La Corte dei Conti valuta di estendere l'obbligo di fatturazione elettronica anche ai forfettari

La Corte dei Conti valuta di estendere l'obbligo di fatturazione elettronica anche ai forfettari

L'obbligo di emettere fattura elettronica potrebbe essere esteso anche a chi attualmente ne è escluso, come chi aderisce al regime forfettario e a quello dei minimi. La proposta arriva dalla Corte dei Conti, che mira a combattere l'evasione fiscale

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Innovazione
Fattura Elettronica
 

A partire dal gennaio 2019, la fatturazione elettronica è stata estesa a praticamente ogni attività, fatta esclusione le vendite ai privati. Le uniche figure esentate attualmente sono i contribuenti che aderiscono al regime forfettario, che ancora adesso possono emettere le classiche fatture cartacee o in PDF, senza l'obbligo di comunicare queste informazioni a SdI, il Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrare. 
La questione potrebbe però cambiare e l'obbligo potrebbe venire esteso anche a chi aderisce a questo regime. Lo propone la Corte dei Conti come misura per combattere l'evasione fiscale.

La Corte dei Conti vuole estendere a tutti l'obbligo di emettere fattura elettronica

Nel Rapporto 2020 sul coordinamento della finanza pubblica, la Corte dei Conti avanza la proposta di estendere a tutte le partite IVA l'obbligo di fatturazione elettronica. Come si legge nel documento, pubblicato il 27 maggio, "un ulteriore impulso all'azione di contrasto potrebbe derivare, infine, da interventi ulteriori in materia di fatturazione elettronica e di trasmissione telematica dei corrispettivi. Un potenziamento dell’efficacia delle misure assunte con la fatturazione elettronica potrebbe derivare dal superamento della facoltatività della fatturazione elettronica per alcune categorie di contribuenti (più di 1,8 milioni di soggetti). [...] È importante poi che la trasmissione telematica dei corrispettivi, vada al più presto a regime per tutti i contribuenti che operano verso il consumatore finale, unitamente al tempestivo avvio della già prevista lotteria dei corrispettivi".

Se questa linea venisse sposata, già dal prossimo anno anche le piccole partite IVA potrebbero doversi attrezzare per emettere fattura elettronica. La Corte dei Conti inoltre suggerisce anche di accelerare l'introduzione della trasmissione telematica dei corrispettivi e, di conseguenza, della lotteria degli scontrini. Queste misure sarebbero già dovute essere entrare in vigore definitivamente a luglio 2020, ma sono state rimandate al 1° gennaio 2021 a causa della pandemia.

Cloud_Finance_600

Fattura elettronica per tutti: una notizia positiva o negativa?

Quando nel 2019 è stato introdotto l'obbligo l'obbligo di fatturazione elettronica per la maggior parte delle aziende e delle partite IVA, abbiamo assistito a una notevole alzata di scudi: in molti, soprattutto le imprese di piccole dimensioni, non avevano apprezzato questa nuova imposizione burocratica. Comprensibile, in parte: le novità tendono a essere accolte con un certo scetticismo, soprattutto quelle di natura fiscale. 
Se passasse il suggerimento della Corte dei Conti, quegli 1,8 milioni di contribuenti ancora esclusi potrebbero non cogliere positivamente la nuova norma, che li obbligherebbe ad adeguare il loro modo di lavorare, dicendo addio a carta e penna e offrendo una maggior trasparenza all'Agenzia delle Entrate.

Come abbiamo già specificato su Edge9, però, la fattura elettronica può portare anche dei vantaggi per le aziende e può essere lo spunto per fare il primo passo verso la trasformazione digitale del proprio business: eliminare i documenti cartacei e digitalizzare le procedure permette infatti di semplificare la fatturazione. La maggior parte dei software per emettere fatture elettroniche poi include anche funzioni aggiuntive per tenere traccia del flusso di cassa e per ottenere statistiche sull'andamento degli affari.

Dal nostro punto di vista, insomma, la fatturazione elettronica può portare a un risparmio di tempo, denaro e dare il via a una gestione più moderna dell'attività. Il tutto a costo zero, dal momento che sul mercato sono disponibili numerose soluzioni di fatturazione elettronica completamente gratuite

Fattura elettronica: i forfettari possono già emetterle 

Il fatto che alcuni contribuenti siano attualmente esclusi dall'obbligo di emettere fattura elettronica non implica che questi non possano aderire volontariamente. Quegli 1,8 milioni di partite IVA che attualmente possono appoggiarsi alla fatturazione tradizionale possono decidere infatti di anticipare le eventuali decisioni ed emetterle in modalità elettronica, ottenendo anche alcuni vantaggi. I forfettari che decidono di aderire già da ora, infatti, si vedranno riconoscere una riduzione dei tempi per la verifica fiscale: le autorità avranno infatti 4 anni, invece di 5, per contestare eventuali irregolarità nelle fatture

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rei & Asuka01 Giugno 2020, 16:18 #1
Dal nostro punto di vista, insomma, la fatturazione elettronica può portare a un risparmio di tempo, denaro e dare il via a una gestione più moderna dell'attività.


Chi l'ha scritto, o non ha mai avuto una P.Iva, o è palesamente di parte a livello di interessi.
Non c'è nessun risparmio di tempo nell'emissione di una fattura elettronica. ZERO.
Anzi, per i minimi la carta permette anche un minimo di flessibilità finanziaria sulle tempistiche, impossibile da realizzare con quella elettronica.
WarDuck01 Giugno 2020, 16:20 #2
Tutto molto bello, ma c'è una cosa che non capisco: chi già non emette fattura oggi, perché dovrebbe emetterla elettronicamente?
Dumah Brazorf01 Giugno 2020, 16:29 #3
Non posso che essere daccordo con Rei. Gli unici che risparmiano tempo sono all'Ade, per i contribuenti è l'ennesima burocratica rottura di cojotes.
Ad es. per quale motivo la PA può rifiutare una fattura elettronica consentendo un'agile aggiustamento e riemissione mentre per i privati occorre emettere nota di credito e nuova fattura?
demon7701 Giugno 2020, 16:58 #4
Originariamente inviato da: WarDuck
Tutto molto bello, ma c'è una cosa che non capisco: chi già non emette fattura oggi, perché dovrebbe emetterla elettronicamente?


No un attimo, guarda che regime forfettario vuol dire che la fattura la emetti ma non devi pagare l'IVA. Non è che non la emetti.
Rei & Asuka01 Giugno 2020, 17:15 #5
No, penso intendesse 1) per risolvere l'evasione fiscale 2) oppure ce se uno, come adesso, non lavora vista la merda intorno, cosa gli cambia non fatturare in uno modo o nell'altro...
WarSide01 Giugno 2020, 18:50 #6
Originariamente inviato da: demon77
No un attimo, guarda che regime forfettario vuol dire che la fattura la emetti ma non devi pagare l'IVA. Non è che non la emetti.


Lui parla di evasione fiscale.

Chi non ti fa la fattura (cartacea) oggi, non è che inizia a farla domani perché lo costringi a farla digitale. Non ha tutti i torti.

------

Comunque non capisco perché tutto questo astio contro la fatturazione elettronica. Usate ancora gli schedari?

Si tratta di "investire" 30€/anno per un software di fatturazione che, tra le altre cose, archivierebbe anche le fatture dei fornitori, gestirebbe anagrafica clienti & co.

A chi è in regime forfettario non può permettersi di spendere meno di 10€/mese per gestire la contabilità, consiglierei di chiudere PIVA e di intraprendere un'altra attività più remunerativa
Robydriver01 Giugno 2020, 19:20 #7
Originariamente inviato da: demon77
No un attimo, guarda che regime forfettario vuol dire che la fattura la emetti ma non devi pagare l'IVA. Non è che non la emetti.


Il forfettario NON scorpora l'iva (non la conteggia a parte e non la versa a parte) ma NON è che non la paga: NON è esente i.v.a. Quindi,a maggior ragione, l'i.v.a. diventa a tutti gli effetti parte del costo (NON scarichi nulla a livello di i.v.a.) e ciò che acquisti è assolutamente a prezzo i.v.a. compresa.
Non diciamo inesattezze.
Sopra si voleva dire che chi già ora lavora a nero,NON la emette ora,NON la emetterà dopo.Che sia fattura elettronica o cartacea.
Al limite si andrà a colpire chi oggi emette fattura cartacea falsa (la sua partita i.v.a. non è vera/attiva).Ma nel momento che tu truffatore mi dai una fattura falsa (fattura,eh) e io la vado a registrare (se ho chiesto fattura è perchè ho una ditta),verrà fuori immediatamente che l'emissario della fattura è falso e chi l'ha emessa avrà vita lavorativa corta...
Robydriver01 Giugno 2020, 19:29 #8
Originariamente inviato da: WarSide
Comunque non capisco perché tutto questo astio contro la fatturazione elettronica. Usate ancora gli schedari?

Si tratta di "investire" 30€/anno per un software di fatturazione che, tra le altre cose, archivierebbe anche le fatture dei fornitori, gestirebbe anagrafica clienti & co.

A chi è in regime forfettario non può permettersi di spendere meno di 10€/mese per gestire la contabilità, consiglierei di chiudere PIVA e di intraprendere un'altra attività più remunerativa


Volendo è anche gratuita se ti appoggi al sito delle entrate,ma non tutte le attività possono permettersi di avere con se (se in mobilità un pc,una connessione,la capacità di utilizzare un pc e un programma digitale.Il blocco cartaceo funziona in assenza di rete/corrente e basta non essere analfabeti per emettere fattura.
eureka8501 Giugno 2020, 20:39 #9
IL VERO PROBLEMA DEGLI ITALIANI L'EVASIONE FISCALE !!!!!!!!! LA PIU' GRANDE BOIATA MEGAGALATTICA DEGLI ULTIMI 50 ANNI. grazie ad essa vi mettono l'uno contro l'altro, giustificano la soppressione di tante libertà, vi possono spiare i conti correnti, carte di debito, impediscono di usare i contanti e soprattutto applicano sanzioni favolose. QUELLO CHE SCONCERTA E' DOPO 50 ANNI ANCORA CREDETE A QUESTA BOIATA INTERSTELLARE TRAMANDANDOVELA DA PADRE IN FIGLIO !!!!!!! FANNO BENE A TRATTARVI COME PECORE !
SpyroTSK01 Giugno 2020, 23:58 #10
Originariamente inviato da: eureka85
IL VERO PROBLEMA DEGLI ITALIANI L'EVASIONE FISCALE !!!!!!!!! LA PIU' GRANDE BOIATA MEGAGALATTICA DEGLI ULTIMI 50 ANNI. grazie ad essa vi mettono l'uno contro l'altro, giustificano la soppressione di tante libertà, vi possono spiare i conti correnti, carte di debito, impediscono di usare i contanti e soprattutto applicano sanzioni favolose. QUELLO CHE SCONCERTA E' DOPO 50 ANNI ANCORA CREDETE A QUESTA BOIATA INTERSTELLARE TRAMANDANDOVELA DA PADRE IN FIGLIO !!!!!!! FANNO BENE A TRATTARVI COME PECORE !

Senti, ora te lo dico chiaro e tondo, hai rotto il cazzo, vedi di sparire da internet e possibilmente dall'Italia o dal mondo visto che non ti va bene mai un cazzo

Ciao e grazie di averci rubato tanto preziosissimo ossigeno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^