Scontrino elettronico: dal 2020 via alla lotteria

Scontrino elettronico: dal 2020 via alla lotteria

A partire dal 2020 gli scontrini diventeranno a tutti gli effetti biglietti di una lotteria gestita dall'Agenzia delle Entrate. In palio premi mensili da 10.000 euro e un "jackpot" annuale da 1 milione di euro

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Market
Scontrino Elettronico
 

Dal primo gennaio 2020 ci sarà un motivo in più per farsi fare lo scontrino dal negoziante. Ogni acquisto del valore superiore all'euro darà infatti diritto a un biglietto virtuale per la lotteria gestita dall'Agenzia delle Entrate. I premi sono allettanti: ci saranno estrazioni mensili da 10.000 euro e un'estrazione annuale che premierà il vincitore con ben 1 milione di euro

A cosa serve la lotteria dello scontrino elettronico?

La lotteria degli scontrini è stata approvata con la Legge di Bilancio 2017 ma, a causa del decreto Milleproroghe, la partenza ha subito continui rinvii. Sarebbe dovuta partire nel novembre 2017, ma è stata posticipata all'anno successivo, poi a primo luglio 2019 e - infine - al primo gennaio 2020.

A partire da questa data, che coincide con l'obbligatorietà dello Scontrino Elettronico per tutti gli esercenti, ogni acquisto superiore all'euro darà diritto al cittadino di partecipare all'estrazione, a patto che venga emesso un regolare scontrino. Non fiscale, dal momento che da gennaio il vecchio scontrino andrò in pensione e verrà sostituito da quello elettronico. Lo stato vuole spingerci ad apprezzare l'azzardo? No, naturalmente. L'obiettivo è quelli di dare nuovi motivi per richiedere sempre lo scontrino, così da limitare l'evasione e far emergere il nero. Un'idea già sperimentata in altri paesi come Cina, Portogallo e Taiwan, fra i tanti. I risultati sono contrastanti: Taiwan e Malta hanno aumentato sensibilmente il gettito IVA, mentre in Slovacchia l'impatto della misura è stato molto modesto.

Cosa bisogna fare per partecipare alla lotteria dello scontrino?

Per avere diritto ai premi è necessario fare acquisti superiori a un euro e farsi rilasciare il relativo scontrino. Non è sufficiente, però: bisogna anche fornire al negoziate il proprio codice fiscale. Solo così lo scontrino sarà valido per l'estrazione dei premi. C'è un dettaglio curioso: gli acquisti effettuati con mezzi tracciabili come bancomat e carta di credito daranno un 20% in più di possibilità di vincita rispetto a quelli effettuati con contante. Una scelta fatta per incoraggiare gli italiani a usare maggiormente questi strumenti di pagamento, da noi ancora poco diffusi rispetto al contante.  

Oltre agli acquisti inferiori all'euro, sono escluse dalla lotteria anche le spese relative a detrazioni, per esempio quelle mediche

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

72 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxsy11 Luglio 2019, 22:34 #1
era ora!
in altri paesi si fà da anni.
300011 Luglio 2019, 23:40 #2
Sarebbe stato molto più attraente fare una cosa da 1000€ al giorno (oltre al milione di fine anno).
Red Dragon12 Luglio 2019, 00:01 #3
e' si, saranno contentissimi tutte le piccole attivita al dettaglio tipo bar, pizzerie, panifici, pasticcerie dove si fanno uno scontrino da 50 cent o 1 euro ogni 5 secondi, la commessa al banco stara' piu' tempo a trallazzarsi davanti al registratore cassa che a vendere la merce, prevedo una moria di attivita' senza precedenti con queste leggi assurde, addirittura la lotteria, siamo un paese finito e andra' sempre peggio.
chi dice il contrario non ha mai lavorato in vita sua o non sa' minimamente cosa significa avere questo tipo di attivita', dove c'e'da correre tutto il giorno e non c'e'da stare a giocare davanti a un registratore di cassa.
Hellraiser8312 Luglio 2019, 00:44 #4
Originariamente inviato da: Red Dragon
e' si, saranno contentissimi tutte le piccole attivita al dettaglio tipo bar, pizzerie, panifici, pasticcerie dove si fanno uno scontrino da 50 cent o 1 euro ogni 5 secondi, la commessa al banco stara' piu' tempo a trallazzarsi davanti al registratore cassa che a vendere la merce, prevedo una moria di attivita' senza precedenti con queste leggi assurde, addirittura la lotteria, siamo un paese finito e andra' sempre peggio.
chi dice il contrario non ha mai lavorato in vita sua o non sa' minimamente cosa significa avere questo tipo di attivita', dove c'e'da correre tutto il giorno e non c'e'da stare a giocare davanti a un registratore di cassa.


00:01 E anche oggi abbiamo il vincitore della prima figura di merda del giorno!
Red Dragon12 Luglio 2019, 01:07 #5
e si figura di merda, infatti se l'italia va male e' perche tutte le piccolissime attivita' non fanno gli scontrini fiscali vero?
qualcuna di queste se evade anche in piccolissima parte lo fa' per arrivare a fine anno se no chiuderebbe prima, dato la tassazione spropositata che abbiamo in italia qualcuno e' costretto ad evadere.
i pesci grossi invece quelli che evadono milioni e milioni la faranno sempre franca, ma vabbe' il problema in italia sono i piccoli commercianti.

maxsy12 Luglio 2019, 02:36 #6
Originariamente inviato da: Red Dragon
e' si, saranno contentissimi tutte le piccole attivita al dettaglio tipo bar, pizzerie, panifici, pasticcerie dove si fanno uno scontrino da 50 cent o 1 euro ogni 5 secondi, la commessa al banco stara' piu' tempo a trallazzarsi davanti al registratore cassa che a vendere la merce, prevedo una moria di attivita' senza precedenti con queste leggi assurde, addirittura la lotteria, siamo un paese finito e andra' sempre peggio.
chi dice il contrario non ha mai lavorato in vita sua o non sa' minimamente cosa significa avere questo tipo di attivita', dove c'e'da correre tutto il giorno e non c'e'da stare a giocare davanti a un registratore di cassa.


ma tutte cosa?
conosco titolari di bar, pizzerie pasticcerie che vanno in giro in ferrari.
chi ha un attività deve pagare le tasse...se non riesce a pagarle amen, va a fare il dipendente.
infatti pare proprio che il bel paese è sul podio più alto in europa per evasione fiscale. tu vorresti favorire questo primato? in un paese come il nostro non ci possimo permettere di non pagare le tasse...e infatti si vede il risultato.
eltalpa12 Luglio 2019, 04:08 #7
Originariamente inviato da: Hellraiser83
00:01 E anche oggi abbiamo il vincitore della prima figura di merda del giorno!


Io purtroppo devo dare ragione a Red Dragon ma per motivi diversi. Il problema lo vedo principalmente lato consumatore, poco del proprietario. Ho partecipato a molti eventi organizzati dal movimento no-slot nella mia città, e mi rattrista molto vedere che lo stato invece di fare di tutto per limitare una piaga sociale si stia trasformando in un pusher di lotterie.
La cosa gravissima in questo caso è che l'accesso alla lotteria è automatico, non devi nemmeno volerci accedere. Anni combattuti a convincere gli esercenti a non tenere le slot e tenere fuori vista i gratta e vinci ed ecco che lo stato ti mette di default a partecipare a una lotteria.

Che.
Tristezza.
Infinita.

La cosa ancora più grave è che che l'uso di gratta e vinci/slot/lotterie varie colpisce in particolare i ceti più deboli (giocano di più le persone in difficoltà economica, e tanti iniziano a finire nel tunnel proprio quando iniziano ad avere problemi economici, gli slot e le lotterie poi fanno il resto) e quindi sarà sempre sulla pelle degli ultimi.

Gli assidui frequentatori di bar e giocatori faranno esattamente come dice Red Dragon: uno scontrino per ogni possibile cavolata perchè aumenta le ( irrisorie, va bene ricordarlo ) probabilità di vincere la ciotola di riso.

Ci sono altri modi per fermare il sommerso. Usare le lotterie scontrini per farlo è una pessima idea e lo trovo rivoltante.
gigioracing12 Luglio 2019, 06:15 #8
Originariamente inviato da: maxsy
ma tutte cosa?
conosco titolari di bar, pizzerie pasticcerie che vanno in giro in ferrari.
chi ha un attività deve pagare le tasse...se non riesce a pagarle amen, va a fare il dipendente.
infatti pare proprio che il bel paese è sul podio più alto in europa per evasione fiscale. tu vorresti favorire questo primato? in un paese come il nostro non ci possimo permettere di non pagare le tasse...e infatti si vede il risultato.


Basterebbe abbassare l Iva di qualche punto x far ripartire l economia. In questo modo ricomincierebbero a spendere di più un po' tutti
zbear12 Luglio 2019, 08:57 #9
Originariamente inviato da: maxsy
ma tutte cosa?
conosco titolari di bar, pizzerie pasticcerie che vanno in giro in ferrari.
chi ha un attività deve pagare le tasse...se non riesce a pagarle amen, va a fare il dipendente.
infatti pare proprio che il bel paese è sul podio più alto in europa per evasione fiscale. tu vorresti favorire questo primato? in un paese come il nostro non ci possimo permettere di non pagare le tasse...e infatti si vede il risultato.


Li conosci solo tu. Io invece conosco CENTINAIA di esercenti del piccolo commercio, bar, etc etc che hanno chiuso negli ultimi 10 anni, in parte per la crisi ma sopratutto per la pressione fiscale, altissima, e la scarsa possibilità di evadere dati i pesanti controlli e sanzioni della finanza. Questo al nord, almeno.
E che un piccolo del bar giri in ferrari .... è credibile quanto un piddino onesto al governo.
migan12 Luglio 2019, 09:13 #10
Originariamente inviato da: eltalpa
Io purtroppo devo dare ragione a Red Dragon ma per motivi diversi. Il problema lo vedo principalmente lato consumatore, poco del proprietario. Ho partecipato a molti eventi organizzati dal movimento no-slot nella mia città, e mi rattrista molto vedere che lo stato invece di fare di tutto per limitare una piaga sociale si stia trasformando in un pusher di lotterie.
La cosa gravissima in questo caso è che l'accesso alla lotteria è automatico, non devi nemmeno volerci accedere. Anni combattuti a convincere gli esercenti a non tenere le slot e tenere fuori vista i gratta e vinci ed ecco che lo stato ti mette di default a partecipare a una lotteria.

Che.
Tristezza.
Infinita.

La cosa ancora più grave è che che l'uso di gratta e vinci/slot/lotterie varie colpisce in particolare i ceti più deboli (giocano di più le persone in difficoltà economica, e tanti iniziano a finire nel tunnel proprio quando iniziano ad avere problemi economici, gli slot e le lotterie poi fanno il resto) e quindi sarà sempre sulla pelle degli ultimi.

Gli assidui frequentatori di bar e giocatori faranno esattamente come dice Red Dragon: uno scontrino per ogni possibile cavolata perchè aumenta le ( irrisorie, va bene ricordarlo ) probabilità di vincere la ciotola di riso.

Ci sono altri modi per fermare il sommerso. Usare le lotterie scontrini per farlo è una pessima idea e lo trovo rivoltante.


Ma che c’entra sto discorso con il gioco d’azzardo e con le slot?? Mica ci sono giocatori d’azzardo qui. Nessuno paga il biglietto o mette la moneta nella macchinetta facendo fuori stipendio o pensione. Anzi!
Il contribuente ora sa che facendo quello che dovrebbe fare (ovvero richiedere sempre lo scontrino in modo da non fare nero), può avere diritto ad un riconoscimento economico della cosa.

Questo meccanismo di possibile remunerazione rende il contribuente più propenso a richiedere lo scontrino, come dovrebbe sempre fare! Cosa c’entra con gioco d’azzardo??

Io la cosa la trovo ottima e mi auguro davvero che succeda come in Portogallo o Malta.

Poi ovvio che gli evasori avranno sempre da ridire...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^