Hard disk SMR: Western Digital, Seagate e Toshiba mancano di trasparenza. Facciamo il punto

Hard disk SMR: Western Digital, Seagate e Toshiba mancano di trasparenza. Facciamo il punto

Western Digital, Seagate e Toshiba hanno confermato di non aver fornito informazioni veritiere o corrette circa l'impiego della tecnologia SMR nei propri hard disk. Un fatto che portato alcuni utenti ad acquistare prodotti inadatti ad alcuni casi d'uso. Facciamo il punto su cos'è la tecnologia SMR e perché è importante.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Device
Western DigitalSeagateToshiba
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
[K]iT[o]23 Aprile 2020, 10:18 #21
La prima scrittura avviene su un'area "cache" che funziona in modalità CMR, per poi essere riscritta nelle aree SMR quando l'unità è a riposo, quindi anche se spegni normalmente non si perde niente, se superi le dimensioni della cache il disco si "blocca", nel senso che non accetta più niente finché non svuota prima la suddetta cache.
Cfranco23 Aprile 2020, 14:14 #22
Vatti a fidare
E adesso vado a vedere le serie di tutti i dischi che ho
Busone di Higgs23 Aprile 2020, 15:12 #23
Originariamente inviato da: [K]iT[o]
... se superi le dimensioni della cache il disco si "blocca", nel senso che non accetta più niente finché non svuota prima la suddetta cache.


Che tipo di blocco e'?
Su due dischi archive che usavo dei veri e propri blocchi non lo ho mai visti;
due soli sintomi sono comparsi; nel primo caso si tratta di rallentamento della scrittura ma dato l'indicazione era un valore medio e non sono sceso nei dettagli non ho verificato se si tratta di rallentamenti netti o a trati o altro.
Il secondo sintomo compare usando un programma di nome hddscan che uso per testare l'integrita' dei dischi, in quanto questo programma ti dice qual'e' il tempo necessario per leggere un settore durante una lettura sequenziale; se ci sono problemi alcuni settori devono essere riletti piu' volte e il tempo impiegato nella lettura viene rappresentato con un colore diverso, cosi' anche quando lo smart non da' segni si puo' intuire che c'e' un problema in corso e decidere di clonare il disco (usate la ricerca immagini per i dettagli).
Sui dischi della serie archive, questi settori colorati diversamente compaiono spesso e all'inizio ho sospettato che il disco fosse stato sbattuto dal corriere, per poi rendermi conto comparandolo con dischi identici che "son tutti cosi'" e ci ho messo una pietra sopra.
Questo mi fa pensare che a cache esaurita il disco non stalli brutalmente ma semplicemente porti le operazioni in parallelo riducendo notevolmente le prestazioni;

in caso di raid enterprise come fanno alcuni datacenter, se il firmware del raid non conosce il comportamento di tali dischi allora e' possibile che vengano disconnessi

Anche l'adattatore usb3 probabilmente malfunzionava non appena il disco stallava (lo stallo bloccherebbe il dialogo del firmware con la usb in quanto in attesa del dato, e questo causerebbe la disconnessione), mentre un adattatore usb3 di generazione piu' recente non presenta il problema.

edit: un disco archive seagate da 8tb presente alla scansione numerosi settori verdi alcuni arancione; se un disco qualsiasi presenta una situazione simile, provvedo alla sostituzione del disco e tengo quello in oggetto come storage per dati non importanti.
Totix9224 Aprile 2020, 14:54 #24
Quindi i Seagate Ironwolf non sono SMR, ho fatto bene a prendere questo per il mio NAS
[K]iT[o]25 Aprile 2020, 07:47 #25
La "risposta" di WD https://blog.westerndigital.com/wd-red-nas-drives/

Sembrano dispiaciuti (di essere stati scoperti)...
dirac_sea25 Aprile 2020, 16:52 #26
Originariamente inviato da: Totix92
Quindi i Seagate Ironwolf non sono SMR, ho fatto bene a prendere questo per il mio NAS

Sinceramente lieto per te, io invece ho preso un Toshiba P300 e... zac! SMR come "bonus" (e nel datasheet non era menzionato).
Ma hai scelto consapevolmente o invece è stato per puro ? In ogni caso, non è giusto né che l'utente finale debba possedere intuito degno di Sherlock Holmes, né che debba confidare sul fattore "C" (vedi icona precedente)

Originariamente inviato da: [K]iT[o]
La "risposta" di WD https://blog.westerndigital.com/wd-red-nas-drives/

Sembrano dispiaciuti (di essere stati scoperti)...

Ho avuto la stessa tua impressione...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^