Cloud Application Protection, la piattaforma di Barracuda per la sicurezza applicativa web

Cloud Application Protection, la piattaforma di Barracuda per la sicurezza applicativa web

Barracuda annuncia Cloud Application Protection (CAP), una nuova piattaforma che offre una soluzione WAF as-a-service costruita su Microsoft Azure e resa disponibile attraverso il relativo marketplace. Grazie ad Azure, Barracuda CAP può garantire la sicurezza applicativa ad un mercato molto ampio.

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Public Cloud
BarracudaMicrosoftAzure
 

Cloud Application Protection (CAP) è il nome della nuova piattaforma che Barracuda Networks ha realizzato per fronteggiare le crescenti minacce alla sicurezza che rischiano di compromettere le applicazioni web. Quella di Barracuda è una soluzione WAF (Web Application Firewall) as-a-Service costruita su Microsoft Azure ed è attualmente disponibile sul marketplace Azure.

Parliamo di un prodotto completo, facile da implementare e da gestire. Approdando in tutte le 54 regioni Azure, Barracuda Cloud Application Protection rende disponibile la sicurezza applicativa a un mercato molto vasto. Non solo funzionalità WAF, la piattaforma CAP include funzioni di scansione e riparazione delle vulneabilità, protezione avanzata dai bot, protezione DDoS e sicurezza delle API. Il tutto può essere implementato sotto forma di servizio, in maniera diretta, dal marketplace Azure: basteranno pochi minuti per iniziare a proteggere le applicazioni esposte al web, conservando i controlli granulari e la personalizzazione tipica della piattaforma WAF di Barracuda.

barracuda waf-as-a-service microsoft azure marketplace cloud application protection

Le organizzazioni richiedono una forma di sicurezza applicativa che sia allo stesso tempo facile da gestire e sufficientemente flessibile da poter proteggere le applicazioni ovunque vengano rese disponibili”, ha affermato Tim Jefferson, SVP Data Protection, Network & Application Security, Engineering & Product Management di Barracuda, che aggiunge: “La piattaforma Barracuda Cloud Application Protection e WAF-as-a-Service nel cloud pubblico rendono tale forma di protezione accessibile a un mercato molto più vasto”.

Le soluzioni CAP sono offerte anche da system integrator e rivenditori, attraverso degli appositi bundle. Lo dimostra Healthcare Optimized Azure CAF Landing Zone, proposto dal marketplace di 10th Magnitude e Barracuda WAF per la sicurezza. Il bundle è destinato alle strutture sanitarie, che avranno così accesso in maniera sicura alla migrazione di applicazioni e workload su Azure. 

Ce ne parla Alex Brown di 10th Magnitude: “Riteniamo che per i clienti sia vantaggioso disporre di un’unica soluzione facilmente comprensibile che risponda alle loro esigenz. L’unione dei nostri servizi con Barracuda WAF per creare Healthcare Optimized Azure CAF Landing Zone ci aiuta a offrire ai clienti un’esperienza semplificata con la tranquillità di sapere che all’interno è già compresa una solida soluzione di sicurezza”

Durante la conferenza Microsoft Ignite di qualche giorno fa, Barracuda ha potuto presentare anche CloudGen Firewall, con supporto Virtual WAN Microsoft. Si tratta della prima soluzione di sicurezza compatibile con tutte le funzioni di Virtual WAN, tra cui troviamo il recente supporto multi-link che permette ai clienti di migrare a Office 365 usufruendo di un backbone Azure per limitare la latenza per utenti distribuiti o remoti. “Barracuda ha una grande esperienza nella sicurezza e sa come lavorare con partner e clienti nel nostro ecosistema. Continueremo a lavorare con Barracuda per aiutare le organizzazioni a operare nel web in modo sicuro”, ha commentato Ann Johnson, Corporate Vice President, Cybersecurity Solutions Group di Microsoft.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^