'accordo che non si può privare una persona del suo diritto ad accedere ad internet... Ma le si può privare l'uso di programmi che ha dimostrato di non saper usare in modo lecito.
Pensa a un pirata della strada a cui è stata revocata la patente... O pensi che sia sbagliato anche questo?
K7-50014 Aprile 2008, 13:07 #16
Si parla di togliere internet, se un ragazzino fa la stronzata anche gli altri membri della famiglia rimangono a terra? Come principio sono d'accordo, al massimo metti filtri sulla linea e solo roba legale, se vado a scassinare la banca dati di una banca ok, pero' devo colmunque poter accedere ai servizi disponibili, altrimenti i certificati a distanza con smart card che me ne faccio?

Bisogna trovare l'equlibrio, perchè se si lascia fare dobbiamo aspettare solo il prossimo granduca Ferdinando digitale e via a WOW termonucleare globale...
Pikazul14 Aprile 2008, 13:41 #17
Originariamente inviato da: misocurdo
Semplicemente perché non è così. Il 90% dei clandestini stranieri lavora in nero... Solo un 10% delinque. E in ogni caso per arrestare una persona devi provare la sua colpevolezza.
Non devi vietare l'uso del p2p devi solo controllare che non venga usato in modo illecito...
E' togliere una connessione a un utente recidivo serve solo come prevenzione al suo futuro uso in maniera illecita del p2p...
Comunque sono d'accordo che non si può privare una persona del suo diritto ad accedere ad internet... Ma le si può privare l'uso di programmi che ha dimostrato di non saper usare in modo lecito.
Pensa a un pirata della strada a cui è stata revocata la patente... O pensi che sia sbagliato anche questo?


Hai centrato il punto, al pirata della strada si revoca la patente, non gli si toglie il diritto di circolare (a meno che non metta in pericolo altre persone, ma quello è un altro discorso)

Impedirgli di usare i p2p è un conto, impedirgli completamente l'accesso a internet è tutta un'altra storia.

Sarei daccordo con un "monitoraggio" intelligente, del tipo che si controlla la banda utilizzata dal recidivo, e se supera certi limiti sospetti, si organizza un controllo a sorpresa per vedere cosa sta effettivamente girando sul suo pc. Il tipo sarebbe scoraggiato a utilizzare il p2p, sia nel bene che nel male (provvedimento equivalente al ritiro della patente) ma potrebbe "circolare" come ogni altro libero cittadino.

Io un provvedimento così drastico lo leggo in tutt'altro modo.
Per me è come dire "Sappiamo che il fenomeno è diffuso, così dato che non possiamo controllare tutti facciamo leggi severissime per diffondere la paura". E non posso dire che mi piaccia, penso che le pene dovrebbero essere "giuste" e certe, non esagerate, terrorizzanti e random.
mau.c14 Aprile 2008, 14:49 #18
ma chi è il malato mentale che aveva proposto l'interdizione da internet per chi commette un reato??

scusate ma come cavolo fai a controllare una cosa del genere? e comunque che senso ha?
CUBIC8414 Aprile 2008, 14:57 #19
La votazione espressa dal Parlamento, comunque, non è di tipo vincolante e per questo motivo gli Stati Membri possono ancora portare avanti i rispettivi piani d'azione.


non cantiamo vittoria...

a volte mi chiedo che senso ha l'unione europea se poi tutti gli stati hanno leggi diverse
Kivron14 Aprile 2008, 15:08 #20
Originariamente inviato da: Pikazul
Hai centrato il punto, al pirata della strada si revoca la patente, non gli si toglie il diritto di circolare (a meno che non metta in pericolo altre persone, ma quello è un altro discorso)

Impedirgli di usare i p2p è un conto, impedirgli completamente l'accesso a internet è tutta un'altra storia.


Appunto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^