Intel vuole diventare protagonista del 5G e presenta nuovi prodotti per l'infrastruttura di rete

Intel vuole diventare protagonista del 5G e presenta nuovi prodotti per l'infrastruttura di rete

Processori, schede di rete, acceleratori vRAN e anche software: Intel non vuole lasciarsi sfuggire le opportunità offerte del 5G, un mercato in costante crescita che varrà 23 miliardi di dollari nel 2023

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale TLC e Mobile
Intel5G
 

Intel non ha intenzione di perdere il treno del 5G e già da tempo investe in hardware di rete dedicato a queste soluzioni. Di recente, ha annunciato una lista di nuovi prodotti pensati per le esigenze di questo settore: nuovi processori Xeon e Atom, ma anche schede di rete e Asic per l'accelerazione delle vRAN.

vRAN ACC100, l'acceleratore per soluzioni 4G e 5G

Basato su tecnologia Intel eASIC, vRAN ACC1100 sgrava il processore dai calcoli relativi al processo di Forward Error Correction, che richiedono una significativa potenza di calcolo. La scheda, attualmente in fase di test presso alcuni clienti, presenta queste caratteristiche: 

  • Acceleratore dedicato a basso costo, basso consumo e alte prestazioni per soluzioni vRAN 4G e 5G in implementazioni che vanno dal cloud al macro, aziendale e rurale.
  • Perfetta integrazione con l'architettura di riferimento del software FlexRAN e con le soluzioni della comunità O-RAN Alliance con supporto API BBDev.
  • Ampia adozione da parte di un ecosistema di partner tra cui Altiostar, ASTRI, Baicells, Comba, H3C, HPE, Mavenir, Nokia, Radisys, Ruijie, Silicom, Supermicro, ZT Systems.

I nuovi processori Xeon e Atom

Xeon terza generazione

Le CPU Xeon scalable di terza generazione (Ice Lake-SP), che saranno disponibili a fine anno, integrano funzioni di intelligenza artificiale e supportano la tecnologia Intel Deep Learning Boost. Intel prevede delle versioni ottimizzate per le applicazioni di rete che richiedono più performance per Watt, quali core wireless, accesso wireless, carichi di lavoro perimetrali di rete e appliance di sicurezza. Più avanti, verso la metà del 2021, saranno disponibili anche i nuovi Xeon D (Ice Lake-D) che offriranno maggiori livelli di integrazione come l'IP di rete integrato e sono progettati per ambienti con fattori di forma vincolati all'edge, tra cui vRAN, appliance di sicurezza, cloud networking aziendale, switch e router, edge computing multi-accesso, CPE universale e edge caching.

Intel Atom P5900, infine, è un processore progettato per le applicazioni base station 5G, un settore nel quale Intel vuole imporsi come leader. Fra le aziende che li stanno implementando ci sono l'operatore telefonico australiano Telstra e Vodafone. 

Intel Ethernet serie 800

adapter-controller-ethernet-800-series

La nuova scheda di rete Intel Ethernet serie 800 è progettata per migliorare l'efficienza delle applicazioni in applicazioni come NFV e cloud ibrido, ed è in grado di trasferire dati sino alla velocità massima di 100 Gbps. Questa scheda è già supportata da NFVI Red Hat, NFVI Ubuntu e NFVI Forwarding Platform.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej02 Ottobre 2020, 19:08 #1
Ma non avevano dimesso da divisione?

https://www.corrierecomunicazioni.i...-gli-smarthone/

la notizia era venuta fuori anche qui su HW in mezzo alle promozioni di Am@zon e le clickbite di Apple

Sembrava dovessero vendere la divisione ad Apple stessa?

bho... a me quest'articolo sembra più una marketta giornalistica
mally02 Ottobre 2020, 21:27 #2
ma infatti non ci sono informazioni su vRAN ACC100, c'è solo un trafiletto in cui lo si affianca a soluzioni xeon in una news intel di ieri...per quanto riguarda l'atom non si menzionano modem 5g ma capacità di gestire flussi di rete nell'ipotetica idea di usarlo come base per ripetitori 5g...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^