Le previsioni per il 5G secondo Kaspersky

Le previsioni per il 5G secondo Kaspersky

Il Vertical Threat Predictions di Kaspersky analizza la vulnerabilità di servizi e infrastrutture telco, i problemi per la sicurezza e la privacy degli utenti e i rischi legati all'espansione delle infrastrutture critiche in ambito 5G

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Security
Kaspersky5G
 

Il 2020 sarà l'anno in cui la tecnologia 5G inizierà a diffondersi realmente. Sono terminati i vari progetti pilota di sperimentazione e gli operatori stanno già facendo le loro offerte. Certo, al momento sono coperte solo alcune grandi città, oltre a luoghi di particolare interesse turistico, ma pian piano la copertura si estenderà a macchia su tutta l'Italia.

Non sarà tutto semplice, però, e gli operatori dovranno fare estrema attenzione a come implementano e gestiscono le loro reti 5G che, inevitabilmente, finiranno nel mirino degli hacker. Quali sono le potenziali rischi ce lo spiega Kaspersky

I rischi relativi all'infrastruttura delle compagnie telefoniche

ll 5G è un protocollo ancora molto giovane e secondo Kaspersky è probabile che durante la fase di adozione emergeranno le carenze e i difetti delle attuali implementazioni. Per questo motivo l'azienda suggerisce ai governi di valutare con estrema attenzione i fornitori dell'hardware necessario, oltre che di andare alla ricerca delle vulnerabilità e delle loro soluzioni.

5G e la privacy: le preoccupazioni di Kaspersky 

Il 5G utilizza due bande di frequenza, fra cui la millimeter wave band, che garantisce le velocità di trasferimento dati più elevati. Il suo limite è la copertura, molto limitata, che di conseguenza obbligherà a installare numerose celle e ripetitori anche all'interno di strutture come palazzi e centri commerciali. Kaspersky teme che attaccanti sufficientemente motivati e dotati dell'attrezzatura necessaria siano in grado di seguire con precisione i movimenti degli utenti, anche all'interno di strutture. A questo si aggiunge l'enorme quantità di informazioni trasmesse dai dispositivi che gli operatori potrebbero decidere di vendere a terzi per fini marketing. Certo, sarebbero informazioni anonimizzate, ma la quantità di metadati raccolta da sensori potrebbe essere sufficiente per capire cosa accade all'interno di un appartamento.

Il 5G fa gola ai cybercriminali 

Il 5G aprirà la strada a numerosi tipi di applicazioni, anche critiche: smart building, smart industry, smart cities. Alla fine, è quello per cui è stato concepito, ma la quantità di traffico M2M (Machine to Machine) e IoT occuperà una porzione ben più ampia rispetto a oggi. Il problema secondo Kaspersky è che molte delle attuali implementazioni sono costruite sulla base dell'attuale 4G, le cui vulnerabilità si potrebbero riflettere anche sui nuovi servizi. 

Kaspersky suggerisce di adottare un modello un modello zero-trust per minimizzare questi potenziali problemi, oltre a una stretta collaborazioni fra governi e vendor di tecnologie, così da poter limitare potenziali attacchi. 

Per ulteriori informazioni sulle previsioni di Kaspersky consultare questo link

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^