Namirial presenta il suo SPID per partite IVA e professionisti

Namirial presenta il suo SPID per partite IVA e professionisti

Namirial ha presentato il suo servizio SPID destinato a professionisti e imprese: arrivano lo SPID di tipo 3 per le partite IVA e lo SPID di tipo 4 per le aziende

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Innovazione
SPID
 

Se i fornitori di servizi SPID per i privati sono molteplici, quelli per i professionisti e le aziende sono solamente due: Namirial e Register.it. È proprio Namirial ad annunciare la disponibilità dei nuovi SPID di tipo 3 e di tipo 4, pensati rispettivamente per i professionisti con partita IVA e per le aziende.

Namirial presenta i nuovi SPID per partite IVA e aziende di tipo 3 e 4

Namirial ha presentato la sua nuova offerta per lo SPID dedicato a professionisti e aziende, che si differenzia da quello per privati cittadini per via della sua capacità di trasmettere informazioni aggiuntive come partita IVA, codice fiscale aziendale e così via, semplificando così l'autenticazione e l'immissione di dati.

Nello specifico, lo SPID di tipo 3 è definito anche "SPID per professionsiti" e trasmette informazioni sulla persona fisica, mentre lo SPID di tipo 4 (o "SPID per aziende") fornisce anche informazioni sulla persona giuridica (e, dunque, sull'azienda). Il processo di registrazione è del tutto simile a quello esistente per gli SPID destinati ai privati.

L'uso dello SPID permette di accedere con facilità a molteplici servizi ed è sempre più imprescindibile per partite IVA e imprese che devono rapportarsi con gli enti pubblici, sia quando fornitori sia quando fruitori dei servizi da questi erogati. Per quanto ci siano realtà, come ad esempio l'Agenzia delle Entrate, in cui lo SPID è diventato parte integrante dei requisiti per fruire dei servizi, persistono comunque numerosi problemi nella Pubblica Amministrazione circa l'uso di questo strumento.

Namirial offre il proprio servizio di SPID professionale a 35€ l'anno, esclusa l'IVA. Chi creerà uno SPID di tipo 3 o 4 entro il 31 luglio 2021 avrà ulteriori sei mesi di servizio gratuiti, come riportato sul sito ufficiale.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^