Wind Tre: 5G una rivoluzione nel segno dell’innovazione

Wind Tre: 5G una rivoluzione nel segno dell’innovazione

Nell’ambito della Milano Digital Week, Wind Tre ha presentato la sua visione sul futuro della comunicazione mobile durante l’evento Road to 5G. Il 5G sarà una rivoluzione che abiliterà la connessione di qualsiasi oggetto e che dovrà portare gli operatori a ripensare il loro modello di business

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale TLC e Mobile
WindTre5G
 

Dal computer in ogni casa al computer in ogni cosa. L’intervento di apertura dell’evento Road to 5G di Giovanni Lo Storto, direttore generale della LUISS, riassume in modo molto efficace uno degli aspetti più significativi dei cambiamenti a cui assisteremo con l’arrivo del 5G. L’evento che si è tenuto presso il Milano LUISS Hub è stato l’occasione per Wind Tre di fare un punto della situazione sull’evoluzione del 5G e sulle prospettive che apre per operatori, aziende e consumatori.

5G: evitare di ripetere gli errori del passato

Per Enrico Barsotti, CEO Office Director di Wind Tre, gli operatori si trovano in una “trappola economica”, con tassi di crescita del volume di traffico del 40% ma prezzi della connettività in calo costante. Con l’arrivo del 5G le telco devono necessariamente mettere in discussione il modello di business, puntando sull’innovazione.

Wind Tre Road to 5G

I primi segnali di questa inversione di tendenza si intravedono nei casi d’uso legati alla sperimentazione del 5G a L’Aquila. Il più significativo nasce dalla collaborazione fra Wind Tre e l’Università degli Studi dell’Aquila con l’obiettivo di sviluppare un progetto di monitoraggio strutturale degli edifici. Il progetto, partito prima del terremoto del 2009, oggi si è concentrato nel disegnare uno scenario che andrà a tenere costantemente monitorati tutti gli edifici della città con dei sensori collegati tramite 5G. Nella simulazione mostrata durante l’evento Road to 5G i tecnici dell’Università dell’Aquila hanno mostrato come il sistema sia in grado di rilevare ogni tipo di vibrazione che attraversa gli edifici e individuare in tempo reale quando le vibrazioni sono legate a un evento sismico. Utilizzare la tecnologia 5G per collegare i sensori di tutti gli edifici permette di sfruttare la bassissima latenza della rete per interventi immediati, che possono fare la differenza.

Wind Tre sperimentazione 5G L'Aquila

Dagli studi effettuati emerge che un’onda sismica si muove a una velocità di 8 metri ogni millisecondo, quindi poter rilevare i dati dei sensori con latenze inferiori al millisecondo permette di intervenire in caso di emergenza. In caso di terremoto, il sistema rileva l’arrivo dell’onda sismica dai sensori posizionati nei primi edifici colpiti e interviene in tempi rapidissimi. Il primo intervento sfrutta le potenzialità della rete 5G per passare a un network slice a bassissima latenza e subito dopo possono essere attivate delle procedure di emergenza, ad esempio aprendo le porte di emergenza e i generatori di corrente degli edifici più lontani. 

Open Fiber e ZTE partner di Wind Tre per il 5G

Partner tecnologici di Wind Tre per il deployment della rete 5G sono Open Fiber e ZTE. Open Fiber da anni è impegnata per portare la fibra ottica in tutto il paese e la partnership con Wind Tre è legata alla necessità di garantire maggiore banda a tutta l’infrastruttura di rete nel momento in cui verrà attivato il 5G. ZTE è invece il partner che offrirà gli apparati di rete e anche nella visione di Riccardo Leonelli, Enterprise Director di ZTE Italy, il vero potenziale del 5G sarà nella connessione diffusa di tutto quello che usiamo. Ma quelle con Open Fiber e ZTE non sono le uniche partnership a cui guarda Wind Tre. Secondo Francesco Barletta, Head of Innovation & Market development di Wind Tre, con il 5G ci sarà una rivoluzione culturale e gli operatori diventeranno abilitatori di servici in ottica di open innovation. Della partnership fra Wind Tre, Open Fiber e ZTE avevamo già parlato in occasione del MWC.

L’evento Road to 5G si è chiuso con l’intervento di Jeffrey Hedberg, Amministratore Delegato di Wind Tre, che ha dichiarato: “Wind Tre sta realizzando importanti investimenti per 6 miliardi in 5 anni, nel processo di consolidamento e modernizzazione della cosiddetta SUPER RETE 4.5G. Wind Tre apre la strada al lancio del nuovo standard tecnologico e contribuisce alla digitalizzazione del Paese, grazie anche all’attuale infrastruttura ai massimi livelli di prestazioni per qualità e velocità. Quando si parla di 5G, precisa Hedberg, facciamo riferimento a un intero ecosistema, imprescindibile per sostenere innovazione e crescita.”

Maggiori informazioni su Wind Tre si possono trovare sul sito istituzionale dell’azienda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8820 Marzo 2019, 13:22 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://edge9.hwupgrade.it/news/tlc...ione_81371.html

Nell’ambito della Milano Digital Week, Wind Tre ha presentato la sua visione sul futuro della comunicazione mobile durante l’evento Road to 5G. Il 5G sarà una rivoluzione che abiliterà la connessione di qualsiasi oggetto e che dovrà portare gli operatori a ripensare il loro modello di business

Click sul link per visualizzare la notizia.

Niente più impianto telefonico e antenna TV.
regenesi20 Marzo 2019, 13:55 #2

Cioè in pratica ..

siccome non riescono più a "mungerci" con il 4G, per far passare tutti al 5G e quindi farci pagare la novità, devono inventarsi qualche bisogno che solo il 5G è in grado di soddisfare ...
E' la legge del mercato, l'offerta segue la domanda e viceversa, ma se non c'è domanda, per non fare morire il mercato, bisogna instillare negli acquirenti il desiderio di una nuova necessità
demon7720 Marzo 2019, 14:07 #3
Originariamente inviato da: nickname88
Niente più impianto telefonico e antenna TV.


MAH!
Io per ora evito di prendere posizione sotto questo aspetto.

Sulla carta decantano tutti le potenzialità teoriche di questo 5G.. ma prima di fare festa vorrei davvero capire se nel mondo reale tutto questo potenziale sarà reale.
Se davvero poi si vuole far passare tutto in questo nuovo canale dati "universale" bisopgna poi pure capire se e come il sistema regge un traffico così titanico.
OUTATIME20 Marzo 2019, 16:11 #4
Ma perchè devono inventarsi di diventare "fornitori di servizi"...
Non possono rimanere fornitori di un servizio, cioè quello della connettività?
SimoDVICO26 Marzo 2019, 13:27 #5
Concordo Pienamente. E' ASSURDO e sopratutto fa malissimo alla salute. il 5G crea un NETWORK che farà venire patologie di ogni genere alla popolazione. così ci guadagnano due volte. Anche per rimediare alle malattie e alle patologie che innescano. Basta non volerlo e rifiutarsi ad usarlo. il mercato lo possiamo pilotare anche noi!
biometallo26 Marzo 2019, 13:48 #6
Originariamente inviato da: demon77
bisopgna poi pure capire se e come il sistema regge un traffico così titanico.

Direi che sono loro i primi ad essere consapevoli di come sia necessario prima di tutto migliorare tutta l'infrastruttura:

Open Fiber da anni è impegnata per portare la fibra ottica in tutto il paese e la partnership con Wind Tre è legata alla necessità di garantire maggiore banda a tutta l’infrastruttura di rete


Originariamente inviato da: SimoDVICO
e sopratutto fa malissimo alla salute. il 5G crea un NETWORK che farà venire patologie di ogni genere alla popolazione.


Dove l' hai letto su Feisbuk? Sai vero che non c'è uno straccio di prova scientifica che supporti quello che affermi?
5g is the new "scie chimiche".
nickname8826 Marzo 2019, 13:48 #7
Originariamente inviato da: SimoDVICO
Concordo Pienamente. E' ASSURDO e sopratutto fa malissimo alla salute. il 5G crea un NETWORK che farà venire patologie di ogni genere alla popolazione. così ci guadagnano due volte. Anche per rimediare alle malattie e alle patologie che innescano. Basta non volerlo e rifiutarsi ad usarlo. il mercato lo possiamo pilotare anche noi!

Allora vai a vivere in una grotta.
Si si rifiutati pure, più offerta per me.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^