Wi-Fi 7: per Qualcomm si può arrivare a 33 gigabit al secondo

Wi-Fi 7: per Qualcomm si può arrivare a 33 gigabit al secondo

La società annuncia le prime soluzioni chipset Wi-Fi 7 previste per il debutto nella seconda metà del prossimo anno: si può arrivare fino a 33 gigabit al secondo con una versione quad-band

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale TLC e Mobile
Qualcomm
 

Qualcomm ha rilasciato alcune informazioni dettagliate circa i chip Wi-Fi 7 che, con grossa probabilità, diventeranno realtà all'interno di prodotti commerciali previsti per il debutto nel corso del prossimo anno.

Laddove la Wi-Fi Alliance aveva già avuto modo di indicare che la tecnologia Wi-Fi 7 potrà offrire un throughput massimo di "almeno 30 gigabit al secondo", Qualcomm (che è membro della Wi-Fi Alliance) ha fatto sapere nei giorni scorsi che la sua piattaforma Network Pro Series Gen 3 sarà in grado di supportare una velocità fino a 33 gigabit al secondo. Come sempre si tratta di indicazioni teoriche, che potrebbero essere raggiungibili nel concreto solo in casi particolari e con apparati di rete e connessioni di alto profilo. Nonostante ciò si tratta comunque di un passo avanti significativo rispetto ai 9,6 gigabit al secondo propri dello standard Wi-Fi 6.

La connettività Wi-Fi 7 offrirà latenze inferiori e minor jitter ed è pensata per rispondere ai requisiti delle nuove applicazioni che sfruttano la rete in maniera intensiva, come la realtà virtuale e aumentata, lo streaming video 4K, e le istanze cloud computing e cloud gaming. Wi-Fi 7 sfrutterà la banda dei 6GHz come il predecessore, ed espande il supporto della larghezza del canale fino a 320MHz, rispetto ai 160MHz attuali.

Qualcomm ha annunciato due offerte tri-band e due quad-band per usi domestici e aziendali. In particolare sarebbe la soluzione quad-band Network Pro 1620 ad essere in grado, anche per l'uso con router mesh domestici, di raggiungere la velocità di 33,1 gigabit al secondo.

A questo punto è bene rammentare che la Wi-Fi Alliance non ha ancora completato e ratificato il nuovo standard, ma ciò non sta scoraggiando i produttori dei chipset WiFi (oltre a Qualcomm, anche MediaTek e Broadcom) ad individuare nel 2023 l'anno di debutto per la tecnologia Wi-Fi 7, e più precisamente nel corso della seconda metà dell'anno.

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io78bis07 Maggio 2022, 15:36 #1
Ma si può sapere a che servono??? Le connessioni verso l'esterno di qualsiasi edificio, non di R&D raramente raggiungono i 5Gb/s.

E all'interno dell'edificio/abitazione chi può mai avere bisogno di 30Gb/s nemmeno se ci fossero 10dispositii connessi ci sarebbe quell'esigenza di banda.
Axios200607 Maggio 2022, 17:58 #2
Originariamente inviato da: io78bis
Ma si può sapere a che servono??? Le connessioni verso l'esterno di qualsiasi edificio, non di R&D raramente raggiungono i 5Gb/s.

E all'interno dell'edificio/abitazione chi può mai avere bisogno di 30Gb/s nemmeno se ci fossero 10dispositii connessi ci sarebbe quell'esigenza di banda.


Big numbers fini a se stessi! Marketing...
bancodeipugni07 Maggio 2022, 18:45 #3
e i pacchetti ?

sempre 1500 ?

e le latenze come diventano ?
n'anno per l'altro ?

e visto lo spettro di canale... 33gb al netto di interferenze ?

vero ?
marconwps07 Maggio 2022, 23:09 #4

NO !!

Non sono big number fini a se stessi!! Ci sono applicazioni anche consumer che necessitano di una banda larga per poter mandare tutti i dati a destinazione cito a titolo di puro esempio un visore di realta' virtuale con risoluzione a 12k con una banda cosi alta non sarebbe necessario inserire unita' dedicate per la decompressione dei pacchetti spediti. Al momento il WiGig a 60GHz, conosciuto notoriamente come 802.11ad arriva ad una velocità massima di 8Gbps - circa 1 GB per secondo - ad una distanza di un massimo di 10 metri e parlo di una tecnologia del 2016. Il suo successore 802.11 ay dovrebbe uscire con una velocità teorica di 30 Gbps con 30 metri di raggio di copertura , anche se si parla di implementazioni a 200 Gbps e 300 metri di portata in campo aperto. Ben contento se escono altre implementazioni magari con prezzo di accesso nettamente PIU POPOLARI. Saluti a tutti ... e si e' in arrivo un visore CONSUMER da 12k da parte di Pimax.
aqua8408 Maggio 2022, 09:24 #5
Originariamente inviato da: marconwps
Non sono big number fini a se stessi!! Ci sono applicazioni anche consumer che necessitano di una banda larga per poter mandare tutti i dati a destinazione cito a titolo di puro esempio un visore di realta' virtuale con risoluzione a 12k con una banda cosi alta non sarebbe necessario inserire unita' dedicate per la decompressione dei pacchetti spediti. Al momento il WiGig a 60GHz, conosciuto notoriamente come 802.11ad arriva ad una velocità massima di 8Gbps - circa 1 GB per secondo - ad una distanza di un massimo di 10 metri e parlo di una tecnologia del 2016. Il suo successore 802.11 ay dovrebbe uscire con una velocità teorica di 30 Gbps con 30 metri di raggio di copertura , anche se si parla di implementazioni a 200 Gbps e 300 metri di portata in campo aperto. Ben contento se escono altre implementazioni magari con prezzo di accesso nettamente PIU POPOLARI. Saluti a tutti ... e si e' in arrivo un visore CONSUMER da 12k da parte di Pimax.


Ah bé certo, il Visore…
Una cosa che proprio non può mancare nelle case di tutti

Altre cose inutili da elencare che hanno bisogno di una banda così larga?
Darkon08 Maggio 2022, 09:40 #6
Originariamente inviato da: aqua84
Ah bé certo, il Visore…
Una cosa che proprio non può mancare nelle case di tutti

Altre cose inutili da elencare che hanno bisogno di una banda così larga?


Streaming video da NAS o WEB a più televisori contemporaneamente.

Content creator ad esempio twitcher che usano più telecamere contemporaneamente.

Sviluppo dell'IoT sempre più capillare ad esempio tutte le telecamere di sicurezza interne ed esterne con registrazione.


Se poi mi domandi se è una cosa per il singolo appartamento di un single può pure darsi di no questo è ovvio come tante cose non sono per tutti. Allo stesso modo in cui in casa mia penso di aver superato 50/60 oggetti smart sempre connessi mentre a casa di amici non collegano nemmeno la tv al wifi (che poi ci sarebbe da capire perché hanno comprato una smarttv se non la collevano ma vabbè.
al13508 Maggio 2022, 11:23 #7
Originariamente inviato da: aqua84
Ah bé certo, il Visore…
Una cosa che proprio non può mancare nelle case di tutti


Altre cose inutili da elencare che hanno bisogno di una banda così larga?


ne riparleremo tra qualche anno
bancodeipugni08 Maggio 2022, 11:56 #8
cmq cosi' è scritto per le scuole elementari, troppo approssimativo, sembra n'articolo di famiglia cristiana...

almeno citassero informazioni tipo presenza di jumbo frames e che dimensione, latenze medie, gestione dello spettro e sua flessibilità, impatto nei consumi..
aqua8408 Maggio 2022, 12:21 #9
Originariamente inviato da: al135
ne riparleremo tra qualche anno


Ah va bé, quello ok
Un po’ come le auto elettriche che si ricaricano in fretta, hanno migliaia di km di autonomia e costano poco… Ne riparleremo tra qualche anno.

É la risposta che va bene un po’ con tutto
al13508 Maggio 2022, 12:51 #10
Originariamente inviato da: aqua84
Ah va bé, quello ok
Un po’ come le auto elettriche che si ricaricano in fretta, hanno migliaia di km di autonomia e costano poco… Ne riparleremo tra qualche anno.

É la risposta che va bene un po’ con tutto


si ma la tecnologia va studiata e sperimentata in anticipo, non dopo. è sempre stato cosi, in tutti i settori.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^