L'obbligo di emettere fatture elettroniche non è sospeso per l'emergenza

L'obbligo di emettere fatture elettroniche non è sospeso per l'emergenza

La sospensione dei termini per gli adempimenti tributari non riguarda l'emissione di fatture elettroniche, che andranno regolarmente emesse secondo i termini di legge. La precisazione in una circolare dell'Agenzia delle Entrate

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Innovazione
Fattura Elettronica
 

A causa dell'emergenza Coronavirus, per venire incontro alle imprese sono stati rinviati al 30 giugno numerosi adempimenti tributari, come ad esempio contributi previdenziali, ritenute di acconto e versamenti IVA. La norma però non riguarda l'emissione di fatture elettroniche, come specificato nella Circolare Numero 8 del 3 aprile 2020 dell'Agenzia delle Entrate.  

Fatture elettroniche: cosa dice la circolare dell'Agenzia delle Entrate

Nessuna sospensione per l'emissione di fattura elettronica. Chi è tenuto a emetterle, dovrà continuare a trasmettere i dati a SdI (Sistema di Interscambio) nei tempi previsti dalla legge, quindi entro 12 giorni dall'emissione della fattura. Lo specifica l'Agenzia delle Entrate in una nuova circolare, la numero 8, datata 3 aprile. 

"In tema di fatturazione elettronica e di termini di invio allo SdI [...] occorre rilevare che l’emissione della fattura (analogica od elettronica), in quanto documento destinato alla controparte contrattuale, è anche necessaria per adempiere a taluni obblighi nascenti dal Decreto [...] prevista dall’articolo 62 del decreto", si legge nella circolare, che prosegue così: "Inoltre, essendo il predetto documento destinato alla controparte contrattuale è funzionale all'esercizio esercizio di alcuni diritti fiscalmente riconosciuti (si pensi alla detrazione dell’IVA o alla deducibilità dei costi da parte del cessionario/committente). Alla luce di quanto sopra, dunque, l’emissione delle fatture non è un adempimento annoverabile tra quelli attualmente sospesi".

L'Agenzia, in ogni caso, non esclude che in certi casi possano intervenire cause di forza maggiore che impediscano l'emissione e "non esclude comunque la possibilità che, in base alle specifiche circostanze del caso concreto, l'ufficio competente possa riconoscere l'esimente della «forza maggiore” al contribuente che non avesse eseguito l'adempimento nei termini di legge".

Esercenti e obbligo di invio corrispettivi telematici: i chiarimenti

Chi deve emettere i corrispettivi telematici si trova bene o male nella stessa situazione, dato che "la trasmissione telematica dei corrispettivi ai sensi dell'art. 2 del dlgs n. 127/2015, che unitamente alla memorizzazione e alla connessa generazione del documento commerciale, rappresenta un unico adempimento di documentazione dell'operazione, in alcuni casi neppure separabile, come avviene con l'emissione del documento commerciale online attraverso la procedura web". Nemmeno l'obbligo di comunicazione dei corrispettivi, insomma, subisce sospensioni
Tranne in alcuni casi specifici, come per esempio problemi sulla rete Internet o dei dispositivi, così come i contribuenti con fatturato inferiore ai 400.000 euro che emettono ancora scontrini e ricevute fiscali tradizionali. Infine, l'Agenzia delle Entrate specifica che "la sospensione può applicarsi al termine di 60 giorni previsto per la trasmissione telematica dei corrispettivi dei distributori automatici, per esempio a causa dell'impossibilità del tecnico di rilevare i dati".


 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej06 Aprile 2020, 18:32 #1
Già che c'erano potevano aggiungere anche l'obbligo di non saltare i pagamenti ai fornitori?

Ah vero.. Tanto quello non è un loro problema...
\_Davide_/06 Aprile 2020, 19:58 #2
Non vedo dove sia il problema con la fatturazione elettronica, anzi, alleggerisce anche il carico di lavoro.
Fede06 Aprile 2020, 22:51 #3
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Non vedo dove sia il problema con la fatturazione elettronica, anzi, alleggerisce anche il carico di lavoro.


non avrei saputo usare altre parole.
Mi unisco alla domanda, anche se temo di preferire l'ignoranza alla risposta.
ziozetti06 Aprile 2020, 23:04 #4
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Non vedo dove sia il problema con la fatturazione elettronica, anzi, alleggerisce anche il carico di lavoro.


Il problema è che tanti piccoli artigiani/negozianti si appoggiano al commercialista per le fatture elettroniche o hanno lasciato a casa la persona che si occupa della fatturazione.

Il mondo non è fatto solo di grandi aziende (o di persone in grado di usare un PC).
Fede06 Aprile 2020, 23:56 #5
Originariamente inviato da: ziozetti
Il mondo non è fatto solo di grandi aziende (o di persone in grado di usare un PC).


...ti sei ripreso in corner, la triste verità è questa: c'è tanta ignoranza, purtroppo, perchè le soluzioni sono davvero a portata di tutti ormai.
P.s: avrei voluto accusarti di qualcosa, giusto per andare ad ampliarti la firma (geniale)
ginogino6507 Aprile 2020, 07:43 #6
L'avessero attivata da inizio anno, avrebbe facilitato il tracciamento di chi è entrato in contatto con un malato di coronavirus.
\_Davide_/07 Aprile 2020, 10:22 #7
Originariamente inviato da: ziozetti
Il problema è che tanti piccoli artigiani/negozianti si appoggiano al commercialista per le fatture elettroniche o hanno lasciato a casa la persona che si occupa della fatturazione.

Il mondo non è fatto solo di grandi aziende (o di persone in grado di usare un PC).


I commercialisti di lavoro ne hanno comunque (ed in ogni caso la sospensione per il corona virus li avrebbe sovraccaricati più di quanto non lo siano già adesso); riguardo a chi si occupa di fatturazione resta a casa se non si adatta ad un nuovo lavoro. Se questo non succedesse saremmo ancora tutti a coltivare la terra (o a mandare copie cartacee di fatture elettroniche )

Chi non sa usare un pc, IMHO, al giorno d'oggi non dovrebbe commerciare. I portali per la fatturazione elettronica sono davvero alla portata di tutti sia come fruibilità che come costo.

Fosse per me eliminerei anche gli scontrini cartacei.
ziozetti07 Aprile 2020, 12:31 #8
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Chi non sa usare un pc, IMHO, al giorno d'oggi non dovrebbe commerciare. I portali per la fatturazione elettronica sono davvero alla portata di tutti sia come fruibilità che come costo.

Io penso al mio meccanico: persona onestissima, ottimo lavoratore, lo metti davanti ad una tastiera ed è perso.
Lui come tanti altri professionisti.
Questi discordi da supernerd che non hanno mai visto il mondo al di fuori della proprio cameretta lasciano il tempo che trovano.
\_Davide_/07 Aprile 2020, 14:09 #9
Se lo metti davanti ad una tastiera ed è perso è giusto che non lavori in quanto ad oggi la diagnostica delle auto la si fa tramite un PC.
Chi non sa usare il PC è il classico meccanico che per un problema stupido "eh è la centralina che va cambiata" e magari per un connettore ossidato ti fa partire 700€. Come tutti quelli che se si danneggia uno dei due sensori di pressione del DPF invece di sostituirlo (40€ + MO) ti eliminano il filtro ed escludono i sensori

Puoi trovare tutti gli esempi che vuoi, ma un meccanico perso davanti ad una tastiera ad oggi non può esistere (o meglio può, se ha un collega che lo sa fare e lui si limita alle parti manuali, ma a questo punto la fatturazione elettronica può gestirla quest'altra persona).

Just for info, il mondo al di fuori della mia cameretta lo conosco bene, lavoro con tutti i tipi di professionisti ed emetto tranquillamente fatture elettroniche.

Se lo ritieni un argomento da "supernerd" mi sa che non hai mai visto un portale di fatturazione elettronica: posso assicurarti che è alla portata di tutti e molto più semplice da usare di un social network.
ziozetti07 Aprile 2020, 14:10 #10
Originariamente inviato da: Fede
...ti sei ripreso in corner, la triste verità è questa: c'è tanta ignoranza, purtroppo, perchè le soluzioni sono davvero a portata di tutti ormai.
P.s: avrei voluto accusarti di qualcosa, giusto per andare ad ampliarti la firma (geniale)



Quanto scritto sopra ovviamente non esclude che il nero esista e anche con la fattura elettronica c'è chi ci sguazza.
Bisogna però tenere conto che la fatturazione non è solo questione di informatica, bisogna avere un'idea della contabilità, dell'IVA, delle lettere di intento... non è proprio come dirlo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^