Decreto Ristori 5 in arrivo per dare nuovi aiuti a partite IVA e imprese

Decreto Ristori 5 in arrivo per dare nuovi aiuti a partite IVA e imprese

Sarebbe in arrivo il decreto Ristori 5, che punta a portare nuovi aiuti alle partite IVA e alle imprese colpiti dalle misure restrittive causate dalla pandemia. Molte le novità di questo decreto, a partire dal cambio nelle modalità di calcolo

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Innovazione
Contributi imprese
 

Il Governo si appresterebbe a varare il decreto Ristori 5, nonostante i tempi stringano per l'approvazione. All'interno di tale provvedimento saranno contenute nuove misure per dare aiuto a imprese e partite IVA in difficoltà per le misure di contenimento della pandemia, sia come contributi a fondo perduto che come fondi per cassa integrazione, decontribuzione, stralcio delle tasse e NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego, l'indennità di disoccupazione).

Nuovi aiuti alle partite IVA e alle aziende con il decreto Ristori 5

Decreto Ristori 5 in arrivo

Il decreto Ristori 5, che arriva a circa due mesi dal Ristori quater, continuerà nel solco dei precedenti decreti Ristori a fornire fondi e aiuti alle aziende e alle partite IVA in difficoltà a causa della pandemia in atto. Contrariamente ai precedenti, però, verrà introdotto un nuovo meccanismo di calcolo degli aiuti: se prima, infatti, tale calcolo veniva affidato al confronto con il mese di aprile, con il decreto Ristori 5 si punta invece a uno strumento che divida più equamente le risorse, come affermato dal Ministro all'Economia Patuanelli ("dovrà essere ristorata l’azienda per il danno che ha ricevuto in relazione al calo di fatturato, ai costi fissi che ha avuto e a quanto ha già ottenuto come sostegno, seppur limitato, da parte del Governo").

Il punto di vista cambierebbe dunque andando a concentrarsi sull'intero anno 2020. Intenzione del Ministro sarebbe anche di superare il limite costituito dai codici ATECO, che finora hanno caratterizzato tutte le misure precedenti, così da allargare quanto più possibile la platea degli aventi diritto ai ristori: "Le soglie in altri Paesi sono molto alte, per esempio in Francia [vanno] dal 50 al 75%. Sono favorevole a uscire dal perimetro dei codici ATECO e studiare criteri più generali, ma questo richiede soglie adeguate perché dobbiamo utilizzare risorse che non sono infinite."

In questo modo si potrebbero distribuire risorse anche a quelle attività e a quei professionisti che prima erano esclusi ma che hanno subito un impatto indiretto sulle proprie attività. L'entità degli aiuti dipenderà comunque da una combinazione di calo del fatturato, costi fissi da sostenere e aiuti già ricevuti.

Oltre ai contributi a fondo perduto si starebbero valutando ulteriori misure: tra queste sono previsti 1,5 miliardi per la decontribuzione dei lavoratori autonomi, un nuovo periodo di cassa integrazione e un intervento sull'indennità di disoccupazione (NASpI).

Intervento particolarmente rilevante è quello dello stralcio delle tasse: il Governo starebbe predisponendo l'uso di 5,3 miliardi sia per spostare le scadenze fiscali e sia per stralciare una parte delle tasse dovute nel 2021. La misura sarebbe comunque collegata a un calo di fatturato, come per quanto riguarda i ristori.

Secondo le ultime voci di stampa il Governo dovrebbe approvare la misura all'interno del prossimo Consiglio dei Ministri, domenica 31 gennaio, ma sembra altresì che si possa slittare a una data successiva visti gli impegni attuali legati alle consultazioni.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Saturn29 Gennaio 2021, 09:13 #1
Auguri sinceri per gli interessati. Io nonostante siamo arrivati al Rocky5 dei Ristori, vedo tantissime attività della mia città che una dopo l'altra alzano bandiera bianca e chiudono per sempre.
Ripeto auguri per gli interessati di farcela e resistere, di cuore.
Poty...29 Gennaio 2021, 09:26 #2
è tutto inutile se tutto ciò arriva sempre e costantemente in ritardo... i ristoratori chiudono...la burrocrazia cone sempre è il male di questo paese
Notturnia29 Gennaio 2021, 10:25 #3
ristori ridicoli, in ritardo e non per tutti quelli colpiti..
una schifezza all'italiana gestita da gente scollegata dal mondo reale.
ditte che hanno un calo di fatturato del 29% che si vedono chiudere la porta in faccia..
ditte che perdono il 40% che ricevono ristori che non cambiano il problema..
gente che ha visto il proprio fatturato scendere di cento mila euro e che ricevono un ristoro di 5 mila euro con cui non paga due stipendi..

l'economia deve ripartire .. i ristori sono giochini tardivi e molto poco utili..

gli aiuti servono ma servono per farci ripartire e non per prendere per i fondelli.. il governo stanzia 5.3 miliardi per una misera platea di aziende in crisi quando ogni anno vengono dati 7 miliardi per il reddito di cittadinanza a gente che sta a casa senza produrre reddito.. qualche altro miliardo per i clandestini.. etc..

come si puo' pensare di ripartire se il grosso dei soldi non viene dato alle aziende che ha prodotto reddito ma a chi non fa che pesare sulle tasse delle aziende ?

lo stralcio delle tasse.. si.. pensano di non far pagare le tasse alle aziende in crisi.. le aziende in crisi hanno bilanci in rosso.. non pagano le tasse perchè non hanno prodotto utili.. che stralcio sarebbe non far pagare ad aziende che non devono pagare ?.. e quando pensano di ridarci i soldi che abbiamo come credito nei confronti dello stato ? io li aspetto dal 2018... devo fallire prima di riavere i miei soldi ?..

quando pensano di ridurre il loro reddito e portarlo in linea con l'efficacia del loro lavoro ?.. producono zero.. prendano zero..
canislupus29 Gennaio 2021, 10:48 #4
Premesso che questa news è ad alto rischio di ban (per motivi politici).
Non entro nello specifico del provvedimento.
Attesto solo che in Italia abbiamo una grande difficoltà ad attuare misure efficaci e mirate perchè vi è molta OSCURITA' (così siamo political correct ).
I ristori probabilmente sono molto limitati nelle loro potenzialità, ma ad oggi faccio molta fatica in tv a vedere le dichiarazioni dei redditi dei vari soggetti per poter quantificare effettivamente l'inefficacia della misura.
aqua8429 Gennaio 2021, 10:56 #5
Originariamente inviato da: Notturnia
il governo stanzia 5.3 miliardi per una misera platea di aziende in crisi quando ogni anno vengono dati 7 miliardi per il reddito di cittadinanza a gente che sta a casa senza produrre reddito..


Io non so (ma immagino) come abbiano potuto generare quella schifezza che si chiama Reddito di Cittadinanza, che PUNTUALMENTE, come le pensioni di invalidità truccate, vanno a CHI NON GLI SPETTA.

Buttare in politica la discussione qui in Italia purtroppo è troppo facile, considerando che mai nessun governo fino ad oggi è riuscito a fare qualcosa di giusto dall'Inizio alla Fine.
Tutti bravi a parole, a volte anche con i fatti, ma in partenza, poi si perdono lungo la via...

Però quando c'è da votare per tagliare i vitalizzi e/o benefit fanno sentire subito la loro voce!
domthewizard29 Gennaio 2021, 11:00 #6
pandemia che dura da un anno ma ristori che arrivano ogni 3 mesi (quando va bene, io ne ho avuto solo uno), spese da sostenere mensilmente come se nulla fosse accaduto. ed in più con questi soldi bisogna anche pagarci 150-200€ di adeguamento del registratore di cassa per la lotteria degli scontrini (per non parlare di chi ha dovuto addirittura comprarlo, altri minimo 500€ andati)


e non parlo del bonus vacanze, una porcata che neanche il supercattivo più cattivo della marvel avrebbe concepito


ah, e mettiamoci pure il MEZZO MILIARDO (non di lire, purtroppo) speso per i gazebi col fiorellino per le vaccinazioni, quando ci sono centinaia di strutture abbandonate o messe a disposizione dai proprietari
canislupus29 Gennaio 2021, 11:53 #7
Originariamente inviato da: aqua84
Io non so (ma immagino) come abbiano potuto generare quella schifezza che si chiama Reddito di Cittadinanza, che PUNTUALMENTE, come le pensioni di invalidità truccate, vanno a CHI NON GLI SPETTA.

Buttare in politica la discussione qui in Italia purtroppo è troppo facile, considerando che mai nessun governo fino ad oggi è riuscito a fare qualcosa di giusto dall'Inizio alla Fine.
Tutti bravi a parole, a volte anche con i fatti, ma in partenza, poi si perdono lungo la via...

Però quando c'è da votare per tagliare i vitalizzi e/o benefit fanno sentire subito la loro voce!


Non nascondiamoci dietro un dito... il primo problema sono gli italiani (non tutti, ma neanche tanto pochi).
Ogni volta che viene attuata una qualsiasi forma di aiuto c'è sempre un gruppo di furbetti che cerca la soluzione più semplice per truccare i dati.
E non parlo solo di chi evade, ma anche di chi elude le tasse o chi nasconde beni e quant'altro per rientrare in categorie che non possono in alcun modo le proprie.
aqua8429 Gennaio 2021, 12:01 #8
Originariamente inviato da: canislupus
Non nascondiamoci dietro un dito... il primo problema sono gli italiani (non tutti, ma neanche tanto pochi).
Ogni volta che viene attuata una qualsiasi forma di aiuto c'è sempre un gruppo di furbetti che cerca la soluzione più semplice per truccare i dati.
E non parlo solo di chi evade, ma anche di chi elude le tasse o chi nasconde beni e quant'altro per rientrare in categorie che non possono in alcun modo le proprie.

certo, hai perfettamente ragione
non ci si nasconde dietro a nessun dito

ma se questi "italiani" fanno i furbetti è grazie a "complici" che stanno a livelli più alti, vedi commercialisti, medici, funzionari pubblici.
perchè se Io persona qualunque vado a dire all'inps che non vedo non sento non parlo non cammino, quelli mi ridono in faccia, se non mi denunciano.

e Lo Stato, dovrebbe come prima cosa cercare di limitare il piu possibile eventuali truffe, e come seconda cosa VIGILARE.
maxsy29 Gennaio 2021, 13:45 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
ristori ridicoli, in ritardo e non per tutti quelli colpiti..
una schifezza all'italiana gestita da gente scollegata dal mondo reale.
ditte che hanno un calo di fatturato del 29% che si vedono chiudere la porta in faccia..
ditte che perdono il 40% che ricevono ristori che non cambiano il problema..
gente che ha visto il proprio fatturato scendere di cento mila euro e che ricevono un ristoro di 5 mila euro con cui non paga due stipendi..

l'economia deve ripartire .. i ristori sono giochini tardivi e molto poco utili..

gli aiuti servono ma servono per farci ripartire e non per prendere per i fondelli.. il governo stanzia 5.3 miliardi per una misera platea di aziende in crisi quando ogni anno vengono dati 7 miliardi per il reddito di cittadinanza a gente che sta a casa senza produrre reddito.. qualche altro miliardo per i clandestini.. etc..

come si puo' pensare di ripartire se il grosso dei soldi non viene dato alle aziende che ha prodotto reddito ma a chi non fa che pesare sulle tasse delle aziende ?

lo stralcio delle tasse.. si.. pensano di non far pagare le tasse alle aziende in crisi.. le aziende in crisi hanno bilanci in rosso.. non pagano le tasse perchè non hanno prodotto utili.. che stralcio sarebbe non far pagare ad aziende che non devono pagare ?.. e quando pensano di ridarci i soldi che abbiamo come credito nei confronti dello stato ? io li aspetto dal 2018... devo fallire prima di riavere i miei soldi ?..

quando pensano di ridurre il loro reddito e portarlo in linea con l'efficacia del loro lavoro ?.. producono zero.. prendano zero..

Ti sei dimenticato la "sostituzione etnica in atto"?
Strano
canislupus29 Gennaio 2021, 14:25 #10
Originariamente inviato da: aqua84
certo, hai perfettamente ragione
non ci si nasconde dietro a nessun dito

ma se questi "italiani" fanno i furbetti è grazie a "complici" che stanno a livelli più alti, vedi commercialisti, medici, funzionari pubblici.
perchè se Io persona qualunque vado a dire all'inps che non vedo non sento non parlo non cammino, quelli mi ridono in faccia, se non mi denunciano.

e Lo Stato, dovrebbe come prima cosa cercare di limitare il piu possibile eventuali truffe, e come seconda cosa VIGILARE.


Sono d'accordo... ma tutto questo perchè succede?
Perchè siamo PIENI di gentaglia (userei termini più forti, ma stranamente non si può fare) che vive di questi espedienti.
Io sto LOTTANDO con l'INPS per vedermi riconosciuti dei diritti (non entro nel merito) da oltre un anno.
Penso di aver prodotto tanta di quella documentazione ed email da passarci ore di letture (e sapete quanto scrivo... ) e forse solo oggi arrivo in dirittura di arrivo.
Quindi capisci che al di là dei compiti dello Stato, manca proprio la cultura.
Se si iniziasse a far scontare PESANTEMENTE con la reclusione certi atteggiamenti e si riempissero le patrie galere, dubito che tutti si metterebbero a rischiare.
E non è un discorso politico... è proprio qualcosa di insito nelle "tradizioni" di certe persone.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^