Microsoft Defender for Endpoint può ora gestire le vulnerabilità di Android e iOS

Microsoft Defender for Endpoint può ora gestire le vulnerabilità di Android e iOS

La piattaforma per il monitoraggio dei device aziendali supporta ora i sistemi operativi mobile di Google e Android, permettendo di gestire vulnerabilità e rischi in un'unica soluzione

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Security
Microsoft
 

Microsoft Defender for Endpoint, la piattaforma di sicurezza rivolta agli endpoint aziendali, si arricchisce ora del supporto alla gestione di minacce e vulnerabilità per Android e iOS. Con questa nuova integrazione la piattaforma di sicurezza è ora in grado di gestire tutte le principali piattaforme e dispositivi all'interno di un'organizzazione, spaziando da server, desktop, workstation e dispositivi mobile.

Le minacce e le vulnerabilità vengono gestite da Microsoft Defender for Endpoint in maniera continuativa, monitorando i dispositivi interessati e conducendo una valutazione dei rischi associati. La piattaforma fornisce le priorità per i flussi di lavoro così da correggere le vulnerabilità nella maniera meno impattante.

L'inserimento della gestione delle vulnerabilità delle piattaforme mobile Android e iOS offre ora agli amministratori di rete e di sistema la possibilità di ridurre la superficie di attacco degli endpoint mobile e irrobustire così l'assetto difensivo dell'organizzazione contro le minacce informatiche.

La novità si inserisce in un percorso più ampio compiuto da Microsoft negli anni passati per espandere la capacità della piattaforma di sicurezza: nel corso del mese di giugno 2020 Defender for Endpoint aveva annunciato il supporto per piattaforme Linux e a febbraio 2021 era stato introdotto il supporto per macOS, in precedenza reso disponibile in forma di beta. A partire da ottobre 2020 la piattaforma di sicurezza fornisce agli amministratori report che consentono di tenere facilmente traccia di dispositivi Windows e macOS vulnerabili, comprendendo i livelli di gravità della vulnerabilità, la disponibilità degli exploit, l'età della falla e via discorrendo.

Infine ad aprile 2021 è stato annunciato che Microsoft Defender for Endpoint include anche il supporto per Windows 10 su ARM

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^