Le preoccupazioni del CEO di Slack: Microsoft sta cercando di farci fuori

Le preoccupazioni del CEO di Slack: Microsoft sta cercando di farci fuori

Stewart Butterfield, CEO di Slack, è convinto che Microsoft veda Slack come un preoccupante avversario per Teams e che stia facendo di tutto per affossarla, nonostante secondo Butterfiled i due servizi non siano in competizione

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Innovazione
Teams SlackMicrosoft
 

"[Microsoft is] unhealthily preoccupied with killing us": Microsoft sta disperatamente cercando di farci fuori. A sostenerlo è il CEO di Slack, Stewart Butterfield durante un'intervista a The Verge. Affermazioni forti, soprattutto se arrivano da una persona che poco tempo fa ha affermato (e non ha cambiato idea) che Slack non sia da considerare un concorrente di Microsoft Teams

Slack e Teams sono concorrenti?

Stewart Butterfield ha più volte ribadito di non considerare Teams come un problema, per il semplice motivo che il CEO di Slack non vede un terreno di lotta comune per le due app, sostenendo che Teams sia semplicemente "un servizio per chiamate e videochiamate". Opzioni disponibili anche in Slack, naturalmente, ma che non rappresentano il focus dell'applicazione, tanto che, prosegue Butterfield, spesso Slack viene integrato con Zoom o Cisco’s WebEx per queste specifiche funzioni. 

Ma allora, perché Microsoft starebbe cercando di eliminare Slack? "Microsoft trae vantaggio dalla narrazione che vede Teams come un valido avversario di Slack. Ma la realtà è che [Teams] è prevalentemente un servizio per effettuare chiamate video o videochiamate", ha spiegato Butterfiled ai microfoni di The Verge. 

Una delle prove portate dal CEO di Slack è una slide usata in una presentazione di Microsoft per confrontare i due servizi. 

Slack Vs Team

"Nessun'altra software house lo ha mai fatto" - ha specificato Butterfield - "Forse Oracle potrebbe fare qualcosa di simile... ma, letteralmente, nessun altro lo farebbe. Microsoft non lo ha mai fatto prima". 

Butterfield cita anche un episodio in cui Jared Spataro (Corporate Vice president di Microsoft), durante un'intervista, ha attaccato Slack, sostenendo che non avesse la capacità di reinventare il lavoro. E a quanto sostiene Butterfield, non si tratterebbe di un caso isolato, ma di una e vera e propria campagna.

Ma quale sarebbe il motivo di una concorrenza tanto spietata, se i due prodotti non competono sullo stesso mercato? Per Butterfield, il punto è che il business dell'e-mail ha perso molta importanza negli ultimi anni: "In un altro universo, dove Slack ha un successo incredibile e nei prossimi anni viene utilizzato dal 98% dei lavoratori, per Microsoft sarebbe un problema perché l'importanza dell'e-mail nel frattempo è diminuita di molto. E se l'e-mail diventa meno importante, allora l'intero mercato dei software di collaborazione, che vale 35/40 miliardi di dollari all'anno, è minacciato".  

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matsnake8627 Maggio 2020, 08:54 #1
Non sono d'accordo.

Teams punta chiaramente a diventare un'alternativa a slack.
Se lo avete usato noterete che l'interfaccia è molto simile.
E con il fatto che si integra con l'ecosistema di office è un prodotto estremamente valido ed appetibile per chi ha già un ambiente ms.
boboviz27 Maggio 2020, 08:58 #2
Ma non ho capito: hanno minacciato i capi di Slack? Hanno fatto concorrenza sleale? Non mi sembra. Stanno proponendo un prodotto valido (Teams) e stanno rosicchiando mercato, come accade da sempre in qualsiasi ambito.

P.S.
Le varie integrazioni tra Office 365/Teams/Microsoft Exchange propongono una piattaforma completa e potente. Bisogna batterli proponendo di meglio, semplicemente.
emiliano8427 Maggio 2020, 09:27 #3
Ricapitolando:

- MS ha sempre fornito con office for business dei client di messagistica insieme ad altre apps
- MS ha sempre fornito aggiornamenti, nuove feature e nuove app nel tempo
- MS introduce Teams, che e' simile a slack ma anche a tanti altri client
- Slack da il benvenuto a Teams
- Slack dice che non e' un concorrente diretto

... e poi inizia a

P.S.
Magari prima di parlare " Ma la realtà è che [Teams] è prevalentemente un servizio per effettuare chiamate video o videochiamate", dovrebbe anche studiare meglio Teams
jepessen27 Maggio 2020, 09:34 #4
Si chiama concorrenza da tempo immemore... Ed obiettivamente Teams e' una spanna sopra. Quindi migliorate il prodotto invece di sollazzarvi sugli allori e additare i concorrenti come cattivi perche' hanno un prodotto migliore e/o lo stanno migliorando... Fosse successo il contrario nessuno avrebbe detto niente perche' "eeehhh tanto e' microsoft..."
emiliano8427 Maggio 2020, 09:35 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Si chiama concorrenza da tempo immemore... Ed obiettivamente Teams e' una spanna sopra. Quindi migliorate il prodotto invece di sollazzarvi sugli allori e additare i concorrenti come cattivi perche' hanno un prodotto migliore e/o lo stanno migliorando... Fosse successo il contrario nessuno avrebbe detto niente perche' "eeehhh tanto e' microsoft..."


quoto
mgiammarco27 Maggio 2020, 11:07 #6

Il CEO di slack ha ragione al 200%

Siamo alle solite, la Microsoft con un prodotto inferiore sta procedendo con la solita strategia commerciale per eliminare un concorrente.
E' molto semplice, un tecnico sa benissimo che Slack è molto meglio di Teams.
Però la Microsoft si rivolge ai CEO, che non capiscono niente di tecnica e gli offre Teams in bundle con Office con lo sconto. Chi ha il portafoglio in azienda è il CEO e quindi sicuramente sceglie Teams.
E' come se la Microsoft fosse la FIAT e Slack la BMW, la solita proposta è questa: "ma perché spendere di più per una BMW, noi vi diamo una fiat, ha anche questa 4 ruote, un motore, un volante e vi facciamo lo sconto"
E' giusto, infatti Teams e Slack sono uguali esattamente come una fiat Tipo è uguale ad una BMW X3: 4 route un motore un volante una carrozzeria, stesso utilizzo stesso scopo
matsnake8627 Maggio 2020, 11:32 #7
Inferiore un par di balle.

Slack alcune cose le fà meglio, ma vogliamo parlare del limite di 15 persone per conferenza contro le 250 di teams?

Sono sicuramente concorrenti. Slack ha ancora diverse belle cose che teams non ha, ma sta correndo molto velocemente come software.

E non sottovalutare l'integrazione automatica con l'ambiente office...
È probabilmente uno dei suoi maggiori punti di forza.
mgiammarco27 Maggio 2020, 12:22 #8

Ecco la dimostrazione

Originariamente inviato da: matsnake86
Inferiore un par di balle.

Slack alcune cose le fà meglio, ma vogliamo parlare del limite di 15 persone per conferenza contro le 250 di teams?

Sono sicuramente concorrenti. Slack ha ancora diverse belle cose che teams non ha, ma sta correndo molto velocemente come software.

E non sottovalutare l'integrazione automatica con l'ambiente office...
È probabilmente uno dei suoi maggiori punti di forza.

Questo commento spiega proprio il problema: Slack serve agli sviluppatori, sai cosa gliene interessa ad uno sviluppatore delle 15 persone di conferenza? e dell'integrazione con office? NIENTE
Solo che lo sviluppatore una mattina si sveglia e scopre che gli hanno tolto slack e messo teams perché la Microsoft ha convinto il CEO con uno sconto e con "e poi c'è l'integrazione office".
Risultato: la produttività del team di sviluppo crolla, il CEO è convinto di avere fatto un affare...
... il CEO di Slack ha ragione, d'ora in poi qualsiasi miglioramento tecnico facciano, qualsiasi innovazione sarà inutile, si venderà solo Teams. Slack chiuderà come è successo fin da 30 anni fa a partire da Netscape.
Ci sarà sempre qualcuno che dirà: "ah si Slack fa più cose ma Teams (quoto) sta correndo velocemente come software". Si certo "un giorno" avremo le stesse cose ed è qui che vince la Microsoft. Qualunque sia il prodotto concorrente sul mercato loro ne fanno "un tarocco", dicono che "un giorno" sarà uguale, lo offrono in sconto o incluso con office e windows (dumping) e il concorrente è bello che morto.
Cercate pure su internet quanti concorrenti hanno fatto fuori così.
Gli unici che resistono sono stati:
1) Apple con la storica sentenza in tribunale in cui dissero che Windows 3.11 era una scopiazzatura
2) quel maledetto cancro di linux che essendo gratis non può essere battuto con degli sconti. Qui hanno già risolto licenziando Ballmer che sapeva solo fare sconti e hanno preso Nadella, che è molto più furbo e ha capito che la strategia è prendere Linux e farlo sembrare un prodotto Microsoft, come sta già facendo con il nuovo Edge.
emiliano8427 Maggio 2020, 12:25 #9
Originariamente inviato da: mgiammarco
Questo commento spiega proprio il problema: Slack serve agli sviluppatori, sai cosa gliene interessa ad uno sviluppatore delle 15 persone di conferenza? e dell'integrazione con office? NIENTE
Solo che lo sviluppatore una mattina si sveglia e scopre che gli hanno tolto slack e messo teams perché la Microsoft ha convinto il CEO con uno sconto e con "e poi c'è l'integrazione office".
Risultato: la produttività del team di sviluppo crolla, il CEO è convinto di avere fatto un affare...
... il CEO di Slack ha ragione, d'ora in poi qualsiasi miglioramento tecnico facciano, qualsiasi innovazione sarà inutile, si venderà solo Teams. Slack chiuderà come è successo fin da 30 anni fa a partire da Netscape.
Ci sarà sempre qualcuno che dirà: "ah si Slack fa più cose ma Teams (quoto) sta correndo velocemente come software". Si certo "un giorno" avremo le stesse cose ed è qui che vince la Microsoft. Qualunque sia il prodotto concorrente sul mercato loro ne fanno "un tarocco", dicono che "un giorno" sarà uguale, lo offrono in sconto o incluso con office e windows (dumping) e il concorrente è bello che morto.
Cercate pure su internet quanti concorrenti hanno fatto fuori così.
Gli unici che resistono sono stati:
1) Apple con la storica sentenza in tribunale in cui dissero che Windows 3.11 era una scopiazzatura
2) quel maledetto cancro di linux che essendo gratis non può essere battuto con degli sconti. Qui hanno già risolto licenziando Ballmer che sapeva solo fare sconti e hanno preso Nadella, che è molto più furbo e ha capito che la strategia è prendere Linux e farlo sembrare un prodotto Microsoft, come sta già facendo con il nuovo Edge.


Esattamente e trcnicamente come slack serve agli sviluppatori e come teams non servirebbe agli sviluppatori?
matsnake8627 Maggio 2020, 12:29 #10
Non hai torto. Il tuo discorso fila.

Ci sono tante variabili però...

Nel tuo esempio il ceo dell'azienda potrebbe benissimo essere anche lui un programmatore e quindi continuare a preferire slack...

O più semplicemente qualche realtà che non usa office potrebbe continuare a non volere MS nel suo ecosistema...

Io credo che potranno spartirsi quote di mercato senza problemi.
Certo stà anche a slack cercare di ingolosire gli utenti di teams con prezzi migliori e funzionalità potenziate.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^