HP+ rende la stampa gestita accessibile a tutti

HP+ rende la stampa gestita accessibile a tutti

Importanti novità in casa HP che non si concentrano sul lancio di un nuovo prodotto, ma si concretizzano nella soluzione HP+: un pacchetto di servizi legato ai nuovi prodotti in arrivo da maggio pensati per le famiglie e le piccole e medie imprese

di pubblicata il , alle 12:42 nel canale Innovazione
HP
 

Il modo di lavorare è cambiato. Sta diventando un mantra in questo periodo, ormai lungo più di un anno, in cui abbiamo dovuto imparare a convivere con gli effetti della pandemia. C’è stata una fortissima accelerazione delle dinamiche di trasformazione digitale delle aziende, quello che si prevedeva sarebbe successo nell’arco di 5/10 anni si è condensato in pochi mesi. Lo smart working è stato sposato, obbligatoriamente, da tantissimi lavoratori e si è dimostrato una modalità che porta con sé anche molti benefici. Tutte le ricerche sono concordi nell’affermare che non si tornerà alle modalità di lavoro precedenti, così come non è ipotizzabile che si continui completamente in smart working. Le aziende si stanno preparando a definire dei modelli ibridi che permettano di coniugare il tempo passato in ufficio con la flessibilità lasciata ai lavoratori di organizzare le proprie attività da casa. 

In questo contesto, che si parli di smart working al 100% o di soluzioni ibride, sono emerse delle nuove esigenze e delle nuove dinamiche legate agli strumenti informatici da utilizzare a casa. Si è passati, in un attimo, da un PC per famiglia a un computer per persona. L'avere a disposizione una connessione a Internet veloce e stabile è diventato essenziale, così come riuscire ad avere dei livelli di sicurezza elevati anche in casa. E poi si è riscoperta l’importanza di poter stampare a casa con la stessa efficacia dell’ufficio, magari con anche maggiore flessibilità, visto che in casa non si stampano solo documenti di lavoro, ma è necessario coniugare anche le esigenze dei figli, sia di svago sia quelle legate alla didattica a distanza.

HP+ uno nuovo modo di intendere la stampa

Abbiamo avuto modo di parlare dell’evoluzione della stampa con Rossella Campaniello, Printing Systems Business Director HP Italy, che ci ha raccontato di un’importante evoluzione del concetto stesso di stampa. Nasce HP+, una soluzione di stampa gestita pensata espressamente per le esigenze di chi lavora in casa e per le piccole e medie imprese. 

Rossella Campaniello

HP+ racchiude una serie di servizi nuovi e già offerti ai clienti, come la soluzione Instant Ink, per rendere ancora più semplice ed efficace la gestione della stampante. Grande importanza è data anche alla sostenibilità ambientale di tutto il ciclo di stampa, dalla produzione alla distribuzione, per arrivare fino allo smaltimento delle cartucce usate.

Questi i principali benefici della soluzione HP+:

  • Adesione gratuita al programma HP+ con l’acquisto di modelli selezionati, a partire dai nuovi prodotti in arrivo sui punti vendita da maggio 2021
  • 6 mesi di stampa gratuita con l’approvvigionamento delle cartucce attraverso il servizio Instant Ink
  • 1 anno extra di garanzia gratuita
  • Smart App per tutti i dispositivi (mobile e PC) per gestire in modo facile e immediato tutte le funzioni di stampa e di scansione
  • Attraverso la piattaforma Cloud di HP vengono individuati e risolti automaticamente problemi di connessione
  • Smart Security per monitorare, identificare e prevenire attacchi malware alla stampante
  • Nuova Smart Dashboard per gestire la stampante
  • Private Pickup per ritirare la stampa solo quando si è vicini alla stampante
  • Impatto ambientale minimizzato e riciclo facilitato

È importante sottolineare che l’adesione ad HP+ non sarà obbligatoria: l’utente potrà scegliere quando acquista una stampante se aderire o meno. Un altro aspetto significativo è che l’utente che sceglie di aderire a HP+ non sarà obbligato a sottoscrivere un piano di Instant Ink. In questo caso otterrà tutti gli altri benefici, a patto di utilizzare solo cartucce originali HP.

Il servizio Instant Ink, già utilizzabile con molti modelli attualmente sul mercato, permette di ottenere direttamente a casa i consumabili necessari e prevede diversi piani, legati alla quantità di stampe effettuate. Il sistema, basato su una piattaforma cloud, individua quando è necessario cambiare le cartucce e le invia direttamente all’utente, in tempo utile per non rimanere “a secco”. Molto interessante notare che con il lancio di HP+ arriveranno anche dei modelli selezionati di stampanti laser, i cui toner potranno essere gestiti con il servizio Instant Ink.

Fra Instant Ink e gli altri servizi di HP+ si crea un vero e proprio sistema di stampa gestita, da tempo presente in ambito aziendale, anche per gli utenti casalinghi e per le piccole e medie imprese. È un cambiamento non da poco, che rende il mondo della stampa HP ancora più coerente con l’evoluzione del mercato e delle nuove esigenze legate alle forme flessibili di lavoro, a cui ormai siamo abituati.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lcfr27 Aprile 2021, 14:15 #1

Tutto molto bello, ma...

Con questa storia come la mettiamo?

https://www.hwupgrade.it/news/perif...nali_94056.html

canislupus27 Aprile 2021, 14:22 #2
Io ho una stampante che si basa anche sulle cartucce Instant Ink.
Innanzitutto occorre precisare un fattore non di poco conto e cioè che si paga un abbonamento per pagina stampata e non per utilizzo dell'inchiostro.
Spiego meglio.
Sia che voi stampiate una pagina bianca (avete presente i pdf con più pagine?) sia che la stampiate totalmente a colori o totalmente in nero, il software non farà alcuna distinzione.
Quindi è vero che potenzialmente si possono avere anche dei risparmi, ma vanno molto soppesati.
Per esempio potrebbero tornare utili quei vecchi programmi che in automatico cercavano di riempire il foglio A4 con più pagine.
Poi la stampante è decisamente esposta su internet e questo è un punto di ingresso abbastanza pericoloso.
Cappej27 Aprile 2021, 18:02 #3
Io uso il servizio instant ink per stampare le pochissime pagine ad uso home che un comune pontale può fare (smart working escluso) e con il programma base spendevo 1,00 euro al mese... per fare 15 ff al mese, bollette, analisi mediche... poca roba.
L'ho prestata a mia mamma che c'ha preso gusto e con 3.00 euro ne stampa 50 di pagine.. con un "vault" delle pagine non utilizzate il mese precedente...
ora... spendere 3x12 = 36 euro l'anno... per 600 pagine.. quanto sarebbe costato in cartucce!?
certo dipende da cosa stampo... ma alla fine per il mio uso è più che sufficiente... in tutto questo tempo mi sono arrivati 3 kit di cartucce, in 3 anni... media 1 kit l'anno... per una office 970 non me ne sarebbero bastati 60,00...
lo trovo un gran servizio

sul fatto che la stampante sia "esposta" ad internet... bhe... ora... mi pare una bella paranoia...
biffuz27 Aprile 2021, 18:02 #4
Originariamente inviato da: canislupus
Io ho una stampante che si basa anche sulle cartucce Instant Ink.
Innanzitutto occorre precisare un fattore non di poco conto e cioè che si paga un abbonamento per pagina stampata e non per utilizzo dell'inchiostro.
Spiego meglio.
Sia che voi stampiate una pagina bianca (avete presente i pdf con più pagine?) sia che la stampiate totalmente a colori o totalmente in nero, il software non farà alcuna distinzione.
Quindi è vero che potenzialmente si possono avere anche dei risparmi, ma vanno molto soppesati.

Io ho scelto l'abbonamento minimo (1€ al mese, gratis i primi 6) e mi hanno già mandato il primo set di cartucce, e pur avendo stampato pochissimo le cartucce originali sono già andate. Solo per questo...
E' particolarmente conveniente proprio per chi stampa poco, per le cartucce che devono un priming ogni volta che si accende la stampante, e la maggior parte dell'inchiostro lo spreca in questo modo. Così invece spendi solo per pagina, invece che per cicli di accensione e pulizia.
E' vero che ho solo 15 pagine al mese, mal che vada la volta che ne devo stampare di più spenderò qualcosina in più.

Per esempio potrebbero tornare utili quei vecchi programmi che in automatico cercavano di riempire il foglio A4 con più pagine.

Questo è già nelle impostazioni di stampa del driver.

Poi la stampante è decisamente esposta su internet e questo è un punto di ingresso abbastanza pericoloso.

?!?
Assolutamente no, è come qualsiasi altro device nella tua rete locale, non richiede di aprire porte o altro.
canislupus27 Aprile 2021, 18:12 #5
Originariamente inviato da: biffuz
Io ho scelto l'abbonamento minimo (1€ al mese, gratis i primi 6) e mi hanno già mandato il primo set di cartucce, e pur avendo stampato pochissimo le cartucce originali sono già andate. Solo per questo...
E' particolarmente conveniente proprio per chi stampa poco, per le cartucce che devono un priming ogni volta che si accende la stampante, e la maggior parte dell'inchiostro lo spreca in questo modo. Così invece spendi solo per pagina, invece che per cicli di accensione e pulizia.
E' vero che ho solo 15 pagine al mese, mal che vada la volta che ne devo stampare di più spenderò qualcosina in più.


Il costo di una pagina con una singola lettera o con copertura al 15% è identico...
Poi ripeto... magari un risparmio si avrà nel lungo periodo... ma bisogna considerare anche questo aspetto...

Questo è già nelle impostazioni di stampa del driver.


Devo controllare meglio... ma avrebbe utilità soprattutto per qualche pdf in stile manuale... dove gli spazi bianchi non sono una rarità...

?!?
Assolutamente no, è come qualsiasi altro device nella tua rete locale, non richiede di aprire porte o altro.


Se attivi i servizi di HP Cloud Print sei consapevole che riesci a stampare anche fuori dalla rete locale?

Questo perchè la stampante viene collegata ad un server hp
biffuz27 Aprile 2021, 18:22 #6
Originariamente inviato da: canislupus
Se attivi i servizi di HP Cloud Print sei consapevole che riesci a stampare anche fuori dalla rete locale?

Questo perchè la stampante viene collegata ad un server hp

Appunto, a un server HP, tramite protocollo HTTPS, e poi è la stampante che si collega al server e non viceversa. Non è che cani e porci possono collegarcisi attraverso il tuo router.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^