Notebook e netbook: la guerra ai dati di mercato

Notebook e netbook: la guerra ai dati di mercato

I sistemi netbook hanno contenuto le perdite in termini di volumi registrate dai produttori di PC, ma nulla possono per incrementare i fatturati

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale TLC e Mobile
 
42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lotharius15 Giugno 2009, 19:39 #11
Questo articolo non fa altro che confermare quanto gli utenti medio/ignoranti si siano fatti infinocchiare da Intel e dai vari produttori di netbook. Ci si è fatti convincere che un netbook sia un notebook economico, fino ad arrivare alla classica situazione del cane che si morde la coda: gli utenti cercano modelli con schermo sempre più ampio e funzionalità multimediali sempre più avanzate, con la conseguenza che i produttori trasformano i netbook in simil-notebook castrati ma comunque costosi, tagliando al contempo le gambe ad altre categorie di mercato, in questo caso i notebook, i quali nella maggior parte dei casi valgono i soldi spesi.
Quindi ora abbiamo netbook snaturati e sconvenienti e notebook svantaggiati e via via più costosi, a parte i CULV che rimangono però sempre inferiori ai classici notebook.

Conclusione: non si può sempre stare a sentire le richieste dei consumatori, perchè il 95% di essi non sa cosa vuole. Le aziende dovrebbero proporre prodotti dalle peculiarità ben specifiche e tali da differenziarli in un ventaglio di categorie ben distinguibili, invece di sovrapporle creando confusione e incongruenze fra costo e prestazioni/qualità.
romeop15 Giugno 2009, 19:55 #12
Sono appena tornato dagli USA e ho preso il 1000HE a 379 dollari, a quel prezzo conveniva eccome
devil_mcry15 Giugno 2009, 19:58 #13
ragazzi ma un netbook cn atom n270 , 1 gb di ram e 160gb di hdd acer costa sui 280... va benissimo
Ciobix15 Giugno 2009, 20:08 #14
Originariamente inviato da: Lotharius
Conclusione: non si può sempre stare a sentire le richieste dei consumatori, perchè il 95% di essi non sa cosa vuole. Le aziende dovrebbero proporre prodotti dalle peculiarità ben specifiche e tali da differenziarli in un ventaglio di categorie ben distinguibili, invece di sovrapporle creando confusione e incongruenze fra costo e prestazioni/qualità.


Ma dai, non si può dare la colpa ai produttori. Sono ignoranti i consumatori... E' normale che le imprese gonfiano i prezzi, fintanto che c'è chi è disposto a comprare. L'ignoranza va castigata, oppure curata con l'istruzione.
Stefano Villa15 Giugno 2009, 20:18 #15
Ok, il discorso ci può stare... Ma spendere più di 300 € per un netbook è sbagliato dai... ti ritrovi con una piattaforma vecchia e costosa, perchè ragazzi vendere netbook da 400 € con un n270 1 Gb di ram e il 945 è da scippatori, non stiamo a raccontarci stronzate... Se poi uno trova l'offerta e lo porta via a 200 € ben per lui, lo farei anche io, ma per una persona che lo usa un minimo per lavorare o che ci sta su delle ore, per il mio parere, questi catorci non valgono i soldi che ti chiedono
tmx15 Giugno 2009, 20:24 #16
i prezzi fanno pena perchè c'è un sostanziale MONOPOLIO.

(d'accordo, c'è VIA, e c'è AMD che si sta affacciando, ma che percentuale rappresentano?)

quindi Intel non è che si sveglia al mattino e, guardandosi allo specchio, decida di abbassare i prezzi.

la concorrenza in questo settore (netbook) è di là da venire...

Stefano Villa15 Giugno 2009, 20:47 #17
Il discorso regge fino ad un certo punto, il fatto è che c'è gente, stupida a mio modo di vedere, che spende 400€ per un netbook... E se questa gente non spendesse tutti questi soldi di certo i prezzi si abbasserebbero
CubeDs15 Giugno 2009, 21:31 #18
Leggendo un pò i post, mi viene un altro spunto di riflessione... Si giudica ignoranti e stupidi persone che comprano netbook, ma quello che mi chiedo io e questo: è più stupido e ignorante un utente che compra un notebook con dual core ecc ecc per vedere la posta, usare internet e office spendendo almeno 600 euro e oltre, oppure uno che ci fa le stesse cose ma che compra un netbook da 300 euro con il vantaggio che può portarselo appresso molto + comodamente. Se permettete è una domanda lecita visto che la maggior parte dell'utenza, un portatile, netbook o notebook che sia lo usa per operazioni standard da me citate prima. Poi se c'è una piccola fetta d'utenza che vuole un desktop replacement è un altro discorso. Il discorso è sempre quello a che serve + potenza se non viene sfruttata?
netcrusher15 Giugno 2009, 21:37 #19

Mamma mia come siete inkazzati!!!

Mamma mia quanto astio per i netbook di sicuro le vostre testimonianze rendono l'idea di quello che è il sentimento medio verso questa puzzosa categoria, sono degli schiacciapensieri dai, a chi li compra va bene pure una console o un cell che permette di fare le stranote combo pirlaccione (combo letale: messenger-facebook), il mercato è con le spalle al muro ed i guadagni li fanno oramai solo sui casual customers vedi Nintendo con la Wii......c'è poco da fare quando il fenomeno è di massa c'è sempre un lucro maggiore perchè la disinformazione è l'alibi che tutte le case produttrici usano per vendere a prezzi da aguzzino.....
Paganetor15 Giugno 2009, 22:49 #20
a me l'aspire one fa comodo perchè pesa veramente poco (1.2 kg), è compatibile con una marea di programmi (Windows avrà 1000 difetti, ma ha anche qualche pregio) e ci si fa più o meno di tutto (compatibilmente con le prestazioni dell'hardware) a un prezzo tutto sommato ragionevole.

altre soluzioni sono ottime, ma solo per alcune di queste caratteristiche: ci sono prodotti molto piccoli ma che costano un botto, o più piccoli che però usano SO proprietari, o ancora che fanno di tutto e di più, ma pesano 3 chili...

sinceramente non mi sento "truffato": questo prodotto è venuto incontro a una mia esigenza e, per il prezzo che l'ho pagato (399 euro) fa quello che deve. e pure bene

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^