Nokia al MWC 2019: il 5G è qui, ma l'Europa resta indietro

Nokia al MWC 2019: il 5G è qui, ma l'Europa resta indietro

Conferenza stampa molto interessante del CEO di Nokia Rajeev Suri a Barcellona in occasione del Mobile World Congress 2019. Il messaggio forte è che il 5G è arrivato ma l’Europa rischia di rimanere indietro per i ritardi nell’assegnazione delle frequenze e per la perdurante frammentazione degli operatori

di pubblicata il , alle 18:50 nel canale TLC e Mobile
Nokia
 

Rajeev Suri, CEO di Nokia, ha aperto la conferenza stampa al MWC 2019 esprimendo un concetto molto chiaro: il 5G è arrivato ed è qui per restare. Solo pochi giorni fa Nokia aveva rilasciato i risultati del 5G Maturity Index, uno studio realizzato in collaborazione con Analysys Mason, con l’obiettivo di definire delle best practice per gli operatori nel roll out del 5G. Il benchmark prodotto da Nokia aveva confermato che oltre due terzi degli operatori a livello mondiale ritengono che il 5G permetterà di generare nuove revenue stream. Lo studio ha anche confermato che ci sarà una rapida adozione del 5G nella fase iniziale, ma poi assisteremo a un rallentamento del roll out e che ci vorranno 4/5 anni per arrivare a una copertura 5G del 75%.

Nokia: una strategia chiara per il 5G

Nokia, che oltre a produrre device consumer è soprattutto leader mondiale nelle soluzioni di networking, ha una strategia molto chiara per consolidare la sua posizione con l’avvento del 5G. La base della strategia di Nokia Networks si poggia sul fornire soluzioni end-to-end al mercato per costruire infrastrutture 5G, elemento questo ritenuto essenziale per garantire la sicurezza, la longevità e la scalabilità delle reti.

Nokia Rajeev Suri

Perché 5G non significa solo gestire il segnale radio, ma guidare ogni aspetto della nuova tecnologia, che nella visione di Nokia deve includere 5 componenti:

  1. Radio
  2. Connessione ultimo miglio
  3. Edge
  4. Software e Slicing
  5. Enterprise LAN

La componente Radio deve necessariamente prendere in considerazione anche la parte di IP Routing e le connessioni in fibra ottica che portano la banda alle antenne, con Nokia che oggi garantisce fino 25 Gb/s alla base station. Per la connessione ultimo miglio da sottolineare il lancio del fixed wireless gateway FastMile 5G, di cui è stata annunciata una trial con l’operatore australiano Optus e che, come già avvenuto negli USA, rappresenta il primo reale servizio attivo per i consumatori ad utilizzare il 5G.

Nokia FastMile 5G

In ambito Edge al MWC si potrà provare una soluzione di Realtà Virtuale realizzata da Nokia, che si è occupata della parte di connessione 5G, in collaborazione con Intel, legata al lancio del film Spiderman: Far from home. Essenziale, nella visione di Nokia, per lo sviluppo del 5G proporre delle soluzioni software a supporto dell’hardware anche in ottica Slicing. Per Slicing si intende virtualizzare a livello software l’infrastruttura di rete per fare in modo che ogni applicazione “veda” una rete ottimizzata, indipendentemente dall’hardware sottostante. Ultimo, ma non in ordine di importanza, tassello della strategia 5G di Nokia lo sviluppo di soluzioni proprietarie di rete per le grandi aziende basate su tecnologie 5G. Questo sarà un mercato in grande crescita, dove l’elemento della sicurezza sarà fondamentale e Nokia ritiene che proporre soluzioni end-to-end si rivelerà vincente.

5G: futuro incerto per l’Europa

In questo scenario molto articolato dello sviluppo del 5G il gap fra l’Europa e gli USA, ma anche nei confronti dell’Asia, rischia di allargarsi pericolosamente perché ci sono ancora troppe incognite sull’assegnazione delle frequenze nel Vecchio Continente e, a differenza delle altre aree geografiche, la frammentazione degli operatori rischia di diventare un freno allo sviluppo del 5G. Significativo in quest’ottica il recente annuncio in Italia di Telecom e Vodafone che hanno intenzione di unire le forze proprio per lo sviluppo della rete 5G, testimoniando che forse qualcosa si sta muovendo nella giusta direzione.

Rajeev Suri ha concluso la conferenza stampa al MWC con 5 previsioni sullo sviluppo del 5G:

  1. La sicurezza sarà sempre di più un elemento non negoziabile
  2. Gli operatori genereranno ricavi e profitti dal mercato enterprise 5G, soprattutto in ambito IOT
  3. Il 5G darà un forte impulso alla produttività globale (ordine di grandezza 30/35%)
  4. Il 5G continuerà a crescere per un decennio
  5. Non si parlerà a breve di 6G

Per maggiori informazioni sulle soluzioni di Nokia Networks potete visitare il sito ufficiale: https://networks.nokia.com/

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^